Fede • atto 7di17

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media9015d67371023a235891e14ca707873c.jpeg” cannot be displayed, because it contains errors.


Si stava avvicinando il natale a grandi passi, anche quell’anno. Da quando era rimasta sola, avvertiva un sapore diverso nella festività più importante dei credenti. Non che prima lo sentisse particolarmente vicino, in fondo non era lei la più cattolica della famiglia, ma la madre Dafnia. La madre che aveva il compito di tenere accesa la fiamma del focolare domestico, in assenza del padre e del fratello. Il primo sempre occupato da turni di lavoro massacranti, il secondo perso nel fiume cieco e paludoso della tossicodipendenza. Eppure, nonostante le preoccupazioni quotidiane, Dafnia cercava di mantenere vivo il senso della religiosità cattolico romana (in sparuta minoranza con i cristiani ortodossi greci). Ed era molto legata a Padre Samuele. Seguiva con continuità e passione le funzioni domenicali, portandosi al seguito la piccola Federica.
In inverno, il premio della bambina consisteva in una calda cioccolata con panna, subito dopo la messa. E nelle stagioni più calde la cioccolata lasciava posto all’acqua e menta.
Antichi particolari, piacevoli ricordi che le alleggerivano il cuore; sono le cose più piccole a formare i minuscoli pezzi del mosaico che formano le persone. Per natale si fermavano entrambe da Padre Samuele, aiutandolo a preparare la cena per i più sfortunati ed i meno abbienti.
Dopotutto, il loro focolare domestico era vuoto.
Fede credeva. A modo suo.
Era convinta che ci fosse qualcuno, o qualcosa, più in alto degli uomini.
Ma, che fosse il Dio dei cristiani, era un’ipotesi come le altre. Nemmeno la più accreditata. Però credeva; di sicuro negli uomini, nella loro capacità e volontà di superare le avversità. E lei stessa ne era un esempio lampante.
«Federica….»
Chiamò la voce alle sue spalle, interrompendo le sue distratte meditazioni sul passato. Gli occhi intenti ad osservare un punto indefinito oltre i vetri lavorati della canonica che davano sulla via principale di Volo. Era trascorsa un’ora abbondante da quando il prete si era appartato con l’uomo condotto sin lì da lei stessa.
«Padre… è riuscito davvero a comprendere la sua lingua?»
Chiese la giovane greca. L’espressione del religioso sembrava un miscuglio di sorpresa e scoperta.
«Si… le poche frasi che ha pronunciato appena entrato mi ricordavano qualcosa… e non avevo torto, pare.»
«Speravo potesse capirlo… ricordo che mia madre la reputava un esperto linguista, anche per questo ho pensato di condurlo qui….»
«Vero… Dafnia, una credente straordinaria… » Mormorò quasi tra sè, interrompendo però subito il filo dei ricordi come disturbato dal presente «Ma non conosco solo le lingue contemporanee.. in verità ho studiato molto le lingue antiche, le lingue sacre… Vedi, Federica, l’uomo che hai condotto qui, parla l’aramaico: la lingua di Nostro Signore Gesù Cristo!»
Calò di colpo un silenzio improvviso che parve durare in eterno.
Il natale si avvicinava a grandi passi, quell’anno……..

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediafacae294a48a4b98cb9f33974272d0d4.jpeg” cannot be displayed, because it contains errors.


Autore: Keypaxx © Copyright 2008. Tutti i diritti riservati.
Immagini elaborate dalla rete. Sono © dei rispettivi organi o persone aventi diritto.

115 risposte a “Fede • atto 7di17

  1. La ricostruzione di una persona, di un mondo, è proprio vero, arriva attraverso piccole minuzie, piccoli frammenti, piccole ombre della sua vita (parafrasando Simenon); così è per la lingua di questo uomo.
    Michele

  2. Ma che sorpresa! Tendo a pensare che si tratti davvero di un angelo, come ti dissi in un altro capitolo…così mi piace pensare, salvo poi scoprire chi è realmente quest’uomo misterioso!

    Ciao Key, buona serata!Siamo nel bel mezzo di una bufera! O_o

  3. una lingua antica…forse questo “straniero” è tornato perchè ci deve insegnare ancora qualcosa…qualcosa che in noi “umani” è andato forse perduto…
    mi piace molto questo capitolo mi lascia libera di viaggiare con la mia fantasia sai stasera penso a Milo il mio angelo!

    un bacio grande per te
    monica

  4. Stupendo! finalmente iniziamo a sapere qualcosa di più sull’uomo misterioso! e che cosa sappiamo, anche! il prete allora sembra dalla parte di Fede, per adesso. Chissà quali altre sorpresone ci riserverai!
    ^^

