Esdy4 • passo1di18 – Il volo della libertà

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media9cf3b2d41a0b3d00c2e48150d94e691a.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.


Qualche tempo prima…

Una sottile angoscia si stava facendo strada dentro l’animo di Sir Patrick Smith: qualcosa di terribile avrebbe minacciato la sua stessa esistenza e quella delle persone che lo circondavano. Lo avvertiva con una certezza che rischiava di sconvolgerlo persino più del senso di disagio stesso. Raramente quella sorta di sesto senso sovrastava le sue caratteristiche di persona concreta, ma quando questo avveniva difficilmente le cose in seguito non mutavano. Si alzò dalla scrivania dello studio per cercare di scacciare il peso che gli comprimeva il petto e raggiunse il terrazzo vicino osservando con trasporto e ammirazione il volo degli uccelli migratori di passaggio a Ballycastle. Li seguiva attraversare il cielo, disegnare delle traiettorie perfette e lineari che pennellavano in modo puntiforme l’affresco astratto sopra la costa irlandese: la stagione stava cambiando e le sue stesse ossa glielo annunciavano ormai con fermezza. Decise però che il freddo proveniente dalla vicina scogliera gli sarebbe stato utile per ridestarsi dal torpore delle sue sensazioni cupe. Tornò a sollevare il capo verso l’alto e per un lungo istante si soffermò a pensare alla ragazza lontana: le avrebbe potuto parlare in tempo? Sarebbe riuscito a rivedere ancora una volta i suoi occhi di un verde intenso come il mare più limpido?
Il fragore delle onde richiamò la sua attenzione verso il basso: fu l’ultima cosa che vide prima che il colpo di pistola lo colpisse rovesciandolo inerte sopra il terrazzo…

Ora…

La giornata si presentava perfetta per un giro a cavallo: non troppo fredda e con rare nuvole in cielo che limitavano il rischio della pioggia. L’Irish draught dal manto grigio che stava cavalcando era di razza forte e robusta ed aveva conquistata sin da subito la sua simpatia. Sotto certi aspetti le ricordava un po’ se stessa, si adattava ad ogni situazione di percorso affrontandola con la medesima caparbietà e ostinazione per non lasciarsi sopraffare dai numerosi ostacoli del terreno accidentato. Le era stato proposto di prendere un Irish Hunter; ben più appariscente e rinomato per qualità fisiche, ma Esdy si era orientata immediatamente verso il suo Puck Baby, risultatogli gradevole sin dallo strambo nome. Quando doveva instaurare un qualche rapporto con qualche tipo di animale cercava subito il suo sguardo e quello di PB era docile ma fiero: uno sguardo che conquistava. Il paesaggio della contea di Antrim che confina con l’Oceano Atlantico le offriva scorci di territorio sperduto e selvaggio ma dal fascino stupefacente, specie in prossimità delle baie che aveva lambito nella sua cavalcata: si sentiva libera dalle restrizioni della civiltà con le sue regole e i suoi subdoli inganni. Per la prima volta da quando si era lasciata alle spalle la tranquilla vita di Rosslare, Esdy avvertiva una sensazione di benessere. Di fatto risultava essere una fuggitiva, probabilmente le stavano già alle calcagna i servizi segreti e qualche cellula terroristica, una situazione che non avrebbe mai assorbito completamente, ma lo scenario di quella parte del Nord, così distante dalle meschinità dei giochi di potere della sua terra, era riuscito a rasserenarla. Giunse nei pressi della piccola cittadina nel tardo pomeriggio attraversando sentieri difficilmente accessibili se non a cavallo e decise di attendere il calare della sera passando nella zona del porto, dove giace il monumento a Guglielmo Marconi. Poi quando ormai la cappa delle ombre rese più occulti i suoi movimenti, diresse Puck Baby verso la parte più alta di Ballycastle dove la scogliera si fa ripida prima di precipitare sul mare. Lì nella zona più impervia e più alta si trovava la casa di Sir Patrick Smith. Lì il destino di Esdy avrebbe giocato ancora le sue carte sconosciute travolgendo la vita della giovane di Rosslare.

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediaef758b79e0bbe909458c82aa7a3c3642.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.



Autore testi: Keypaxx © Copyright 2009. Tutti i diritti riservati.

Annunci

96 risposte a “Esdy4 • passo1di18 – Il volo della libertà

  1. La quarta stagione di Esdy è composta da 18 passi che saranno pubblicati interamente su questo blog (l’immagine qui sopra raffigura il primo “spot”, utilizzato in occasione del debutto della prima stagione).

