Grazie, Terry…

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediaa08990fdbce6b1b8b74b859bcd671671.jpeg

Vi siete mai chiesti quanto, le altre persone, influenzino il nostro percorso di vita? Non è questione di essere indipendenti nelle proprie scelte, o meno. Spesso, intraprendere una strada anzichè un’altra, è il frutto di qualcosa che si è assimilato. In alcuni punti della nostra esistenza. Talvolta ne siamo coscienti, altre no. Nell’ultimo libro di Terry Brooks, “Gli Elfi di Cintra”, c’è un particolare epilogo al volume. Tre paginette che, insolitamente, l’autore inserisce per l’occasione.
Cade infatti il trentennale della sua carriera, cominciata nel 1977, con “La Spada di Shannara”. Nelle tre paginette, Terry fa una carrellata di tutte le persone a cui deve porgere i propri ringraziamenti: da coloro che lo hanno scoperto, ai redattori, ai parenti più stretti.
Ognuno importantissimo, ognuno con un ruolo particolare nella sua carriera trentennale, ognuno pronto ad interagire con critiche, applausi, affetto. Lo scrittore conclude i suoi ringraziamenti, auspicando che, chiunque, nel corso della propria esistenza, possa avere la fortuna di incrociare le persone che ha incrociato lui, che se fosse possibile, lo imporrebbe per legge. Dal canto mio, che scrivo da tempo su questo piccolo spazio virtuale, neppure lontanamente avvicinabile ai quintali di pagine sfornate da Terry Brooks, mi accodo ai ringraziamenti.
Si, Terry, ringrazio te. Perchè se è vero che non mi conosci, ne mai saprai della mia esistenza, hai l’onere e la responsabilità di avermi cresciuto con la tua prosa. Non sei stato il solo e, forse, neppure il più evidente. Ma la mia narrativa, se tale possiamo definirla, quello che so scrivere, nel bene e nel male, “è il frutto di qualcosa che si è assimilato”. Ho amato il tuo lunghissimo ciclo di Shannara; fantasy perfetto ed epico. Ma la vera scintilla, quel tocco in più che ha stimolato la mia, di fantasia, e che seguito ad amare, è il ciclo de Il Demone; un riuscito esperimento di trasportare la fantasia nel reale, attraversando il freddo cuore di uomini spenti e delle loro vivide speranze.
Ho gioito, ho sperato, sono cresciuto. Grazie, Terry…

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media8bfd0b154c31eb647820664f9152612c.jpeg” cannot be displayed, because it contains errors.

Autore: Keypaxx © Copyright 2008. Tutti i diritti riservati.
Immagini elaborate dalla rete. Sono © dei rispettivi organi o persone aventi diritto

102 risposte a “Grazie, Terry…

  1. Condivido in pieno il tuo pensiero e lo sottoscrivo!
    La vita è fatta di incontri speciali di ogni genere. E ringrazio il firmamento tutto, per avermi fatto ‘inciampare’nel corso della mia vita in persone splendide, che non dico abbiano condizionato la mia vita, ma sicuramente hanno contriubuito a farmi crescere e a vedere con occhi diversi, determinate situazioni. Grazie per avermelo ricordato.

  2. Già. Ci sono incontri speciali nella vita reale e non. Anche un libro, anche il suo autore, il suo modo di scrivere in cui così tanto ci ritroviamo, è un arricchimento per la nostra anima e la nostra crescita.

  3. Che bella questa dedica Key!Condivido il tuo pensiero per quanto riguarda le influenze,io non scrivo,quindi non ho voce in capitolo,però ci sono persone in un modo o nell’altro che mi hanno influenzata per diventare quella che sono,è inevitabile!

    Un bacione e buona giornata!