  5. #1
    frontespizio

    Simenon descriveva personaggi spesso modesti come ceto sociale ed invischiati in situazioni difficili. Indimenticabile Maigret, per livello e fama.
    Credo comunque che, per quanto formata da innumerevoli sfaccettature, una persona abbia sempre delle sfumature inedite e inconsapevoli persino a se stessa.
    Grazie Michele..
    🙂

  6. #3
    ceinwyn

    L’aura di mistero attorno a quest’uomo, durerà ancora a lungo, ragazza oscura. In compenso, molto presto, arriveranno altri enigmi da affrontare!
    🙂
    Ieri tempaccio anche da me.. speriam oggi nel meglio..
    O__O

  7. #4
    monicamarghetti

    Ti lascio viaggiare con la fantasia, Monica. Visto che si tratta di un percorso positivo e anche perchè, come sai, sono restio a svelare troppo su ciò che è a venire.
    Gli angeli, comunque, sono sempre con noi..
    Un bacioabbraccio per te!
    ^____^

  8. #6
    fantasia972

    Vedremo presto le differenti reazioni; quella verosimilmente scontata del prete e quella piuttosto imprevista di Federica di fronte all’apparente risoluzione dell’enigma.
    🙂
    Un abbraccione anche a te!

  9. Non mi aspettavo questo colpo di scena..adesso l’ipotesi è che possa essere veramente un angelo o un grandissimo impostore molto abile.
    Comunque davvero bello!
    Annabella

  10. a volte le coincidenze ti portano lungo una strada(qui) dove leggi delle altre coincidenze e poi vedi che le coincidenze ti portano vicino a casa e allora scrivi due righe e ti scusi perchè non hai avuto il tempo di leggere quello che era scritto prima..ma anche questa coincidenza porta al fatto che ti segni il posto dove sei stata per ritornarci.

  11. E’ molto carino questo quadro che dipingi di Federica e della sua infanzia. Un’infanzia disagiata ma felice, accanto alla madre. E la presenza della mamma è molto forte nell’aria. Sia nella stessa Fede che nel padre Samuele. Davvero scritto bene, come tuo solito!

  12. Fede ha un modo di affrontare il presente che mi è molto, come dire, familiare.. trascinando gli eventi alla sua consapevolezza attraverso i ricordi custoditi; rievocare i particolari spesso dimenticati di un passato lontano attraverso le immagini e le sensazioni dell’oggi.. Ogni suo respiro si trasforma in una deliziosa madeleine “Proustiana”.. Mi piace Key, mi convince ancora che i passi fatti costruiscono quelli da fare, li indirizzano, perchè se non guardassimo l’orizzonte di domani con la lente di ieri sicuramente agiremo diversamente..
    Sull'”uomo” divenuto ora ancor più misterioso non oso pronunciarmi (per ovvi motivi direi: “mai pronunciare….invano”), se non per dire che forse ora capisco perchè non ha nome.. Forse perchè li ha tutti?!

    Ti abbraccio forte e già ti auguro un bellissimo fine settimana, che mi sto impiccando sui libri in questi giorni e sono piuttosto assente..

    Bacioni, Eli

    PS: Tanto per passare dal Sacro al profano: che emozione leggere le tue parole, oggi più auliche che mai, e vedere le mie scorrere al loro fianco! 😉

  13. Giorno Key. Hai vissuto anche tu in Grecia? E’ in gamba la tua Eroina. E poi trovare un Alieno che parla l’aramaico. Ecco mi piace.
    Un saluto sincero a Vossia
    Antonio.
    p.s Vedo anche da te il premio 10 e lode: ma che è

  14. #44
    elilaw

    Leggo che questa mia Federica ti piace molto, Elisa. E ne sono contento. E’ un personaggio che dovrebbe ispirare affetto e piuttosto immedesimabile, credo. Infatti tu stessa dichiari di immedesimarti, almeno un poco, in lei. Sull’identità dell’uomo si saprà prestissimo qualcosa in più, quantomento ne verrà rivelato il nome misterioso proprio dal nostro Padre Samuele che è in grado di capirlo.
    Ti raccomando, non consumarti troppo gli occhi su quei libri..
    😉
    Era doveroso far scorrere le tue parole qui di fianco, comunque.
    Un abbraccio forte per te!
    ^______^

  15. #47
    guardianodimucc

    No Antonio, purtroppo in Grecia non ci sono mai stato. Sono come Salgari, che scriveva senza muoversi da casa!
    😀
    Ti spiego il premio “10 e lode”.

    Le regole sono queste:
    Dai il premio a 10 persone che hanno un blog capace di trasmetterti gioia ed ispirazione, un blog che ti faccia sentire bene quando lo visiti.
    Fai sapere a queste persone di averlo vinto lasciando un commento sul loro blog.
    Attenzione: puoi vincerlo più volte.

