Fede • atto 8di17

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media7dcc7f24812fbc7c1b8335e340b7c179.jpeg

Padre Samuele non era solo un conoscitore delle lingue; era uno studioso dei più appassionati. Parlava correttamente otto diversi idiomi, e ne stava studiando ancora. Spesso veniva interpellato per collaborare alla traduzione di opere antiche, volumi che riemergevano dalla polvere dei secoli per finire tra i meandri della Chiesa Cattolica. Quello che Federica sapeva sulle capacità linguistiche del religioso, era solo la planimetria di facciata di un più solido ed ampio complesso.
«E’ così; abbiamo discusso per parecchio tempo, parlando in aramaico. Inizialmente non mi è stato facile rispolverare le mie vecchie nozioni, poi però, per fortuna, la memoria mi è venuta in aiuto e sono riuscito a costruire un fruttuoso dialogo. Si chiama Gabriel. Se anche solo la metà di quanto mi ha detto su di lui corrisponde al vero, dovrò interpellare i miei superiori già domattina.»
Esclamò il prete con fare concitato. Contrariamente alla giovane, che si mostrava dubbiosa e scettica rispetto all’entusiasmo che lui mostrava.
«Padre.. che cosa intende dire? Non riesco a seguirla…»
«No?!? Beh, è naturale, Federica. Per farlo avresti dovuto essere presente alla nostra lunga conversazione e conoscere l’aramaico
Le rispose con tono comprensivo ed abbozzando un luminoso sorriso «Cosa che sarebbe alquanto strana. Vedi, è una lingua quasi scomparsa. Con tremila anni di storia alle spalle, oggi è parlata perlopiù in piccoli villaggi della Siria. Gabriel non soltanto la utilizza come fosse la sua lingua madre (e potrebbe anche esserlo), ma dispone di alcune nozioni geografiche, storiche e religiose sbalorditive. Purtroppo, deve aver subito un qualche trauma che lo ha confuso.. non rammenta granchè di sè, oltre al nome.»
Ora Federica osservava il prete con incredulità. Faticava ad afferrare il senso di quanto le diceva, dovendo dare per scontato cose in cui nemmeno credeva veramente. E per quanto la curiosità sull’uomo che aveva condotto in Chiesa fosse grande, aveva imparato ad occuparsi delle questioni più immediate ed attinenti alla sua condizione.
«Capisco… ma credo sia meglio se faccio ritorno a casa, adesso. E’ davvero molto tardi, ed immagino che.. ‘Gabriel’.. abbia trovato un posto dove restare, questa notte, dico bene?»
«Puoi fermarti, se vuoi. Ci sono molte stanze per gli ospiti qui dentro, e non vorrei che…»
«No, no..»
Si affrettò a dire interrompendo la generosa offerta dell’uomo di Chiesa «La ringrazio, davvero, per tutto, ma mi sentirei a disagio qui dentro.. ho un tetto, magari non dei migliori, ma è la mia casa. E ci sto mancando già da troppe ore…»
Salutò rapidamente Padre Samuele (che non insistette nell’offerta), dando un’ultima fugace occhiata verso la stanza in cui Gabriel sedeva, e si avviò verso il lungo viale accarezzato dalla brina e fasciato da un velo di pesante tenebra. Non si avvide che una lingua di buio si mosse alle sue spalle………

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media5af42d830449ce6d8faa5bfaa7aae395.jpeg



Autore: Keypaxx © Copyright 2008. Tutti i diritti riservati.

Immagini elaborate dalla rete. Sono © dei rispettivi organi o persone aventi diritto.

110 risposte a “Fede • atto 8di17

  1. Oh… come si dice che sei bravissimo in aramaico? Caspita, ogni tuo post finisce lasciando una curiosità che continua a farsi sentire dentro.
    Sai come gestire l’attenzione di chi ti legge, il mistero, la suspance.

