Non sono uno scrittore…

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media3725e644932860e18cd2fb2fd8b8d272.jpeg” cannot be displayed, because it contains errors.


Loredana Bertè intonava: "Non sono una signora" (beh, neppure io, per la verità). La mia canzone dovrebbe essere: "Non sono uno scrittore". Eh no, corbezzoli, intendiamoci, non che non mi faccia piacere essere definito tale, da chi mi legge. Ma è un falso, non lo sono per definizione.
Perlomeno, non per la mia.
Se spulciamo il vocabolario, troviamo:
scrittóre; ant. scrivano, amanuense; oggi l’impiegato di alcuni uffici della Santa Sede il quale ha la mansione di scrivere le bolle.
No, no, no ci siamo. Non lavoro alla Santa Sede e neppure scrivo bolle!
…autore di scritti letterari; chi si dedica alle attività letterarie
il termine "scrittore" non si usa nel sign. generico di "chi scrive", per tale accezione si ricorre a "scrivente" (p.e. non lo scrittore di una lettera, ma lo scrivente di una lettera)
.

Attività letterarie? Scrittore di lettere? Ma neppure questo, direi. Chiamereste dottore uno che vi fa una medicazione fortuita? O chiamereste cantante uno che si esibisce occasionalmente, magari pure steccando, ad una festa di laurea?
Non credo. Per me, la parola scrittore, ha un significato ben robusto. Come, ad esempio, la parola maestro: definisce una persona che padroneggia argomenti. In definitiva, scrittore è, e soltanto può essere, colui che scrive libri. E che lo fa di professione. Ci campa o, quantomeno, ci arrotonda. Che poi, oggi, gli editori puntino su personaggi come Fabrizio Corona e affini per vendere, è altro discorso (lo chiamereste scrittore?). Allora, io che finora ho pubblicato solo sulle due antologie che trovate sulla colonna destra e che per il resto scrivo presunta narrativa su questo blog, come dovrei essere definito?
Mi pare evidente: scriblog.
Vi piace? Spero non troppo, me lo sono inventato al momento.. ma me lo tengo stretto e guai a chi non me lo riconosce!

Autore: Keypaxx © Copyright 2008. Tutti i diritti riservati.
Immagini elaborate dalla rete. Sono © dei rispettivi organi o persone aventi diritto.

121 risposte a “Non sono uno scrittore…

  1. L’abito dello scrivere era un sinonimo che Leopardi usava per definire lo scrittore. Essere primi in classifica non significa nulla; per me lo scrittore deve saper scrivere, deve saper immaginare, deve colpire i punti nevralgici di un lettore.
    Penso che tu abbia le doti e non devi dimostrare nulla!!!
    Ciao Michele

  2. ” Scriblog” Una definizione originale e personalizzata…Si…mi piace molto…e comunque caro Key penso che il tuo scrivere sia speciale …in ogni caso…in ogni definizione che vuoi attribuirti… scrivi con tutto te stesso… con la penna dei tuoi pensieri…del tuo riuscire a trasmettere attraverso quanto noi leggiamo emozioni che attraggono la nostra partecipazione e seppur soltanto per il piacere fine a se stesso di poter leggere mi ritrovo spesso a nn aggiungere commenti inerenti al post… ma nn perchè nn legga…ma soltanto perchè resta in me la forte sensazione di quanto ho appreso..
    Una buona giornata per te…
    LeAAA

  3. Mmm a dire il vero scriblog non mi fa impazzire… ^^
    Io mi definisco “scrittrice a tempo perso” o “aspirante scrittrice”… sì, sono un po’ lunghe come definizioni in effetto ihihihi
    buon sabato :-)))

  4. Non so se sia giusta la definizione che ti dai. Ma la rispetto essendo la tua, comunque penso che uno scrittore debba principalmente saper trasmettere emozioni di spessore superiore alla media più che saper vendere un milione di libri o dieci che possano essere. E per quanto la penso io le emozioni che sai trasmettere tu ti danno pieno diritto ad essere chiamato scrittore.