  4. noi artefici della nostra vita, assimiliamo il sapere di altre persone nel bene e nel male e si… a volte ne siamo influenzati… spero sempre nel bene!
    io ho avuto la fortuna di conoscere persone che nel lavoro mi stanno facendo crescere e non solo nel lavoro…
    tutti dovrebbero ringraziare queste persone… io li ho ringraziati con una piccola letterina scritta con il cuore e donata in un piccolo nido a forma di casetta in legno (quella degli uccellini)… da dove si nasce e si spicca il volo…

    un dolcissimo sorriso a te 🙂
    Annalisa

  5. #5
    ceinwyn

    Si, ovviamente il mio ragionamento, e quello di Terry Brooks, non si fermano solo alla scrittura. Era poi per me doveroso un post dedicato ad uno dei miei autori preferiti.
    Un bacione a te, ragazza oscura!
    ^___^

  6. E’ inevitabile lasciarci influenzare da tutto ciò che ci circonda, cose o persone che partecipano direttamente o indirettamente alla nostra vita.
    Ma per quanto legati a queste persone, a queste cose, siamo sempre noi a decidere ciò che vogliamo essere, ciò che vogliamo vivere.

  7. Mi accodo. A parte la saga di Shannara, che ho seguito per le prime cinque avventure, fu illuminante un libro che trovai al mare, a Lavagna: il regno di Landover. Diversi miei racconti furono ispirati da quello in primis e poi appunto da altri romanzi di Terry. Poi, come in ogni crescita, la mia attenzione volse altrove ma è con vera gioia che partecipo agli auguri ad uno scrittore importante.

  8. Bella questa dedica Key…responsabili di noi in prima persona sempre, ma c’è anche chi contribuisce alla nostra riuscita.. quindi un ringraziamento alla tua guida anche da parte mia…mio riuscitissimo amico alieno..

    Buonissimo fine settimana a te..e un abbraccio..
    Eli

  9. bello questo post che condivido totalmente …la vita spesso ci mette sulla strada persone speciali noi dobbiamo solo avere la cortezza di accgolierle e integrarle in noi! una fecondazione di menti insomma!
    un abbraccio e buona giornata

  10. #22
    luce1705

    Si, le influenze ci aiutano a costruire un percorso, o quantomeno a capire quale possa essere il percorso migliore per noi. Ma sta sempre a noi coglierne il frutto e indirizzarci nella via migliore..
    🙂

  11. #23
    goodnightmoon88

    Terry Brooks (Sterling, 8 gennaio 1944) è uno scrittore statunitense di romanzi fantasy.

    Ha studiato letteratura inglese all’Hamilton College e si è laureato in legge alla Washington & Lee University. Prima di dedicarsi alla scrittura ha praticato la professione di avvocato. Attualmente vive tra Seattle e le Hawaii con la moglie Judin.

    Il suo primo romanzo, La Spada di Shannara, del 1977, diventò un best-seller mondiale e rimase nella classifica del New York Times dei libri più venduti per oltre cinque mesi. In merito a quest’opera, Brooks è stato spesso criticato con l’accusa di plagio all’opera di J. R. R. Tolkien. Le forti somiglianze tra le due storie sono innegabili, ma a Brooks viene unanimamente riconosciuto il merito di aver dato vita al fantasy moderno, uno dei più prolifici generi di narrativa contemporanea. Col tempo, la produzione di Brooks è andata discontandosi dai canoni tipici della fantasy mantenendosi sempre su livelli letterariamente più validi rispetto a quelli delle opere successive di altri autori.

    Può bastare come infarinatura generale, ‘mOOn_ella..?
    😉
    Non temere.. meno di un anno fa non sapevo manco chi fosse S.King!
    😀

  12. #27
    elilaw

    Credo che, i tagli temporali, le vicende alternate dei protagonisti, la caratterizzazione dei personaggi, mi siano derivate grazie alla sua lettura. Riuscito o meno non sta però a me dirlo, mia generosa e preziosa Elisa.
    Un abbraccione ed un bacio a te!
    ^____^

  13. sai che uno dei mie “flash” ricorrenti è che mi piacerebbe scrivere un libro anche per poter redigere la pagina finale dei ringraziamenti? 🙂
    magari lo faccio sul blog… di sicuro ci saresti anche tu, che insieme a qualcun altro, mi ha fatto assaporare il piacere di essere una “blogger”
    bacioni