  2. accidenti a TE, ma deve scrivere proprio storie così coinvolgenti ed intriganti..
    Ho appena iniziato a leggere Esdy dalla prima edizione per entrare meglio nel personaggio, ed è davvero un bel racconto.
    ciao

  3. Aspettavo con pazienza la nuova stagione di Esdy e devo dire che, come sempre, non sono rimasta affatto delusa di questa partenza. La storia comincia a coinvolgere e farsi interessante già in questo primo passo. Chissà in quale modo questo Smith e quel colpo di pistola stravolgeranno la vita della protagonista?
    Sei bravo come sempre.

  4. Che bella sorpresa! Ero rimasta piacevolmente impressionata dalla lettura precedente e credevo che volessi fare di questa storia un ulteriore romanzo.
    Devo dire che la partenza per questa nuova serie è già al fulmicotone.E’ con grande piacere che ne seguiro’ gli episodi.
    Una buona settimana :)Arsinoe

  5. #2
    albafucens

    Grazie per la tua volontà di leggere questa serie dalla prima stagione. Sicuramente, anche se non è indispensabile, potrà offrirti un quadro generale più dettagliato per gustare meglio la quarta in corso.
    Un sorriso per una serena giornata a te.
    ^________^

  6. #5
    Cassandralady

    Sei molto gentile. La stagione appena iniziata ci terrà compagnia per questo autunno. E spero possa apparirti interessante anche nei prossimi aggiornamenti.
    Un sorriso per una solare giornata.
    ^_______^

  7. #6
    fayum

    No, “Esdy” è una serie che rimarrà ancorata e legata al blog. Almeno nelle mie intenzioni. Credimi, è già abbastanza difficoltoso piazzare un romanzo alla volta.
    ;-P
    La caratteristica di questa storia è quella di manifestare una buona dose di azione e di imprevisti.
    Un sorriso per una luminosa giornata.
    ^________^

  8. Quando ho immaginato, per gioco, un volto in grado di impersonare Esdy, la mia scelta è caduta su Piper Perabo: un’attrice statunitense nata a Dallas il 31 ottobre del 1976, nota per “Le ragazze del Coyote Ugly” e “L’altra metà dell’amore”, oltre al recente “The Prestige”.

  9. #17
    Johakim

    Temo dovrai armarti di un po’ di pazienza, questa volta. La stagione appena cominciata ci terrà compagnia per un pezzo. Ma sono certo che sarà compagnia gradevole.
    Un sorriso per una splendida serata.
    ^__________^

  10. Cosa dire?… è scritto benissimo, ti entra dentro e ti coinvolge, riuscendo a vedere, nel tuo immaginario ciò che descrivi,
    Ed è così piacevole per ora calarsi in questi paesaggi anche a me tanto cari. Esdy, oltre al Clown, sono le prime storie che ho letto sul tuo blog e poi come vedi sono sempre qua.
    Un sorriso.
    🙂
    cri

  11. #23
    tunkulkik

    Grazie per la gentile e generosa osservazione, sono ovviamente molto contento per le emozioni che ti suscita. E spero seguiterà a procurartene. “Esdy” e il “Clown” sono anime narranti di questo blog e ne compongono una buona fetta di anima.
    Un sorriso per una serena serata a te.
    ^___________^

  12. #26
    monicamarghetti

    Grazie Monichella. E alla fine tornò. Spero sarai attrezzata per salire sopra le montagne russe a cavallo di Puck Baby, perchè tra un po’ ci sarà da attaccarsi bene alle briglie.
    ;-P

  13. #33
    Stefy71

    Si, hai centrato le caratteristiche della giovane irlandese di Rosslare, compagna di compleanno. Ma non dimentichiamo anche il suo carico di sensibilità e umanità, che ne fanno una ragazza a tutto tondo.
    Un sorriso per la tua serata.
    ^________^

  14. L’Antrim è senza dubbio la contea più caratteristica dell’Irlanda del Nord: i rinomati Glens of Antrim, di discreta fama, offrono paesaggi sperduti e selvaggi, mentre il Giant’s Causeway, celebre in tutto il mondo, è uno scenario unico e un patrimonio dell’umanità protetto dall’UNESCO (Fonte: Wikipedia).

  15. E cominciamo bene! Insomma proprio quando Esdy ha ritrovato finalmente un pò di pace, arriva Keypaxx e le scombina di nuovo la vita. ;-P
    Bellissimo passo, soprattutto nelle tue descrizioni. Affascinante la scelta del luogo, come del resto tutto il territorio irlandese. Che voglia di essere lì…

    ;-***
    Rosy

  16. Entusiasmante questo inizio di racconto, si intuisce che Esdy andrà incontro a un’altra avventura intensa. Le descrizioni di questi luoghi dell’Irlanda sono ancora più belle attraverso la tua penna di scrittore.
    Ciao Annabella.