    In sostanza, Antò, chiunque può riceverlo e chiunque può assegnarlo. Basta ricopiarsi il loghetto rettangolare che ho messo io e destinare le proprie preferenze a blog che ti piacciono, per i motivi suddetti.
    E’ insomma un premio dato da noi bloggers ad altri bloggers, per stima, simpatia e quant’altro!
    🙂
    Salutammo con rispetto sempre immutato!

  16. Key…ho scritto una cosa da me..poi mi è venuto un dubbio: Non verrai mica a chiedermi i diritti d’auture, vero?! Ricordati che siamo amici eh…sii clemente! 😉

    Bacionissimi…uno in più per farmi “perdonare”!
    Eli

  17. #65
    isabellabenci

    Sarà perchè da me c’è comunque bufera, fuori dalla porta, magari fosse già una primavera imminente, ma la coda invernale si fa sentire eccome..
    i lacrimoni spero passino, eh!
    Ciao a te, Tota..
    🙂

  18. Ciao Key. In Grecia ci puoi anche andare: le isolette so meravigliose: Mikonos e Santorino Fantastiche.
    Il Premio Dieci e lode me lo ha assegnato la Titti, ma non mi ci vedo.
    Pensa che tengo una Laurea ancora arrotolata e saranno 30 anni e mi ha dato da mangiare. In questo studio è presente solo quella di mia moglie che purtroppo non c’è più. Poi quella di mia figlia in negozio che ci deve stare per legge.
    Resto basito quando vado da qualche amico e in casa trovo lauree e attestati in cornici dorate.
    Non so.
    Un saluto rispettoso
    Antonio

  19. #78
    guardianodimucc

    Antò, sinceramente una bella vacanzina mica mi spiacerebbe affatto.
    Quelli a cui fai riferimento tu, di premi e attestati, sono tutta un’altra cosa. Questo simbolo del 10 e lode premia non solo chi lo riceve, ma anche chi lo da che, stando alle regole, dovrebbe essere citato dal “premiato”.
    E’ insomma un reciproco scambio.
    Un saluto rispettosamente rispettoso!
    🙂

  20. #79 e 80
    catwomandark

    Sembra un romanzo interessante..
    Si, come ti ho scritto anche io, di libri e romanzi sui felini, dovrebbero essercene più di uno.
    Ci penserò se scrivere qualcosa in merito, qui sul blog..
    🙂

  21. “il natale si avvicinava a grandi passi”… Natà Gambalunga?

    (Scusa Key, non ho resistito, lo so, come battuta fa … ecco, appunto, ma quando son contenta divento puerile…)

    a parte gli scherzi, si legge volentieri e si aspetta il seguito di puntata in puntata.

  22. Un natale diverso per Fede…
    Un incontro o un episodio di vita a volte ti aiuta a capire, magari a credere o a ricredere.
    Ho affidato la mia piccola a Lui e a mio nonno, che sono sicura stiano vegliando su di lei da lassù…

    Ti abbraccio forte e ti ringrazio per il tuo incoraggiamento continuo…
    Questo è un esempio di come persone lontane possano essere tanto vicine.
    :-*******************
    (te li meriti tutti tutti!)

  23. Grazie Key…sei troppo carino! Non sono ancora riuscita a leggere questo capitolo, scusami, sono stata abbastanza incasinata e di corsa…Quando leggo qualcosa che mi piace, lo devo fare con attenzione, per non perdere nemmeno una punteggiatura! Mi perdoni? ^__*

  24. #94
    Dreamt

    Fede affronterà il natale, e soprattutto il periodo antecedente alla festa, con nuove scoperte su se stessa e sul mondo che la circonda.
    Così come spero, e mi auguro, tutto si risolva per te e per la tua piccola!
    🙂
    Un abbraccio e i miei baci, tigrotta..
    ;***

  25. wow… perdona il ritardo, ma poco tempo, e troppo lavoro :-p

    questo capitolo è fantastico 😀 fa pensare a miracoli e robe simili, che sia quel poveretto trovato nudo, il ritorno di Cristo?

    ahahahahahahah… farnetico! 😀

    bello… intrigante… anche il flusso dei ricordi.. molto bello 🙂

  26. #109
    Fragolina83

    Grazie fragoletta.
    Sono sempre contento quando trovi il tempo per leggermi e spero ti piaccia anche il seguito. Sull’identità del nostro misterioso straniero accompagnato da Fede, ne sapremo di più in seguito.
    Baciottoli per te!
    ^____^

  27. Oh Cavolo!
    Scusa l’espressione che ho avuto! Forse in precedenza ero andato fuori pista, data la luce che è giunta dal cielo! Ma credo non si possa ancora dire. Ma quest’uomo, se di questo si tratta, parla l’aramaico.
    Proseguo la lettura, va!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.