  2. Sii… ho fatto bene a passare, sapevo che avresti postato! Cavolina ma quante lingue parla sto prete? e finalmente sappiamo il nome dell’uomo misterioso! Gabriel, che è tutto un programma!
    ^^

  3. Ecco come si chiama lo straniero misterioso! qualche attinenza con l’arcangelo Gabriele? spero lo scopriremo presto perchè la curiosità inizia a farsi sentire molto forte.
    Bravo come sempre, aggiungo!
    Annabella

  4. #4
    monicamarghetti

    Le ipotesi possono dividersi in più direzioni, Monica. Ma sulla vera natura di Gabriel ne abbiamo ancora da vedere..
    😉
    Padre Samuele è apprensivo sia per il suo ruolo e sia per il fatto che la conosce sin da bimba, evidentemente..
    🙂
    Baciosera per te!
    ^______^

  5. Così sappiamo il nome dello straniero che ci accompagna sin dall’inizio di questa tua storia. E la faccenda dell’aramaico è molto intrigante.. mi chiedo quali altri interessanti sorprese ci saprai riservare..

  6. peeerò…ma quante lingue parla questo prete?più delle vite dei gatti!sembra una brava persona comunque..e si preoccupa per federica che però era meglio se rimaneva in chiesa con il tipo misterioso che la spiava..

  7. Grazie del passaggio, le mie “ferie” sono solo una pausa per la mente, in questo periodo un pò troppo affollata…bravo come sempre ( per le avventure di Fede, c’è ancora uno spazio libero). Un abbraccio Tota

  8. Ho recuperato…due capitoli, uno di seguito all’altro. Quasi quasi è ancora più bello, leggerne due insieme! Sono sicura che questo personaggio – Gabriel – ci riserverà delle soprese…Se parli con l’autore di questo racconto, glielo chiedi?
    SAi com’è…sono leggermente curiosa…!
    Key, un abbraccio da stritolo. Patty

  9. #19, 20 e 21
    catwomandark

    Più lingue delle vite di un gatto?
    ;-P
    in effetti le supera si.. e ne sta studiando ancora. Ora Fede deve affrontare il misterioso personaggio che sappiamo spiarla, infatti.
    Interessante questo libro sui gatti che mi posti.. di che cosa parla?
    🙂
    Felice domenica anche a te.

  10. Questi sono i racconti che risvegliano la linguista che è in me!!! Mi hai fatto ritornare la voglia di studiare!! E bene!!
    Grazie, perchè inconsapevolmente mi hai fatto un gran dono, un forte stimolo!

    Spero solo che il povero Gabriel ora non divenga una sorta di spettacolo da baraccone… 😦 provo una forte simpatia per lui! *__*

    Una lieta e serena domenica a te, nonostante il tempo bigio! Baciottolo fatato”! ;*

  11. la lingua di buio è sublime… la curiosità si fa più che persistente!
    Il prete è un personaggio interessante….
    Ma gabriel.. sarà il nuovo arcangelo?? Che cosa ci vorrà annunciare???
    Non resta che aspettare…
    Grazie!

  12. Per caso son arrivata qui, come sempre tra i blog. Ho letto solo l’ultimo post – ma probabilmente leggerò anche gli altri, così i tuoi lettori sembrano vivamente consigliare –
    Mi duole invece riconoscere solo le lettere del testo in ebraico della figura, con la Bet che spicca su tutto. Ma un alfabeto senza parole è come gli ingredienti senza la torta. Ho molto da imparare.
    Ah. se Gabriel è un arcangelo, della schiera dei misericordiosi, è solo per sua volontà che ha deciso di palesarsi, anche se nn sa.
    buona domenica!

  13. Le disavventure di Fede non sono ancora finite…
    In effetti il nome potrebbe far pensare all’arcangelo Gabriele, ma credo sarebbe troppo semplice! Come sempre mi aspetto il colpo di scena…

    Buona serata Alberto.
    ;-***

  14. #29
    Fragolina83

    Fragoletta.. dovrai pazientare qualche giorno per il seguito.
    😉
    Che tu fossi curiosetta non ne dubitavo..
    Cui tempu aspetta, tempu perdi.
    eheheh..
    ;-P
    Ma sono contento che ti piaccia!
    Baciottoloni di buon inizio settimana per te!
    ^_____^

