Esdy3 • passo2di16 – Il pianto del cedro

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediab5803acca138c104e82e02bde83ed866.jpeg” cannot be displayed, because it contains errors.

Indossava abiti termici sopra gli anfibi marroni ed imbottiti in pelo, una maglia elasticizzata Open Jumper, che traspira e tiene caldo, una giacca nera impermeabile in poliuretano, dei pantaloni verde bosco in microfibra. Nonostante la leggerezza dei capi, i vestiti forniti da Syano si dimostravano adeguati a combattere l’inverno sceso sulla contea di Kerry.
Esdy sospettava che si trattasse di tessuti, in gran parte, non disponibili alla gente comune; permettevano una totale libertà di movimento, quasi fossero poco più di una calzamaglia aderente.

“Ideali per chi ha deciso di venire sulle montagne a rompersi le ossa!” Considerò la ragazza di Rosslare, con una smorfia di sofferenza sul volto, mentre si strofinava le braccia dolenti.
Aveva espressamente chiesto al ragazzo di condurla dove i suoi genitori erano rimasti vittime dell’incidente fatale. Un incidente che le aveva sottratto la madre, da quanto appreso nelle ultime settimane. Con estrema fatica, i pezzi del puzzle che formava la sua vita, stavano lentamente combaciando. A lungo si era creduta abbandonata dalla madre subito dopo il parto. Ma da quanto appreso in tempi recenti, Gloria Shaw le era stata accanto sino ai dieci anni. I ricordi si sovrapponevano in modo disordinato nella mente, le certezze lasciavano posto ad atroci dubbi.

L’addestramento, cui il padre l’aveva sottoposta nel sonno e che stava ora affinando con Syano, serviva anche a quello? A stravolgerle il vissuto?
Kerry è famosa per i suoi scenari fiabeschi, panorami verdi ed azzurri riempono la vista con paesaggi da cartolina illustrata, e le montagne, le più alte d’Irlanda, prendono la forma di titani dormienti. Mentre i laghi all’interno sembrano delle placide pozze di acqua cristallina. A Dingle, la parte più a Ovest dell’isola e della stessa Europa, montagne e spiagge contornano le suggestive rovine celtiche.
Se qualcuno crede davvero alle fate e alle creature mistiche, non può fare a meno di pensare che esse albergano qui.
Se esiste la magia, Esdy sperava fosse in grado di aiutarla a ricostruire quel delicato meccanismo composto da emozioni e ricordi, che era il suo passato. E una volta messo in luce il suo percorso reale avrebbe, finalmente, potuto occuparsi della sua vera identità; capire quanto di umano ci fosse in lei e quanto di geneticamente mutato.

«Per oggi credo che abbiamo fatto abbastanza, andiamo a mangiare un boccone giù al villaggio?» Le disse Syano interrompendo il flusso dei suoi pensieri «hai lo sguardo di una persona affamata, o sbaglio?»
«No, non sbagli affatto, musetto giallo!» Rispose lei.
E si incamminarono all’ombra della catena dei Macgillicuddys Reeks.
Ancora ignari dell’incontro destinato a cambiar loro i giorni a venire…


The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media6b81ffd12354220d1d6754e995d2636b.jpeg” cannot be displayed, because it contains errors.

Autore: Keypaxx © Copyright 2008. Tutti i diritti riservati.
Immagini elaborate dalla rete. Sono © dei rispettivi organi o persone aventi diritto.

Annunci

104 risposte a “Esdy3 • passo2di16 – Il pianto del cedro

  1. bellissima la descrizione dei luoghi che mi pone fase di sogno…
    intanto la chiusa del capitolo lascia spazio al desiderio di conoscenza…
    sempre sapiente il tuo modo di interrompere il racconto!
    un abbraccio e buon sabato!