  5. Scriblog è un bel termine! Adatto per ora! Chi lo sa che poi a poco a poco tu non diventi davvero uno scrittore?Anche solo per hobby!Nella vita non si sa mai!
    Comunque scriblog è un bel termine! Bravo! ^____________^

    Felicissimo weekend!

  6. Ihihihihih…proprio bello questo nuovo termine che ti sei inventato. E’ simpatico anche se per me sei e rimani un vero scrittore e di quelli bravi. Gli altri lasciali pure parlare se pensano diversamente!
    ^^

  7. #3
    frontespizio

    E’ una simpatica idea che mi è venuta pensandoci sopra, Michele. Tutto qui.
    Che poi uno scrittore debba avere le doti che tu riporti, in linea generale, è indubbio.
    🙂

  8. #4
    Leaaa

    E’ una personale interpretazione di azione la tua ed è molto sentito quello che mi scrivi ora e ben accetto. Per me un commento deve anche essere una possibilità di scambio di opinioni o di discussione. Naturalmente anche un semplice saluto è sempre graditissimo!
    Buonissima serata.
    ^______^

  9. #6
    Cassandralady

    Ho fatto riferimento a Corona poichè è un dato di fatto che, come vendite, i vip o presunti tali, abbiano un forte appeal con la cima delle classifiche di vendita. Poi, per quanto riguarda le caratteristiche che uno scrittore dovrebbe avere, hai certamente ragione.
    🙂

  10. ciao, prima di tutto, grazie per il commento che hai lasciato nel mio post sul 25 APRILE, volevo farti sapere che ho proposto ora una intervista fotografica, ti fa di partecipare?? per me sarebbe un Onore, è un’ idea molto carina!! …BUONANOTTE… Alice**

  11. …Non domandarci la formula che mondi possa aprirti,
    sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
    Codesto solo oggi possiamo dirti,
    ciò che non siamo, ciò che non vogliamo….

    Eugenio Montale – Ossi di seppia

    Ciao!
    Dori

  12. Potrei anche togliere il titolo di “editore” all’editore di Corona!
    Che aspetti a ricominciare??? Non l’attività di “scrittore” (ci metto anche dilettante così sei contento!:-). Per me se ne riparlerà ad ottobre.. problemi tecnici!

  13. Ciao,in fin dei conti importante quello che scrivi, poi chiamarti anche babbo natale,ti ricordi quel detto la rosa profumerebbe meno se non lo si chiamasse rosa???!!Ti auguro una splendida settimana,anche perchè è corta poi di nuovo tutti al mare! emer

  14. Ahahahhahaha!!! Scusa se rido ma alla prima lettura di questo post ho avuto una svista. Ho letto bAlle invece d bOlle!!! ahahahhahahah
    Ok vado a lavorare, che è meglio! 🙂 Buona settimana!

  15. #30
    ludmillaParker

    Aaahhh.. ecco, ora ho capito chi era l’anonimo!
    ^_____^
    Il prossimo racconto, di cui si vede lo “spot” di lato, arriverà tra qualche giorno.
    Felice ti piaccia il mio termine inventato ex-novo..
    🙂

  16. in effetti scriblog a me piace poco, pochissimo….

    Ti riporto una cosa che ho letto poco tempo fa e che ho voluto ritrovare sul un sito che si chiama Galassia Arte, che riportava un articolo dal titolo “chi è davvero uno scrittore?”

    Inizia con la definizione tratta dalla Treccani
    “Scrittore: chi si dedica all’attività artistica, chi compone e scrive opere con un intento artistico”

    poi l’autore dell’articolo continua

    “fare lo scrittore non è necessariamente un lavoro. Non è un vanto. Non è un pretesto per farsi dire “bravo” o un modo per far soldi. Lo scrittore, quello vero (ma esistono scrittori “falsi”?), è semplicemente quello che sente la necessità di scrivere e, anziché reprimerla, dà libero sfogo ad essa attraverso l’azione di prendere un foglio (di carta o elettronico) e riempirlo di parole finché ne vengono assieme alle idee (che possono precedere la scrittura o anche essere simultanee ad essa), e poi magari tornarci su, limare, aggiungere, togliere, finché non sente di aver detto ciò che voleva dire nel miglior modo possibile. Lo scrittore non è nient’altro che questo.”

