Il presepio del Clown

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediacbc2da25de1f91129ac7c2a39d1a5292.jpeg” cannot be displayed, because it contains errors.

C’era una volta un clown con il tempo per costruire il presepio.
Lo si ritagliava tra i sabati o le domeniche delle settimane prima di Natale. Lo si ritagliava per allietare il bimbo che dimorava in noi e che dimorava vicino a noi.
C’era una volta un bue ed un asinello, perchè “il bue ha riconosciuto il suo proprietario e l’asino la greppia del suo padrone”, citava Isaia.
Poi siamo cresciuti, le statuine apparivano come sorpassati soldatini in pose statiche dell’anno lasciato alle spalle insieme ai calzini corti con le caramelle nelle tasche. Le statuine rimasero nelle scatole di cartone, insieme ai sabati e alle domeniche delle settimane prima di Natale.
Ne vennero scordate le origini, ne venne smarrito il nome corretto per lasciar posto a quello nuovo; presepe.
Non si trovarono più adulti per coltivare la tradizione etrusca e latina.
Non si trovarano più bimbi a cui affidare il compito di lucidare le statuine per disporle in un piccolo recinto con strade e case in miniatura.
Non ci si trovò più dinnanzi al recinto del presepio con tutta la famiglia riunita per invocare la protezione degli avi, lasciando ricche ciotole di cibo e vino abbondante.
E nel mondo iniziarono a crescere solo alberi spogli a cui appendere palline colorate per ingannare gli illusi.
C’era una volta un bue ed un asinello, perchè “il bue ha riconosciuto il suo proprietario e l’asino la greppia del suo padrone”, citava Isaia.
C’era una volta un clown con il tempo per costruire il presepio. Per oggi smetterà di scrivere e infilerà le mani tra scatoloni ricolmi di polvere; c’è sempre il tempo per avere tempo.
Che sia un Buon Natale per ogni pagliaccio colorato.

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediacc43fd59bffab5567fbd5052f8c4ea39.jpeg” cannot be displayed, because it contains errors.



Autore: Keypaxx © Copyright 2008. Tutti i diritti riservati.

Immagini elaborate dalla rete. Sono © dei rispettivi organi o persone aventi diritto.

Annunci

134 risposte a “Il presepio del Clown

  1. Il racconto natalizio del clown mi è piaciuto moltissimo e secondo me è un personaggio adatto per festeggiare questa ricorrenza. Ci ricorda come dimentichiamo troppo in fretta le tradizioni e ci impegnamo nelle cose più facili con la scusa della mancanza del tempo, che alla fine sempre scusa è.
    ^^

  2. Se non me li avesse fregati tutti mio nipote l’anno scorso i personaggi dello scatolone, forse oggi ci metterei mano anche io:) Uscirò a prenderne di nuovi che ci sono sia il tempo che la volontà. Buona Domenica Key:)

  3. E anche il clown è alle prese con questo nuovo natale, si rende conto di come la forza delle tradizioni sia importante e di come anno dopo anno tendiamo a perderne la capacità di tramandarle. Un applauso alla tua sempre spiccata sensibilità e bravura nel dipingere con le parole la festa più dolce dell’anno.
    Ti giungano anche i miei auguri di un meraviglioso natale.

  4. Molto bello e commovente questo racconto..porta a riflessioni che vanno verso tempi che non esistono piu’…io ricordo mio nonno che malgrado la sua eta’ (95 anni) si dedicava completamente quella settimana prima di natale a fare il presepe, ed era bellissimo! Ricordo ancora il profumo della sua casa…oggi vanno tutti di corsa, senza entusiasmo…e come hai detto tu con il sorriso di plastica..ti auguro una buona domenica Ciaooo Cris

  5. C’era un tempo in cui trovavo il tempo per preparare il presepe, con le statuine e le pecore, il bue e l’asinello, trovavo il tempo per fermarmi a guardarlo e mi commuovevo davanti a quella semplice natività. Era molto più bello allora e la nostalgia è tanta .
    Buona giornata ^_^

  6. Poi si andava in giro per i boschi a cercare il muschio e i pezzi di corteccia, i tronchetti che sarebbero poi serviti a creare un paesaggio ogni anno diverso. Ma la cosa più bella era il laghetto col corso d’acqua, uno specchietto nascosto tra il muschio e il corso d’acqua che si spostava sempre dalla collocazione originale. E poi le luci disseminate qua e là, che a pensarci bene erano un pò buffe, passi per quelle bianche e gialle, ma mia cugina Simona insisteva a voler mettere nelle case quelle blu verdi e rosse…Ed i sentieri di ghiaia rubata nel cantiere edile più vicino, le pecorelle che non stavano mai in piedi…. Domani inizio a fare il Presepe anch’io. A me però piace molto anche l’albero, o meglio mi piacciono le palle colorate rigorosamente di vetro, mai di plastica! 🙂