  2. …caspita lentamente mi dovro’ avvicinare anche alla fantascienza..solo un alieno avrebbe potuto condurmi verso questa lettura (ahah)…mi piacciono molto le descrizioni minuziose dei luoghi e dei personaggi che fai perché riesci ad esaltare la narrazione e a trascinare il lettore verso questo mondo che sembra proprio esistere…
    proprio bravo..
    Una splendida giornata ed una felice domenica :-), Arsinoe

  3. Ah ecco un finale degno di te. Suspance in attesa di un incontro destinato a cambiare la loro vita.
    Mi piacciono questi personaggi con le loro sfaccettature. Attenderò il seguito compagno di compleanno.

  4. Come anche per la tua Esdy, anche qui sembra essere arrivato l’inverno perciò ci si può immergere ancora più piacevolmente nella lettura di questo bel capitolo. Che riconferma ancora le tue doti narrative di primo livello. Spero che qualche editore abbia messo gli occhi su di te ormai perchè davvero lo meriti ampiamente!

  5. Fantastico hai ripreso a scriverci anzi a farci vivere Esdy, ma cosa mai capiterà ancora a sta ragazza dagli occhi verdi? …..
    Cmq i castelli di sabbia sono crollati, piove key…. ma almeno è un pò fresco ora eheh… bacio e buona domenica

  6. #3
    ceinwyn

    La nostra Esdy deve ancora affrontare prove molto dure, sulla strada di questa terza stagione, ragazza oscura. Sembrerebbe almeno che non sia sola ad affrontarle.
    Felicissimo fine settimana a te.
    Bacione.
    ^___^

  7. #7
    Cassandralady

    In effetti le condizioni del tempo sono pessime anche dalle mie parti. Forse non l’inverno, ma di sicuro un ampio anticipo di autunno ci è arrivato sopra.
    Grazie per la generosità dei tuoi complimenti.
    Un sorriso.
    ^____^

  8. #9
    SensiSidra

    Che cosa le capiterà, a grandi linee, lo ho già in testa. Ma il seguito dei prossimi passi è una sorpresa anche per me. Dato che spesso e volentieri inserisco elementi dell’ultima ora per rendermi pepata la scrittura.
    Bacio domenicale.
    🙂

  9. magica Irlanda! luogo ideale per sogni fiabeschi….e già immagino gli gnomi e le fatine che silenziosamente sbucano a protegger Esdy!! meravigliosa la tua descrizione e la suspence poi…ciò che più adoro!!
    buon pomeriggio ed un forte abbraccio…a presto
    giuli

  10. Eccomi di nuovo qui, al mattino, con il mio caffè… una bella abitudine.
    Esdy non demorde mai, a quanto leggo. Il passato deve riscoprirlo a tutti i costi, per riuscire a vivere il presente. Nonostante la descrizione dei luoghi che rende la lettura statica, il dinamismo è tutto in lei e nella sua continua ricerca, anche se presto arriverà un’onda anomala…
    Bellissima la prima immagine.

    Buona giornata Alberto.
    ;-***

  11. #19
    tunkulkik

    Lieto di averti intrattenuta al monitor. Sperò però non troppo incollata da vicino, ci vuole una distanza di almeno una trentina di cm. per la nostra salute ottica.
    🙂
    Un abbraccio.

  12. #21
    guardianodimucc

    Antòòòò.. Antòòòò… tornasti infine?
    guarda che ormai l’estate è alle spalle, ed il blog è la tua casa invernale; vediamo di non lasciarla vuota eh!
    Salutammo con rispetto immutato!
    🙂

  13. #22
    giuli1

    L’Irlanda è una terra che evoca le figure mistiche e le ispira. Che escano a proteggere Esdy non lo posso ancora scrivere. Ma chissà; tutto può accadere sulla verde isola..
    🙂
    Un abbraccio!

  14. #24
    Dreamt

    Il passato contiene le radici del nostro futuro. Sta poi a noi crescere su quelle radici od operare una potatura differente dalle premesse. La staticità della lettura contiene invece le caratteristiche del mare. Non si può mai sapere quanto regga un mare piatto e quando stia per scatenarsi una tempesta.
    Buona giornata a te, tigrotta.
    ;***

  15. #32
    tunkulkik

    Non è caso raro stare troppo vicini al monitor. Una corretta postura ci salva da acciacchi e problemi di vista. Magari fosse facile rammentarlo sempre.
    Felice lunedì sera a te.
    ^____^

  16. prima di andare a dormire è un rito per me fare una visita al tuo blog. Mi attenua le tensioni, mi rilassa e mi rendere duttile come il pongo e permeabile a tutte le emissioni benefiche che provengono dallo spazio. Vuoi scommettere che un giorno mi ritrovo sull’uscio di casa Prot?