    IO CREDO CHE TU SIA UNO SCRITTORE A TUTTI GLI EFFETTI

    baci
    Luce

  17. Scriblog? Uhm , si…mi devo abituare , ma suona bene.

    Ascolta, ho letto romanzi davvero mediocri, di scrittori di una certa FAMA. Credo che nella vita, ciò che conti sia la fortuna, per alcuni.

    Spero che la fortuna troppo spesso distratta e superficiale si accorga di te…e che impari pure a leggere, cazzo!

  18. #42
    luce1705

    Beh, il post è un pochetto (simpaticamente) provocatorio. L’autore dell’articolo che riporti è invece, a mio modesto vedere, un po’ generoso. Dipende sempre dall’importanza che si da alla definizione di “scrittore”. Io la reputo una categoria particolare, come ho anche scritto. Ma ti ringrazio per i tuoi generosissimi complimenti.
    Baci a te.
    🙂

  19. #44
    ZuZuli

    Sicuramente, come scrivi anche tu, la fortuna conta molto (e anche le raccomandazioni) in ogni campo. Quello della narrativa non fa alcuna eccezione. Se poi sappia o meno leggere, la fortuna, questo non lo posso ancora affermare..
    ;-P

  20. #46
    monicamarghetti

    Un meraviglioso inizio settimana anche per te, Monichella.
    *____*
    Ma, ho letto che hai guidato un TIR nel week end? perbacco, deve essere stata un’esperienza stimolante.
    Sai anche io ho la patente C… posso guidare i furgoncini..
    ;-P

  21. Non è forse che uno non vuole esser definito scrittore per non assumersi la responsabilità e l’onere di esserlo,raffinando il proprio talento innato e lottando per affermarlo,ovvero farlo conoscere?
    Vale per ogni forma d’arte.
    Un caro saluto.

  22. esperienza ESALTANTE sul quel coso gigante ti senti BENE:))
    tu puoi guidare solo i furgoncini? non il TIR? beh io la patente non ce l’ho guido da abusiva ma in uno spazio protetto certi giri…tu non puoi sapere:)) eheheheheh
    moniscema

  23. Se lo dici tu…ci può stare!!

    Cmq l’autore principale della mia tesi sarà Shakespeare…Chaucer è solo il padre dell’opera che analizzerò e che poi è stata ripresa da Shake!! *__*

    Un baciottolonzolo cicionzolo! :**

  24. la’ltro giorno mi è arrivata una mail.Caro Scrittore…mi sono rotolata (mi è facile essendo una palla)dalle risate e mi è venuto in mente che da piccola dicevo che volevo fare il pittore…e tutti rimanevano incantati e mi chiedevano che vorresti dipingere? I muri no? che fa un pittore?
    impressione persomale:Tu sei uno scrittore..io una scrivana e se mi ingrasso ancora divento pure scrivania..Digiblog…fa molto etnico!

  25. #52
    monicamarghetti

    Da abusiva? ma.. ma.. se per caso vai fuori strada come lo giustifichi poi? secondo me bisogna stare attenti a parcheggiarlo un TIR. Basta un attimo a buttar giù una recinzione..
    🙂

  26. #56
    ioepapperina

    Oggi come oggi prende più il mio pittore di muri.. che un pittore di tele. Il primo non resta mai in braghe.. di tela.
    😀
    Preferisco però il mio “Scriblog”.. fa molto da “grillo”..
    ^______^

  27. Percorriamo soltanto una volta la strada della vita e tutto quello che possiamo fare di bello e di vero non può essere rimandato perché da queste parti non passeremo mai più. – Romano Battaglia – … Buonanotte …. grazie per i bei commenti che mi lasci sempre… Aly**

  28. #74
    monicamarghetti

    Ottimo suggerimento, Monichella.
    😉
    In effetti il tuo termine potrebbe persino essere più corretto del mio, a ben vedere.
    Ma ormai mi sa che lascio questo, mi ci sono già affezionato..
    ;-P

  29. Scriblog! Geniale questa definizione! Key, a Roma si dice, “come te movi te movi” sei sempre grande!
    Da questa parti tutto bene, sono molto assente per le mille cose da fare, per tanti discorsi da affrontare, per alcune posizioni da delineare..ma tutto sulla strada di quello che sento più giusto.