  7. Bellissimo post come al solito Key, mi piace molto sia il fatto che tu recuperi il fatto storico del presepe, il fatto che probabilmente i romani, popolo pagano lo facessero per la nascita di Mitra e per festeggiare i loro avi con il cibo e il vino, frutti della terra. Mi piace perché tutti sono abbagliati da un uomo vestito di rosso, in realtà si dipinge di verde e di azzurro e talvolta di marrone, Babbo Natale è solo San Nicola, che porta come ogni solstizio cose da mangiare ai più poveri in special modo i bambini. Poi abbagiati da un albero scintillante riportato in auge nel dopo guerra ma che ha altre origini sempre pagane ma del Nord Europa. Il caro nosto Clown sa tutto questo esi ritaglia il tempo perché come tutti i clown adora ibimbi e in primo luogo il bimbo vivo e che ama giocare con le bellissime statuine del presepe…

  8. Bello questo tuo racconto, attraverso il clown per rievocare sapori e odori del passato.Alla fine sono sempre le piccole cose che procurano le maggiori emozioni.

    Radioso inizio di settimana e BUONE FESTE ! :-)Arsinoe

  9. Originale e personalizzato questo post… rappresentativo di te…in pieno…
    E’ vero Key…il tempo nn manca per chi vuol averne…peccato però che tutta questa evoluzione ci fa perdere il senso di tante tradizioni…
    Ti auguro un sereno Natale…con tanta amicizia…
    NeLLa’S

  10. Per me il Natale è diventata una festa commerciale, come tutte…ti dirò la verità, non amo il presepe per cio che rappresenta ma preferisco l’albero di Natale e il suo significato…Alla fine anche il Natale ha perso il suo senso (non sono cattolica se non si fosse capito…)…
    Il racconto invece mi piace,soprattutto l’ultima frase “c’è sempre tempo per avere tempo”…

    Un bacione Key, ovviamente per gli auguri ripasso!
    Ho visto che è arrivato anche il nuovo vestitino per le feste del blog! ^^

  11. #1
    Stefy71

    Le riflessioni servono anche e soprattutto in questo periodo, compagna di compleanno. Il mio Clown è un piccolo esperto in riflessioni celebrative.
    Buonissimo Natale anche a te.
    ^_____^

  12. Il clown ha ragione, non bisogna però rassegnarsi alla malinconia. E’ vero che le cose passate sembrano sempre più belle e significative di ciò che sono state in realtà. Non dimenticherò mai i presepi fatti con mia sorella quando ero piccola. Per ora non posso, per mancanza di spazio fisico, regalare questa gioia ai miei figli, ma ho acquistato un Gesù Bambino a Napoli, nella via dei presepi, San Gregorio Armeno. Abbiamo fatto la cullina di creta, io e i miei figli. E’ stato un momento di gioia e condivisione che credo ricorderemo per sempre. Sarà questo nuovo ottimismo, sarà questo raggio di sole che si è acceso di nuovo nel mio cuore, ma sono proiettata verso il futuro, possiamo ancora imparare dal passato per poterlo riportare al nostro tempo e trasformare, per avere momenti indimenticabili. Buon Natale!!!

  13. #7
    ilblogdicris

    Un nonno molto attivo, per la sua età, il tuo. Ci augureremmo sempre che i nostri cari potessero giungere ad una età avanzata e capaci di regalarci ancora emozioni.
    Un solare inizio di settimana a te.
    🙂

  14. #8
    Dreamt

    Se non viene sentito non è un vero e proprio Natale, su questo non ci piove (o non ci nevica, considerando il periodo ;-P). Di sicuro però segni e simboli natalizi aiutano ad accogliere nel modo migliore la festività.
    ;***

  15. #10
    delphine56

    Nessuno vieta di ritrovarlo quel tempo. Certo, non è facile: quello che richiede la vita quotidiana è un impegno pressante verso mille e mille questioni diverse. Ma trovarlo, secondo le nostre possibilità, è fattibile.
    Uno splendido inizio di settimana a te.
    ^___^

  16. #11
    SuzieQ

    I presepi artigiani, costruiti con i materiali che si trovano attorno a noi come il legno, la carta stagnola, l’acqua e la ghiaia rubata un po’ qua e un po’ là sono quelli che più sentiamo nostri. Per cui spero che tu abbia avuto la possibilità di raccogliere gli elementi che ti servono!
    🙂

  17. #12
    tunkulkik

    Le tradizioni, come ho scritto, sono molto importanti per i popoli della terra. Penso ai nativi americani e a tutti quei popoli che riescono a tramandare quelle positive e celebrative di generazione in generazione. Qualcosa che noi facciamo più fatica a compiere, nonostante le importanti radici latine ed etrusche che abbiamo alle spalle.
    Il Clown ha un animo fanciullesco e non potrebbe, infatti, scordare il bambino dentro e fuori di noi.
    🙂

  18. #16
    elilaw

    Sono felice di rivederti su queste pagine, Elisa. E spero di poterti rivedere quanto prima sperando che le cose per te possano procedere sempre nel migliore dei modi. Per l’intanto, io e il Clown ringraziamo e con un inchino auguriamo anche a te un meraviglioso Natale.
    Un abbraccio forte e un sorriso.
    ^_____^