  15. #30
    guardianodimucc

    Chi sarà e se sarà davvero chi parrebbe essere, Antonio, lo sapremo a tempo debito. Ma sono contento che tu lo possa trovare interessante e leggibile!
    🙂
    Un grandioso inizio di settimana a te e saluti sempre con rispetto doveroso!
    ^____^

  16. #32
    FataZuccherina

    Perbacco, fatina, ma se lo sapevo venivo da te per farmi tradurre qualche frase in aramaico per il racconto!
    ;-P
    Un lietissimo nuovo inizio di settimana e di studio per te! sempre felice di lasciarti nuovi stimoli!
    Abbraccione fatoso e bacioso!
    ^____^

  17. #33
    ludmillaParker

    Grazie per trovare interesse nei miei personaggi. Sono la vera linfa della storia e, senza interesse nei loro confronti, anche la vicenda rimarrebbe piatta.
    Per ora, l’attenzione si sposterà verso Fede. E le sorprese debbono ancora cominciare.
    🙂

  18. #34
    Beta2

    Un caloroso benvenuta a te su queste mie colonne!
    ^_____^
    Anche gli altri post, se ti interessano, li trovi sempre qui. L’aramaico è lingua ormai dimenticata. Eccezion fatta per qualche piccolo villaggio nei dintorni della Terra Santa, quindi non temere se non riconosci il senso.
    ;-P
    Sull’identità di Gabriel, che molti sembrano indirizzare in un’unica direzione, ne sapremo di più in seguito.
    Un buonissimo inizio settimana per te!

  19. #37
    Dreamt

    Non è detto che il colpo di scena ci sia.. forse non come lo intendi tu, almeno..
    ;-P
    Le “disavventure”, per la verità, devono ancora cominciare. Ma ne vedremo un discreto scorcio già nel prossimo atto.
    😉
    Buon inizio settimana, tigrotta..
    ;***

  20. Gabriel…eh si,nome da angelo! Però la fine ha un’aura inquietante e qualcosa mi dice che presto ci sarà la new entry tanto attesa!
    Un bacione Key e felice inizio settimana!

    ^__________^

  21. Si continua sull’onda del mistero dunque.. qualcosa si svela alla luce tenue dei ceri della Chiesa, qualcosa rimane ma si muove nell’ombra scura dell’ignoto.. e visto che come tu dici le possibili strade da tracciare sono molte non posso che aspettare il seguito.
    Mi limito ad osservare come questo episodio metta in mostra lo scarto all’apparenza insormontabile fra conoscenza e “ingenuità”: come l’ingenuità sia molto più attenta al concreto, alla sopravvivenza, intesa coma adesione al concreto, piuttosto che voglia di conoscere e di essere protagonisti delle scoperte. E come tuttavia le grandi cose spesso si mostrino proprio a quell’ingenuità che non è in grado di comprenderle fino in fondo. Forse. O magari Fede mi smentirà… Intanto, come biasimarla se fra i suoi primi pensieri non c’è quello di capire verità su un misterioso individuo che parla una lingua di cui lei non conosceva neppure l’esistenza, quando il freddo comincia a vincere contro i pochi stracci che ha indosso e la sua “casa”, modesta ma sua, privato rifugio ad un mondo che non la comprende e che non comprende, la attende a darle un po’ di sicurezza?!

    Ti abbraccio stretto stretto Key!

    PS: L’ho visto quel raggio di luce diretto a milioni di anni-luce da noi, sai..è stato un lampo improvviso, fulminante.. e ho subito capito che eri tu intento a scorrazzare per l’universo..e ho letto la tua felicità in quella scia! Ti ho anche invidiato per un attimo, poi ho guardato gli occhi che avevo accanto e ho capito di non volere altro.. 😉
    Bacioni amico mio, sempre grande la tua penna!Buon inizio di settimana

    Elisa

  22. “I monaci orientali dicono che i gatti «insegnano la Via». E questo perché sembrano possedere le risposte a tutte le domande. Ma soprattutto la capacità di meditare, di vivere con intensità e coscienza ogni singolo istante della giornata. La loro vita è una pratica zen quotidiana.”
    questo è quanto scrivono sulla scheda del libro de “Il Mio Maestro Zen ha la Coda”.a me è piaciuto molto e sono certa che potresti scrivere libri del genere anche tu..poi so che ti piacciono i gatti..
    :-p

