Esdy4 • passo14di18 – Il volo della libertà

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media56c8232477d70119c059d4ad7a16cb2c.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.

Il genio di Gustavo Astiperga, responsabile della costruzione della torre dell’isola dei pensieri, si era premunito di consegnare a dei fidati studenti una copia diversa dei progetti finiti nelle mani del governo. Nel corso degli anni l’esistenza di questo doppione raggiunse i connotati della leggenda poichè ufficialmente nessuno vide mai un progetto differente per la torre. Ma la leggenda era vera, e le carte vennero tramandate da generazione a generazione sino a raggiungere Sir Patrick Smith. Questi decise di sfruttare l’anomalia edile che Astiperga, evidentemente costretto a ideare un’opera che non desiderava sapere a esclusivo appannaggio dei giochi di potere politici, aveva messo a disposizione di pochi accoliti: la pietra prima.
Esdy vi era giunta davanti non sapendo ancora come. Intontita, con un taglio sopra il sopracciglio destro, il braccio sinistro dolorante e quasi inutilizzabile, una serie innumerevole di lividi lungo tutto il corpo; essere ancora in piedi era già un’impresa. Dopo aver affrontato la prima guardia aveva eluso la sorveglianza di un’altra decina di militari, grazie alle sue capacità telepatiche, ma con un altro di loro lo scontro fisico era stato durissimo e inevitabile. L’effetto sorpresa e l’allenamento nel corpo a corpo si erano dimostrati appena sufficienti e soltanto una buona dose di fortuna le aveva permesso l’insperato successo. “Forza ragazza, vediamo se riesci ad andare fino in fondo adesso”, si ripeteva mentalmente per spronarsi. La pietra prima era situata al primo piano e nel corridoio circolare della costruzione, sotto una piccola finestra che guardava ad Ovest. Apparentemente la pietra non differiva dalle altre, se non per la sua funzione. Esdy era consapevole di non avere molto tempo a sua disposizione, l’uomo dagli occhi gialli, la sola persona che non poteva sperare di sopraffare, l’avrebbe raggiunta presto. Anzi, sentiva già il suo viscido sguardo percorrerle la schiena, prepararsi a festeggiare con la sua definitiva cattura; perchè, e di questo si sentiva assolutamente certa, se fosse caduta ancora nella sua rete questa volta non sarebbe riuscita a fuggire. Però era veramente pronta a tentare la sorte? ce l’avrebbe fatta a uscire incolume da quella drammatica situazione? Si asciugò il sudore salato che le scendeva dalla fronte e insieme a esso anche una sottile striscia di sangue che sgorgava dalla ferita “ci sei soltanto tu qui; devi farlo, devi farlo, devi farlo, devi…”
«Eccola! … metti subito le mani dietro la testa! arrenditi!»
gridò un militare giunto a pochi metri da lei e interrompendo il filo dei suoi pensieri. Probabilmente uno dei due agenti si era liberato dai legacci in cui l’aveva imprigionato, dando l’allarme. Il corridoio ormai brulicava di divise che stavano convergendo lì dalle scale del seminterrato; sette, dieci uomini, Esdy non riusciva neppure a contarli. Il suo tempo era scaduto. Fece scorrere le dita nella piccola fenditura a lato della pietra prima e la estrasse con un gesto velocissimo; lo spazio lasciato vuoto venne immediatamente riempito dalla pietra superiore, in una fragorosa catena che liberò una cappa di polvere e detriti. Prima che chiunque si rendesse conto di quanto stava accadendo, la torre crollò.

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediad41a47a823ba46d2ef00a3d898dcbfa4.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.



Autore testi: Keypaxx © Copyright 2009. Tutti i diritti riservati.