  17. Il passato è importante… contribuisce a quanto oggi noi siamo..ma mai restare imprigionati nei ricordi… sarebbe come rinunciare a vivere il presente…
    Un sorriso a te…buona giornata
    LeAAA

  18. #50
    SuzieQ

    In pratica, sono meglio io della camomilla bonomelli?
    ;-P
    Dovresti in effetti stare attenta all’assorbimento delle emissioni dallo spazio; ci sono sempre extraterrestri in cerca di casa lassù..
    ^_____^

  19. #53
    RiccardoBruni

    Non è esattamente una fantascienza classica, comunque.
    Esdy è più un serial che punta sulla spy-story con qualche contaminazione, più o meno estesa, di fantascienza tecnologica.
    Un saluto per te.
    🙂

  20. Alieno dal cuore d’oro, almeno che la tua anatomia sulla Terra sia uguale a noi umani, mi pare che dicesse così Prot a Mark: “perché una bolla di sapone ha quella forma?”
    ..o qualcosa del genere, sei un caro alieno…attento a consigliare la camomilla per dormire a volte ha effetti paradossi…meglio un infuso di tiglio e passiflora, e aggiungerei anche un po’ di biancospino…o una tintuta madre di queste piante 20 gocce…
    Un saluto e un abbraccio! 🙂

  21. Mmmhhhmmm
    senti, stringiamo un patto… alieno, naturalmente!
    Ero in stallo… mi ero arenata alla pagina 140 e non sapevo come cavolo continuare…
    Da una parte, il desiderio di “uccidere” l’eroina… dall’altra
    [Sant’Iddio] entrambi i miei bimbi che mi supplicano di non far morire la loro mamma… ih ih ih 😉

    Sei divino…
    Davvero! Rileggendomi con tranquillità il tuo racconto… mi è venuta un’idea!
    Un bacio [si, si, si… te ne renderò partecipe al momento opportuno!]
    A presto, compaesano
    :-)claudine

  22. #67
    tunkulkik

    La frase completa è:
    “Perché una bolla di sapone è sferica?”
    “Perché una bolla di sapone è sferica?”
    “Strano che una persona istruita come lei ripeta sempre le cose. È cosciente di questo? Una bolla di sapone è sferica perché questa è la sua configurazione energetica più efficace. In modo analogo io sul suo pianeta sono uguale a lei, su kpax ho l’aspetto di un kpaxiano”.

    Terrò presente i suggerimenti delle tue erbe. Sebbene la mia simpatia ricada sulla antica camomilla, di egiziana memoria.
    ^____^

  23. Il percorso per conoscere se stessi è un continuo rischio e allo stesso tempo una fatica alla quale non ci si può sottrarre. Mi piace Esdy, la sua forza di accettare i ricordi di un passato complicato.. lì dove davvero c’è il pericolo di “rompersi le ossa”..
    Che bella descrizione Key! Viene voglia di entrare in un libro di fiabe e sedersi a sentire intorno la magia..

    Un bacione
    Eli

  24. #96
    monicamarghetti

    Il cast, che ho rimesso in parte qui sui commenti, è comunque ripreso dal post che feci a suo tempo, al termine della seconda stagione. Un gioco per dare volto ai personaggi.
    😉
    Baciogiorno a te, Monichella.
    *____*

  25. “musetto giallo” sto ancora ridendo. Adesso, Key, hai aggiunto anche del sarcasmo alla storia? Oppure fa parte del rapporto tra Esdy e Syano di cui vuoi farci godere?
    Comunque ben fatto anche questo post, perché trascina all’interno della storia. E questo è molto importante!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...