    Antonella

  14. #37
    bastapoco

    Lieto, nel mio piccolo, di essere a mia volta servito a qualche cosa.
    La pagina dei “ringraziamenti”, o degli aneddoti raccontati dallo scrittore, come fa spesso King, è uno spazio gustosissimo. Che attrae quanto e più del libro stesso.
    Bacioni per te, Antonella.
    🙂

  15. allora ringrazio anche io Terry 🙂
    non solo perché amo i suoi libri, ma visto che è stato la fonte a cui ti sei dissetato e alimentato è un po’ merito suo se noi possiamo godere dei tuoi racconti
    bacio per te alieno
    sally

  16. Quello che siamo è frutto di influenze che provengono da persone, contesti, studi, letture e situazioni che ci condizionano e guidano, lungo la strada che scegliamo di intraprendere.
    E tante sarebbero le persone da ringraziare, anche quelle che avremmo voluto dimenticare…
    Un saluto 😉

  17. Un omaggio sentito e particolare ad un autore che consideri tuo mentore. Conosco Brooks e ne ho lette molte opere, devo dire che non mi sento di trovarti poi così allievo e lui così maestro, hai una bravura già consolidata che può soltanto aumentare..
    🙂

  18. Lessi da qualche parte una bellissiam frase, che diceva pressapoco che ogni persona incontrata lungo il cammino della vita, ci regala qualcosa….E possono essere anche persone mai incontrate prima, o virtuali, ma sempre ci lasciano qualcosa di loro…
    A volte, è vero, incontriamo persone che “ci tolgono” qualcosa di bello, qualcosa che era con noi dalla nascita…
    Ma, in un caso o nell’altro si cresce…per diventare quel che siamo.
    Un abbraccio forte, ma forte forte….e scusa l’assenza, è un periodo un pò cosi…
    Ros

  19. E allora, in fine, siamo giunti ai ringraziamenti…
    Ho letto poco di Terry Brooks, i primi due libri della trilogia della spada di Shannara, per intenderci. Devo dire che mi sono piaciuti, per la verità è più bello: “Le pietre di Shannara”. Mi rimane da leggere “La canzone di Shannara”, per finire la trilogia.
    La penso come te. Qualsiasi testo si legga, che sia valido o meno, ci segnerà sempre. Ma Brooks è il tuo autore preferito, perciò avrai preso molto da lui, persino inconsciamente, senza accorgertene.
    Ma tu hai mai scritto qualcosa del suo genere?
    Buon fine settimana, Key…

  20. @ key va benissimo. io a parte Tolkien non leggo proprio il genere.
    grazie comunque, va benissimo il riassunto.
    🙂
    OT c’è unblogger che ti ha difeso da me… stamane è tornato quel microcefalo a insultare. è ridicolo.
    ciaoooo

  21. E’ un periodo che sto leggendo tantissimo e posso capirti. Per quanto mi riguarda, non mi reputo affatto una scrittrice. Eppure mi capita spesso, e me ne accorgo man mano, che le influenze di un autore si insinuano tra le dita…
    Non mi rimane che ringraziare Terry, che ti ha sicuramente fatto crescere insieme a lui…
    Buon w.e. Alberto.

    ;-***

  22. Ciau KeypazZino! senti… stavolta non ho letto quello che hai scritto (quando vedo Terryno mi viene il magone…) ma passo perchè dobbiamo fare qualcosa per il Druido! O_O

    Risolleviamolo, io ho portato il cric! del resto, se non riusciamo ad alzarlo con quello, possiamo sempre sbatterglielo in testa non credi?

    Buon fine settimana! 😀

  23. Ahahahaha,Elfoooooo, ho letto solo ora,prima mi era sfuggito il tuo commento 😀
    Diciamo che mi sto riprendendo,soprattutto grazie a voi che mi siete sempre vicini ^_^
    Grazie ancora 🙂

  24. é vero caro, ogni incontro ci arricchisce e cambia il corso della nostra vita in un modo o nell’altro…
    Si avverte tutta la pssione per questo scrittore e la tua gratitudine.
    E e scrivi così bene, lo dobbiamo allora anche a lui
    Un abbraccio
    Maya

  25. Ogni incontro che facciamo nella nostra vita ci cambia, ci trasforma, ci dona qualcosa, anche quando qualcosa al tempo stesso ci viene tolto. Che si tratti di incontri reali, virtuali, letterari o di altro genere, l’importante è trovare sempre il buono di quell’incontro e prendere coscienza che esso un po’ cambia il corso degli eventi della nostra vita, anche quando non ce ne accorgiamo consapevolmente.
    Buona domenica.

