Prot – file 9 di 13

Raggiungere a piedi la fattoria dei Constantine era costato più tempo del previsto. Era riuscito a farsi dare un passaggio su un furgone malmesso, da un vecchio che passava a poche centinaia di metri dal mezzo distrutto della Polizia di Stato.
Quando aveva riaperto gli occhi pensava di essere morto.
Di essersi finalmente liberato dalle voci.
Ma doveva sapere che non glielo avrebbero permesso. Era stato sbalzato fuori dal blindato, attraversando le porte scardinate nello schianto. Rigettato dalle viscere dell’inferno sul mondo degli uomini. Privo di armi (quelle che aveva scaricato contro i suoi aguzzini in divisa), esplose in una pira di fiamme e fumo, aveva sottratto al vecchio un affilato e lungo coltello da cucina. Lui lo portava nascosto di fianco al cruscotto. Lo aveva usato quando cominciò ad osservarlo troppo, deglutendo per la paura. Scrutando la pelle annerita. Notando i segni lasciati dalle manette sui polsi. La prigionia di cui si era liberato frugando tra le tasche delle guardie carbonizzate e sottraendo il mazzo delle chiavi.
Scaricato oltre un dirupo il corpo senza vita dell’uomo, decise di proseguire a piedi.

L'immagine “https://i2.wp.com/img353.imageshack.us/img353/1612/prot9aat4.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.


Il fragore del motore gli impediva di seguire la traccia lasciata dalle voci. Ricoprì qualche miglio prima di sentirle di nuovo. Come immaginava erano tornate.
Si mise al centro della strada ed avanzò finchè un paio di fari comparvero ad abbagliarlo. Il mezzo procedeva ad una velocità sostenuta. Troppo per evitare di investirlo o di finire fuori dalla pista. Dedicò al veicolo sbandato qualche breve istante del suo tempo. Portava le insegne delle forze dell’ordine e la cosa lo incuriosiva. Sembrava che le sole persone in grado di rallentarlo si infrangessero contro la stessa energia oscura che lo animava.
Le voci lo avevano guidato sino ad un ranch. Un’insegna, fatta ad arco e sorretta da due travi verticali, riportava il nome dei “Constantine”. Un nome che tra i meandri cupi dei suoi pensieri risultava conosciuto; era quello dello sceriffo che lo aveva catturato per ultimo.
Sorrise maligno. Un nastro sottile che tagliava a metà un volto incavato e duro. Lontano notò una massa scura a quattro zampe sollevar le orecchie, puntandolo. Gli fece cenno con la mano di avvicinarsi, in segno di sfida. In un baleno piombò verso di lui, ringhiando furiosamente, decisa ad attaccarlo. Ma l’oggetto della rabbia del Pit Bull era un bersaglio bizzarro. Gli diede la schiena e si lasciò cadere a terra, supino.
Un atteggiamento che non frenò la carica di Cheyenne, nè gli impedì di compiere il balzo verso la gola dell’intruso.
E quella fu l’ultima azione dell’animale.
Nello slancio non si rese conto che una lunga lama d’acciaio proteggeva il collo dello sfidante.
Rimase a terra per due minuti. Sussurrando parole sconnesse alle orecchie del Pit Bull morente. Poi lo racccolse tra le braccia, carezzandolo con il mento. E lo depositò davanti alla porta d’ingresso della fattoria.
Rowena non si accorse di nulla. Finchè non varcò la soglia. Calpestando il sangue del cane sgozzato. Mentre l’ombra sopraggiungeva con calma alle sue spalle. Ripulì la lama sul vestito della governante e la osservò alla luce della luna in ambo i lati.
La porta rimasta socchiusa lo invitava verso l’interno. In quel punto le voci intonarono una melodia musicale. Sembravano soddisfatte di lui…

L'immagine “https://i2.wp.com/img451.imageshack.us/img451/9603/prot9bip2.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Autore: Keypaxx © Copyright 2007. Tutti i diritti riservati.