  17. mi pare che questo ritorno d esdy sia al fulmicotone come piace a me. la ragazza se la dovrà sbrigare al massimo anche questa volta e il racconto promette scintille! solo che un bel gattino le ci vorrebbe per darle una manina…
    :-p

  18. Ballycastle (“Baile an Chaistil” in gaelico irlandese) è una piccola cittadina dell’Antrim, nell’Irlanda del Nord. Nell’ultimo censimento, del 2001, la sua popolazione era di 5.089 abitanti. È il centro amministrativo e principale del Distretto di Moyle (Fonte: Wikipedia).

  19. #39
    Rosy

    Se Esdy avesse ritrovato davvero la pace… io che cosa scriverei adesso?
    ;-P
    La scelta del luogo è stata meditata, volevo spostare l’azione verso il capo opposto dell’Irlanda, visto che finora avevamo esplorato il centro-sud. Del resto sarebbe stato troppo facile creare da principio trambusto… dove trambusto è già presente, storicamente parlando.
    Speriam di rivederti presto da questa parti, eh.
    ;***

  20. #41
    annabellaparma

    Scrivo senza penna, quasi esclusivamente sopra la tastiera del mio mac. E’ un’abitudine ormai consolidata. Lieto che l’inizio del racconto ti abbia favorevolmente colpita.
    Un sorriso per una serena giornata.
    ^_________^

  21. #42
    fantasia972

    Un’avventura in diciotto parti. La suddivisione in capitoli strettamente legati l’uno all’altro è una delle caratteristiche di “Esdy”. Abitudine comunque ormai rara per le altre serie del blog.
    Un sorriso per una solare giornata a te.
    ^________^

  22. Composto da una popolazione quasi prettamente di pescatori, Ballycastle non è una meta turistica conosciutissima, ma è comunque spessa visitata da turisti e naturalisti per gli splendidi paesaggi sull’Oceano Atlantico e per la vicinanza del complesso megalitico dei Céide Fields e del selvaggio promontorio di Downpatrick Head (Fonte: Wikipedia).

  23. #57
    monicamarghetti

    Allora ti dedico questa, è d’obbligo!
    ;-P

    Furia a cavallo del west
    che va piu’ forte di un jet
    quando fa il pieno di fieno
    se no non sta in pie’

    Furia a cavallo del west
    che beve solo caffe’
    per mantenere il suo pelo
    il piu’ nero che c’e’
    io vorrei salire con te
    e con te mezz’ora sarei
    il capo dei banditi
    prima io son piccolo io
    tocca a me giocare con te
    sono lo sceriffo io
    tu sta zitto sono il capo dei banditi
    sono lo sceriffo io
    ma su Furia si sta anche in tre

    Furia a cavallo del west
    che lava i denti col seltz
    per poi sorridere bene in fondo e’ sul set
    viva la Furia del west
    cintura di karate’
    per sgominare la banda
    piu’ in gamba che c’e’
    io vorrei salire con te
    e con te mezz’ora sarei
    il capo dei Moicani
    prima io son piccolo io
    tocca a me giocare con te
    sono Davy Crockett io
    tu sta zitto sono il capo dei Moicani
    sono davy crockett io
    ma su Furia si sta anche in tre

    Furia a cavallo del west
    che va piu’ forte di un jet
    quando fa il pieno di fieno
    se no non sta in pie’

    Furia a cavallo del west
    che beve solo caffe’
    per mantenere il suo pelo
    il piu’ nero che c’e’

  24. Ciao, KEY.
    So che sei bravo ma io amo gli episodi, non le puntate.
    Comunque avrò più tempo per venire a rompere le scatole e fare la dispettosa….
    Immagino tu sia in brodo di giuggiole!
    Bella l’attrice!
    Sei un esteta , oltre che un cinefilo!
    Abbraccio a te e Furia Monì.
    ^___________^
    Anonima

  25. Il ceppo primario dal quale discende l’Irish Draught risale al XVII secolo ed è rappresentato da gruppi di cavalli che situavano sull’Isola di San Patrizio, nella regione della Connemara in Irlanda del Nord (Fonte: Wikipedia).