    Ti mando un abbraccio fortissimo e ti ringrazio dei tuoi saluti che non mancano mai di allietare le giornate.

    Buon proseguimento di settimana, un bacio

    Elisa

  30. #77
    elilaw

    Già, sempre un metro e ottantadue sono alto..
    ;D
    L’importante, cara Elisa, è che tutto ti proceda per il meglio e che tu possa trovare sempre un po’ del tuo tempo per mettere il nasino fuori dalla finestra e veder passare il mio disco volante.
    Un abbraccio forte!
    ^____^

  31. Caro Key, ‘scriblog’ non mi piace per nulla. Scrivere è un’urgenza, che lo si faccia a mano, a una lettera 22 o al computer non importa. certo cambiano tempi, ritmi, movenze nella pagina scritta, ma sempre scrivere è. La qualità, poi, conferisce o no la ‘esse’ maiuscola. O così dovrebbe essere, ma sappiamo bene che da un punto di vista di pubblicazione, visibilità e diffusione, è tutta un’altra storia.

    In quanto a non amare il ‘primo piano’, come dici di Te, è un falso problema. Chi scrive (e non si tiene tutto nel cassetto o nell’archivio del computer, s’intende), come chi compone o suona musica, o chi dipinge, o chi fa teatro, ad esempio, ha qualcosa da comunicare qualcosa e intende farlo. Al di fuori da se stesso. Ed è questo il bello, o scambio che ne deriva con chi fruisce della cosiddetta (mi si passi il freddo termine tecnico) ‘opera d’ingegno’.

  32. Ciao!!sono passata per lasciarti il mio messaggio della BUONANOTTECammina sul sentiero dell’arcobaleno, cammina sulle note di un canto,e tutto attorno a te sarà bellezza.Troverai la via per uscire dalla più fitta nebbia,fin oltre l’arcobaleno.Canzone Navajo Alice**

  33. #92 e 93
    arabapernice

    Carissima arabaperniciosa, che risponderti..
    La tua è un’analisi perfetta della necessità dello scrivere e non può non trovarmi d’accordo, in linea di massima.
    Per quanto invece riguarda il “falso problema del primo piano” permettimi di dissentire maggiormente.
    Conosci Battiato cantante? si?
    ebbene, lui cantava con le spalle al pubblico.
    ;-P
    Un abbraccio!!!
    ^_____^

  34. Moltissimo, mio caro. A parte gli scherzi, le spalle al pubblico sono una scelta scenica precisa, significante appunto di una modalità comunicativa.
    Il nostro non fa mai nulla a caso. Peraltro è persona affascinante e lieve, oltre che di smisurata cultura e livello artistico eccezionale.

    Buon primomaggio, mon cher!

  35. Con tutto il bene e la simpatia che ti voglio, caro amico pennaiolo (che oggi dovremmo aggiornare in tastierolo), scriblog è proprio bruttino. Ma, come dici tu, se questo passa il convento (la grande editoria orientata verso grandi scrittori tipo il buon e simpatico Totti), teniamocelo stretto. Ciao, a presto e … buon mese di maggio (hai fatto qualche fioretto? Io … no.)

  36. #113
    claudioarzani

    Caro Claudio, per l’appunto questo passa il convento.. ed io mi adeguo, assieme alle altre centinaia e centinaia di bloggers con velleità pseudo narrative. Fioretti però non ne ho fatti, proprio no..
    🙂

  37. che tu ci creda o no, che ti piaccia o no tu sei uno scrittore! x me scrittore è colui che ti tiene con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina e a me con te succede sempre. quindi decreto: tu sei uno scrittore!

  38. Non è scrittore solo colui che pubblica ma lo è anche chi ha delle doti come le tue!!
    Hai fantasia e talento e descrivi paeaggi e persone con la stessa capacità di Verga…
    Se non sbaglio te l’avevo già detto e non provare a dirmi di no…:-))))
    Bacissimiiii!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.