90 risposte a “Prot – file 9 di 13

  1. Mi farai morire prima che finiscano questi file … troppo avvincente come trama perfetta x un film … per nn parlare del tuo modo così travolgente di scrivere tra le immagini e le parole sembra di essere lì accanto al povero Cheyenne … brutta fine povera bestiola proteggere fino in fondo i suoi fedeli padroni …
    ti lascio la mia pioggia di baci stamane li meriti tutti …
    buona giornata mio adorato capricorno …..

  2. giusto l’altra sera ho letto il brano inserito in Manuale di Mari, antologia poetica e l’ho trovato uno dei migliori tributi. Complimenti a te
    Sono in partenza e ti lascio un saluto e un arrivederci a settimana prossima
    Buon week end

  3. Debbo dire che anche questa volta l’attesa è stata ampiamente ripagata!!!
    🙂
    Un ottimo capitolo anche questo. Un piccolo diamante di scrittura che si va ad incastrare nel gioiello della storia!
    Complimentissimi!
    Un bacione!

  4. Bellissimo questo brano, forse il più intrigante e coinvolgente. Questo assassino sembra più che altro uno schizofrenico, che sente delle voci che forse criticano il suo operato e gli danno dei comandi…..
    Aspetto il seguito con ansia.
    Stefania

  5. Mosche e zanzare è …..
    mannaggia abbiamo troppo in comune io e te …
    meno male che nn muore nessuno io il sangue nn lo reggo alla sola vista svengo e poi sono troppo debole di cuore … meglio le storie a lieto fine … ci pensa già la vita a stravolgerci di suo …
    una pioggia di baci e carezze in arrivo x te … peccato che sia già venerdì …

  6. devi sapere , carissimo Key , che a me il caldo fa molto male . mi rende pigra , indolente , di giorno dormo e di notte mi risveglio , ma poi penso al caldo del domani e se qualcuno non mi tira fuori di casa con la forza mi rimetto a dormire . tutta questa “prefazio” solo per dirti che mi sono persa alcune puntate di Prot e che ho intenzione di rifarmi stamani , visto che la voglia di lavorare rasenta livelli pari allo zero (devo trovare qualcosa che mi tolga quest’apatia !!!!) n.

    vabbè mi immergo negli arretrati .

    ciao Key , buona giornata

    Linda

  7. Mi incuriosisce il tratto psicologico del personaggio che crei, mi sono fatta un’idea ma voglio asppettare la fine per leggerne i risvolti, non so perchè ma mi aspetto un gran colpo di scena.
    Bravissimo sai ternere sulla corda chi ti legge
    una carezza
    katia

  8. #37@marleneinnoir

    Mi auguro tu abbia trovato la “freschezza” necessaria per proseguire nella lettura di quanto ti manca. I ccommenti, per me, sono indispensabili..
    😉
    Buonissimo venerdì sera..
    ^__^

  9. Non so se sia effetttivamente la cosa migliore che hai scritto, ma sicuramente la tua media è sempre altissima. Non ho ancora letto nulla, scritto da te, che sia sotto un livello ottimo.
    E’ scandaloso che gli editori non ti abbiano ancora spinto a pubblicare un libro!
    Ho letto libri che sono stati stampati solo per uccidere la carta. E tu esalti il web!

    Ambra.

  10. #60@ambradoris

    Sei sempre, non generosa, generosissima nei miei riguardi e ti ringrazio di cuore. Però, come già ti ho scritto e sicuramente sai anche tu, esiste una realtà con cui fare i conti. E, per ora, la mia realtà è perlopiù questa..
    😉

  11. Sono rimasta mooolto indietro…. :/
    Piano piano leggerò tutto!!!! Chissà.. magari hai anche già rivelato l’identità di Prot… Ed io.. non posso rimanere con mille punti di domanda in testa. 🙂
    A presto!

  12. #85@AutostimaF

    Bene, spero che ti rimetterai presto in pari nella lettura.
    😉
    No, al momento, non c’è stata alcuna dichiarazione sulla presunta identità di Prot.
    Buonissima giornata.
    ^__^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.