  19. #17
    NeLLaS

    Come scrivo nella colonnina qui di lato, i post del Clown provano ad essere un serial composto da racconti singoli. Vita, pensieri, sogni e riflessioni dall’ottica di un pagliaccio.
    Che sia sereno e ricco di gioia anche il tuo Natale.
    Un sorriso.
    ^____^

  20. #18
    ceinwyn

    Il senso religioso credo possa passare, volendo, anche in secondo piano nell’ottica di un presepe. In fondo quello che dovrebbe principalmente smuovere è il senso di meraviglia di fronte alla riproduzione, in miniatura, di uno spaccato di vita del tempo che fu. Per quanto riguarda invece il discorso di Natale=commercio non ti si può, purtroppo, dar torto: ma proprio perchè vengono a scemare le vere tradizioni.
    Ho messo il vestitino al blog e lo terrò durante tutte queste feste, ragazza oscura.
    Un bacione di inizio di settimana festiva!
    ^_____^

  21. #23
    martolyna66

    Il senso di malinconico del racconto è riscattato nel finale; quando con iniezione di fiducia il Clown decide di riappropriarsi del proprio tempo immergendo le mani in scatoloni impolverati. Sono invece felice che tu abbia avuto la possibilità di gustare il tempo del presepio insieme alle persone che ti sono care ricreando quei momenti indelebili che ti accompagneranno lungo la vita.
    Un sorriso e gli auguri anche a te.
    ^_____^

  22. #43
    viejamilonguera

    Non mi illudo affatto di fare poesia, a parer mio la vera poesia è qualcosa di molto più complicato e articolato che ha ragione d’essere solo nella capacità di sintetizzare una cultura immensa in poche righe e che si raggiunge con l’esperienza di una vita intera.
    Ma ti ringrazio comunque per il grosso complimento!
    Un sorriso e tantissimi auguri anche a te!
    ^_____^

  23. Ti auguro tanta serenità. che secondo me è quella più importante, tanta serenità che ti assicuro è il regalo più grande per tutti, e soprattutto per gli amici che adesso non la possono avere.
    Un bacio sulla fronte al Clown a me tanto caro, e un grande abbraccio a te!
    Cristina.

  24. #53
    tunkulkik

    Grazie per l’augurio della serenità che, concordo, è davvero molto rara e preziosa di questi tempi. Riferirò al Clown il tuo apprezzamento ed il bacio, e ricambio l’abbraccio.
    ^____^

  25. E’ proprio vero,si è perso tutto nel corso dei decenni,direi.
    E non credo sarà facile riavere il tempo andato.
    Ma ce la mtteremo tutta,anche con l’aiuto degli alieni 😉
    Ciao Paxx,tanti Auguri di Buone Feste 🙂

  26. Certo che ho raccolto tutto il materiale e il risultato è veramente speciale! Tutti gli anni cambio paesaggio. Quello che abbiamo fatto nella Cappella dell’ Ospedale è interamente ambientato nel deserto…palme, sabbia (per ottenere il colore tipico del seserto abbiamo mescolato alla sabbia di fiume della farina per polenta. Il risultato è stato spettacolare, le luci poste in punti strategici la fanno sembrare proprio come ci si aspetta che sia….:)

  27. Oh caspita devo passare su Paturnia a vedere se la situazione è rientrata nella normalità!
    Siccome siete vicini di pianeta spero che le scosse non siano giunte anche a te alieno !

    Radiosa serata ed ancora Buon Natale :-)Arsinoe

  28. sono molto commossa, questa pagina di saggia riflessione è di una sensibilità dolcissima! non amo raccontare di me, ma devi sapere che l’anno passato ho trascorso tutte le festività da sola perchè un figlio era in inghilterra per lavoro e l’altro in germania per studio, eppure tirai fuori i vecchi pastori della mia infanzia e tutto l’occorrente per il presepio…fu cmq una gioia per me e per i miei figli! quest’anno siamo di nuovo riuniti solo per questa settimana ed insieme ci siamo dedicati alle bellissime tradizioni…nonostante il tempo sia tiranno!
    ti ringrazio per le belle emozioni che ci regali e ti abbraccio…
    giuli

  29. #85
    giuli1

    Le tradizioni possono anche aiutarci, come nel tuo caso, a preservare i valori della famiglia e a farci compagnia quando qualche caro ci è lontano per svariati motivi.
    Ringrazio te per la lettura e un sincero augurio di Buon Natale.
    Un sorriso.
    ^____^

  30. Ciao Keypaxx!
    E’ un po’ che manco dal tuo blog!
    Sono un latitante. E sono rimasto un po’ indietro, ma rimedierò!
    Tanti auguri di un felice Natale, e che il 2009 ti possa portare tante Sorprese…
    A presto!

  31. “C’è sempre il tempo per avere tempo”….Ecco, io mi auguro di ritrovarlo e di ritornare a scrivere qui su Splinder e tornare a leggere te e altre persone che ho nel cuore e che non dimentico.
    un abbraccio carissimo e mille auguri per un sereno Natale.
    Rosanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...