Freddo amore, freddo… [Segreto]


L'immagine “https://i2.wp.com/img61.imageshack.us/img61/4471/menazd4.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.


Tenue.
Come ali che si spiegano lungo un mare tempestato di diamanti.

Soffice.
Come un fiocco di neve precipatato a deliziarmi l’anima.

Eppure..
Non è bastato. Non è servito. Non hai capito…

Contavo i giorni, le ore che mi separavano da te.
Dal vederti.

Dall’assaporare il tuo odore.
Inventandomi qualsiasi cosa mi potesse avvicinare al tuo mondo ignoto.

Mi trasformo in un giardiniere.
Voglio coltivare il mio prato per te.

Vederti sbocciare come nella più luminosa delle primavere.
Potare i rami secchi, cercare e curare i germogli.
Ti offro il cuore disteso sui petali di una rosa.

Mi regali un abbraccio. Ricerca di conforto.
Perchè ti hanno ferita, perchè l’uomo sa fare male.

Quell’abbraccio inaspettato (amichevole?) intenso.
Tanto da farmi sentire vulnerabile, atterrarmi.

Però, approfondendo, scopro che hai un’altro.
E sento traballare la terra sotto i piedi.

Ed anche i parassiti decidono di infestare il mio prato.
La loro repellente lingua inizia a sporcare, si moltiplicano.
Spargono fiele, seminano livore.

Hai fatto di me un tossicodipendente.
Sei diventata la mia droga.

La "dose" non supera i tre giorni..
Poi la crisi di astinenza mi assale…
e ricomincia il mio calvario.

Mi chiedo se la mia percezione sia totalmente sfalsata.
Se sto rischiando di assumere il ruolo del … terzo.

Se è solo una prova per poter ambire a diventare il … secondo.
Se è tutta una presa in giro (?)

Di vero c’è solo che mi manchi.
Il prato cresce.. ma tu non lo noti.
Mi perdo nei meandri nebbiosi della tua indecisione.

Intanto l’ansia fa la sua parte..
Unica concretezza reale come il freddo della mia astinenza….

La tua telefonata giunge una sera di mezzo inverno.
Uno stiletto rovente che mi trapassa l’anima.
Ti vestirai di bianco.
Per lui.. e vorresti me tra gli invitati.

Ultima beffa di una strada errata,
i veri frutti di una storia sbagliata.

Resto solo.

Con il mio freddo, amore, freddo a riscaldarmi
tra i germogli mai sbocciati che hai consumato….

L'immagine “https://i2.wp.com/img61.imageshack.us/img61/6296/kpaxendqv7.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

********************************************************

Nessuno è nominato.
Non commenterò questo post… lo lascio fare a voi.
Ho accettato la narrazione del “segreto” come mia ultima catena.

Alla prossima…

********************************************************

Annunci

14 risposte a “Freddo amore, freddo… [Segreto]

  1. Gli scherzi dell’Amore sono a volte troppo crudeli…c’è una persona a me molto cara che sta vivendo in tempo reale la tua stessa angoscia e credimi…mi fa male da morire non poter avere la facoltà di aiutarla ad uscire dal tunnel…perchè è una cosa che deve fare da sola, che devi fare da Solo. L’unica cosa che posso fare è abbracciarti, ascoltarti, asciugare con la mia leggera polverina magica quel liquido salato che vacilla dai tuoi occhi…e urlare al Mondo “Ma perchè esiste della gente così stronza?”
    Un bacio key, non prima di una forte strizzata però! ;P
    :***

  2. Sono cose che capitano ai più sensibili Key. Un po’ ti capisco.
    E sono eventi così paradossali tanto che spesso anche le donne faticano a credere che un uomo senta veramente questi ‘stiletti’ nella pelle…
    (consiglio da pirata)
    Ma noi abbiamo un’arma che ‘dicono’ sia il ‘testosterone’, che ci permette di alzarci in piedi anche quando le gambe non ne vogliono sapere…
    (ok la finisco di fare il simil-poetico ;P)
    ….e magari allungare le mani qua e là alla ricerca qualche altra che ci scaldi il cuore, non come un ‘chiodo scaccia chiodo’, ma più come una fiamma che ci riaccenda! :DDDDD

  3. Molto profondo quello che hai scritto,mi ha toccato il cuore…troppa sofferenza…Mi auguro che questa sofferenza lasci il posto ad un sorriso di gioia e ad un sentimento come l’amore…quello vero!
    Un abbraccio forte forte!

  4. Sei riuscito a spiegare ciò che io vivo nel silenzio. Le attese, le speranze, le vane illusioni. L’altro vive la sua vita, io sono soltanto un pallido riflesso nel suo mare. Ma sono contenta di esserci, di farne parte, non importa se è del tutto insignificante. L’amore non ha bisogno di grandi spazi per vivere. O per crescere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...