  26. #60
    xdanisx

    In questa landa desolata che pare diventare ogni giorno di più splinder, tra commenti dove ricevo risposte per saluti che lascio altrove senza una riga per quello che scrivo, credimi, il tuo dichiarato amore per gli episodi e non per le puntate è più che apprezzato. Se anche fai la “dispettosa” non posso non essere in un brodo di giuggiole; leggere e analizzare quello che un blogger scrive è come stare ad ascoltare attentamente i discorsi di una persona che ti parla e dargli delle risposte appropriate. Indispensabile per la buona educazione e, aggiunto alla tua simpatia, non è certo poco.
    Un sorriso anonimamente firmato per te.
    ^____________^

  27. L’ Irish Draught è molto intelligente e di buona volontà, cosa che gli consente di apprendere con facilità. Inoltre è di ottima indole e particolarmente tranquillo. Testa ed incollatura sono tozze, ma nell’insieme risultano eleganti. Il tronco è piuttosto lungo e ben fatto.Gli arti sono solidi e gli zoccoli ampi e forti. (Fonte: Wikipedia).

  28. Passo per leggere le integrazioni che sono come sempre mirabili e di ottimo ausilio per le delucidazioni inerenti al luogo nel quale tutto l’intreccio della storia si dipana.
    Una felice serata :)Arsinoe

  29. #65
    fayum

    Grazie. E’ piacevole sapere che sono seguite con interesse anche le integrazioni al post. Credo siano utili per poter apprezzare meglio il discreto lavoro che, spesso, si nasconde dietro un piccolo scritto.
    Un sorriso per una luminosa serata.
    ^_________^

  30. Il fatto della questione è che sei mooolto affascinante ed allora si fanno pensieri un pò birichini.
    Caro Padre,
    Ho peccato per eccesso di fantasia ma non credo di aver nuociuto a colui che cotanta fantasia scatena e tiene a livelli di brezza tenera.
    Mi spetta l’assoluzione?
    Sua.
    Anonima

  31. solare giornata carissimo scrittore**
    ho lasciato l saluti ieri ed anche l’altro ieri ma non li vedo…tra splinder ed il mio ufficio non ci capisco nulla!!!
    ho cmq avuto modo di rileggere con piacere la tanto attesa puntata su Esdy, coraggiosa e fantastica fanciulla!! incantevole Irlanda con le sue scogliere…una magica atmosfera con un’accattivante storia…complimenti, bello scrittore:)
    un solare sorriso per una splendida giornata…:))))

  32. #67
    xdanisx

    L’assolvo dai suoi pregi e difetti con un bicchiere di coca cola in mano e il pennello per la barba nell’altra per dispensarne le bollicine.
    Non sono padre ma mi atteggio a figlio, spero possa andar bene ugualmente.
    Un sorriso per una solare serata.
    ^_________^

  33. #68
    utente anonimo

    Negli ultimi giorni splinder sta toccando il fondo della inefficienza, ed è un vero peccato. Non ci rimane che tener duro auspicando in tempi migliori, oltre che tappar le falle con le dita.
    Grazie per l’apprezzamento e la lettura, sono poche parole come le tue a deliziare chi scrive.
    Un sorriso per una serena serata.
    ^_________^

  34. Il marchese Guglielmo Marconi è stato un fisico e inventore italiano. È conosciuto per aver sviluppato un sistema di telegrafia senza fili via onde radio che ottenne una notevole diffusione (Fonte: Wikipedia).

  35. 😉
    Quelle terre dove lo smeraldo si raffredda col turchese del mare o la panna del cielo…
    Grazie, Al.
    Penso che ci dovrò dedicare una giornata per raccogliere le diverse puntate. Anch’io, senza essere dispettosa [a volte è la mancanza di tempo] con difficoltà ti seguo…
    Un forte abbraccio :-)claudine
    PS.
    posso darti un piccolo consiglio 😉
    lascia perdere gli imbecilli… la madre degli anonimi è sempre gravida…
    Ci passiamo tutti, presto o tardi, da quel cancello.

  36. Ciao!
    Come sai non riesco mai a seguire del tutto i tuoi testi, pure mi fa piacere passare a salutarti ogni tanto. IL bello del blog è che si esprime non solo con i post ma con la scelta di un titolo di un template, delle parole dei commenti…

  37. #79
    claudine2007

    Sei fortunata, la quarta stagione è appena iniziata e non comporta la necessaria lettura delle tre precedenti per comprenderla. Consigliata forse, ma non indispensabile.
    Di “persone” come ne descrivi tu ne conosco soltanto una qui su splinder, così egocentrica e disturbata da adottare numerosi e falsi nickname, e da cui mi sono difeso in un paio di post (come puoi notare qui di fianco in “Vicenda diffamazione”). Gli anonimi non sono un grosso problema, invece.
    Un sorriso per una serena giornata.
    ^______^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...