  23. #49
    monicamarghetti

    Baci e sorrisi anche per te, Monica.
    🙂
    So che comunque rileggi quello che scrivo.. e poi una “monifrivola” di lunedì ci sta tutta, dopo l’appena passata domenica, si fa sempre fatica a ricominciare la settimana..
    ^_____^

  24. #50
    ceinwyn

    Si, presto arriverà una “new entry”.. molto presto. E ci saranno anche delle sorprese molto.. inattese, ragazza oscura.
    😉
    Un bacione di buon inizio settimana anche a te!
    ^________^

  25. #51
    frontespizio

    Pare distaccarsi, esatto. Non è una “eroina” nel senso lato del termine, e come da lei specificato, neppure una vera credente. Ma il vento, o la tempesta, non si possono programmare..
    Grazie, Michele.
    ^__^

  26. #52
    elilaw

    Giusta e attenta analisi la tua, come sempre, Elisa. Però occorre mettersi, come del resto provi a fare, anche dalla parte di Federica. Cosa ci attendiamo da una ragazza provata per la giornata (dopo un tentativo di aggressione), per la sua condizione di vita, e una dichiarata non credente (o semi-credente se vogliamo)?
    Non abbiamo a che fare con una studiosa, una teologa o una semplice curiosa; è una donna pratica, che vive della sua praticità quotidiana, perchè non le è stato altrimenti permesso. Vedremo se e come questo la zavorrerà al suolo..
    😉
    E, si.. hai letto bene i codici cifrati e criptati di quella scia! ma mi sarei stupito del contrario..
    🙂
    Un abbraccione bacioso forte per te!
    ^_______^

  27. #53
    catwomandark

    Non ho mai scritto qualcosa prettamente sui gatti. Anche se, nel romanzo cui sto lavorando, “Gatto” ha un ruolo molto incisivo.
    Ed è vero: mi piacciono parecchio i felini!
    Il libro che mi hai descritto deve essere davvero gradevole..
    ^____^

  28. #57
    SensiSidra

    Io non so nulla; sono il re degli ignoranti!
    E per fortuna! qualcuna già mi odia così, figurati se fossi davvero saccente!
    ;-P
    Rapita ma tornata; e questo è l’importante!
    Un abbraccione per te!
    ^____^

  29. Ti seguo con attenzione. Il racconto è intricato e molto scorrevole, sembra ci sia qualche evento molto forte in arrivo e lo gestisci con cura..
    Mario

  30. ….BUON INIZIO SETTIMANA….**…GRAZIE…**Alice**
    …..UN ABBRACCIO GRANDE COME IL MARE…. “L’amore non è già fatto. Si fa. Non è un vestito già confezionato, ma stoffa da tagliare, preparare e cucire. Non è un appartamento chiavi in mano, ma una casa da concepire, costruire, conservare e, spesso, riparare.” Michel Quoist

  31. Gabriel,parla aramaico, “nozioni grafiche religiose e storiche sbaloriditive”,sarà mica un angelo? 😮
    Mi metti addosso una curiosità bestiale,e poi scorre liscio come l’olio questo racconto,anche se,per ora,non sappiamo dove ci porterà.
    Ciao PAxx,buona giornata 🙂

  32. di proposito non ti avevo letto da un po’… costringendomi a non aprire il tuo blog x poi avere più cose da leggere tt di un fiato. l’atmosfera è sempre alle stelle ed il tuo racconto fila che è una bellezza, bravissimo come sempre!

  33. #75
    Faus74

    Dove ci porterà lo sapremo solo nei prossimi post, druido.. così come avremo anche altre inattese sorprese.
    😉
    L’importante è che il racconto sia leggibile!
    ^______^
    Buona giornata per te!

  34. #79
    2tonidiblu57

    E’ una scelta opinabile. Personalmente non riuscirei a seguire pagine e pagine di racconto in rete. Certo, trovando il tempo per farlo non sarebbe poi male. Ma sono contrario a scrivere post più lunghi di una cartella o una cartella e mezzo alla volta.
    Grazie, sei sempre generosa!
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.