  26. un bacio caro Alieno… sisi… ogni persona, si… ci cambia un pò dentro.. ogni incontro, anche breve, anche solo uno sguardo… ci cambia…

    …ma cosa fai?… sparisci anche te?…
    è iniziato bene il 2008 -.-

    😉 un bacione.

  27. #45
    rosanna451

    Beh, in effetti ci sono anche persone che sottraggono, non solo quelle che “danno” si possono incrociare sulla nostra strada. Ma fa parte della vita. E, in ultima analisi, siamo sempre noi i veri fautori del nostro destino.
    Ti auguro di stare benissimo a breve!
    Un abbraccio forte per te.
    🙂

  28. #47
    Saryo

    “La canzone di Shannara” è, in assoluto, il libro che prediligo di Brooks. Per cui; occhio di riguardo, ti raccomando!
    😉
    Come ho scritto tra i commenti, credo che, i tagli temporali, le vicende alternate dei protagonisti, la caratterizzazione dei personaggi, mi siano derivate grazie alla sua lettura. Naturalmente con le dovute distanze; io libri non ne ho mai pubblicati.
    Prettamente fantasy non ho mai scritto nulla, nè ho intenzione di farlo.
    Tuttavia, un racconto sul genere, lo trovi qui:

    http://keypaxx.splinder.com/post/
    10678327#comment

    Buon inizio settimana a te!
    🙂

  29. #53
    Arsek

    Elfo maledetto, tu non hai letto perchè ti viene il magone.. ma perchè non sai leggere senza gli occhiali che ti ho spappolato!!!
    😀
    Il druido va preso a sberle; vedrai che si risolleva!
    ;-P

  30. La nostra vita è condizionata dalle altre persone, in bene o in male, dipende da che tipo di persone, dal nostro modo di assorbire, di difenderci, di proteggerci. L’unico modo perché questo non avvenga sarebbe rinchiudersi, dentro e fuori. Ma non ne val la pena, vero?

  31. #91
    mtm

    Rinchiudersi è una lenta ma inesorabile morte, del corpo e dello spirito. Può andare bene per piccoli periodi, come un paziente curato farmocologicamente per uscire dal coma. Poi però occorre vivere. E vivere significa aprirsi. Con rischi, pregi e difetti.

  32. Comprendo questo ringraziamento, e comprendo anche la stima e la passione. Posso dire lo stesso di me per Michael Ende e Ursula K. Le Guin, senza i quali forse non avrei mai iniziato a strimpellare sulla tastiera. Che sia stato un bene o un male, ovviamente non spessa dirlo a me, però anch’io mi sento quasi in debito con loro.
    Di Brooks ho letto poco, e rimedierò, prima o poi. A proposito, tu hai letto la safa di Landover? Se si, com’è? Buona notte. 🙂

  33. Ho proprio qui sulla mia scrivania “la canzone di Shannara”, che mi ha colpito fin da subito. E’ un libro avvincente ma anche molto profondo, uno dei migliori davvero.
    Hai fatto bene a farle questo tributo, se lo merita.
    Un abbraccio

  34. Ciao!! Sono arrivata da Mac.
    Ho letto un po’ di post qua e là..
    Volevo dirti che condivido appieno la tua filosofia.
    Io faccio Clownterapia in pediatria, ti posso garantire che regalare una risata è la magia più meravigliosa. Sentirti legata a un bambino che non hai mai visto. Dimenticarti di te stessa e perderti nel suo sorriso. E’ un miracolo che riempie di gioia a chi lo dona e chi lo riceve.

    Credo in una vita a colori, voglio che lo sia anche quando la reatà me la dipinge di nero. L’ironia è un ottimo alleato e l’ottimismo rende ogni giornata più bella..

    Passerò a trovarti di nuovo. 🙂 L.Flo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.