Annunci

104 risposte a “Esdy4 • passo14di18 – Il volo della libertà

  1. Ma sei tremendo! Uno apre il blog   speranzoso……chissà se Keypaxx, spinto dalle cortesi insistenze ha postato?" si chede il lettore mentre aspetta ansioso che gli si apra la pagina.Ed ecco che davanti ai suoi occhi si palesa il nuovo episodio! Evviva, c’è, c’è, vediamo che dice. E il lettore  comincia a leggere e man mano che procede rimane intrappolato nelle spire della suspence, si mordicchia le dita, non vede l’ora di arrivare in fondo.  Ed ecco che zac! Di colpo  l’episodio è finito, sul più bello l’autore ci chiude la porta in faccia e noi rimaniamo lì come inebetiti. Poi ripercorriamo il percorso fatto: dunque la ragazza si è liberata dagli inseguitori, giunge davanti alla pietra, la tocca, la toglie e crolla tutto. E poi? E poi il seguito alla prossima puntata. E si rimane lì con la voglia di prendere l’autore per il collo e dirgli minacciosamente "dicci almeno se esce viva dal crollo".
    Complimenti Paxxino! Canagliescamente come al solito ci hai servito il nuovo episodio dopo che avevamo fatto del pressing, un vero capolavoro di "come vi tengo in angustia io non vi tiene nessuno" e te ne vai tranquillamente, arrivederci, il seguito alla prossima puntata……Bè, non te ne approfittare, sai? Che se poi noi si perde la pazienza…….
    ,.=________________=

  2. Concordo con SuzieQ…. c’è un velato "sadismo".. una sorta di "hihihihi vi tengo in pungo"….. un che di "vi lascio col fiato in sospeso" in questo racconto! Ci vuoi far venire un infarto??

    Mi tocca aspettare… come a tutti…. in religioso silenzio fino al prossimo bellissimo scritto!
    Un abbraccio grande
    Johakim

  3. Un passo stupendo che descrive il piano di Sir Smith fino ai minimi particolari. Ricordo quando scrivevi di prestare attenzione alla figura di Astiperga, e avevi ragione, perchè è proprio grazie a questo genio che Esdy riesce a distruggere la pericolosa torre degli esperimenti. Finalmente raggiunge il suo scopo…… ma a quale prezzo? Non ci è dato per ora a sapere, abilmente tessi la tua trama, da scrittore capace e dalla penna incantevole, e lasci sospeso quel crollo affinchè possa venire assorbito dalle nostre menti di affascinati lettori. Bravissimo.

  4. Nella storia dell’architettura le torri hanno avuto in tutto il mondo un particolare rilievo, come elementi sia funzionali (di vedetta o di avvistamento, campanili, minareti, torri dell’orologio, torri del vento, ecc.) sia di prestigio (Casatorre, torre gentilizia, ecc.), spesso fondendo in un unico elemento due o più caratteristiche di fruizione.

    (Fonte: Wikipedia)

  5. #2
    SuzieQ

    Concordo su quello che hai scritto. Sono tremendo, canaglia e anche un po’ sadico. Sfortunatamente, però, non sai ancora quanto.
    ;-P
    Ora, mentre ti lascio struggere nella mia affermazione sibillina, posso aggiungerti soltanto che scoprirai qualcosa nel prossimo aggiornamento, e potrai affermare: "è vero, non sapevo quanto!"
    Così, appagata dall’averlo scoperto, convinta di aver raggiunto l’apice, ti renderai conto persino nel passo successivo ancora che, nonostante tutto, non ci sono ancora limiti al mio essere tremendo, canaglia e anche un po’ sadico.
    ^________________^

  6. #3
    Johakim

    Concordo sul "velato sadismo", ma neanche poi tanto velato, eh!
    ;-P
    Mettete a riposo il cuoricino che c’è di peggio per torturarlo, al mondo.
    Gustatevi lo scritto e armatevi di pazienza.
    Un sorriso per una solare giornata a te.
    ^___________^

  7. #4
    Cassandralady

    Abbiamo scoperto quale fosse il piano di Sir Patrick Smith in questo passo. E abbiamo scoperto anche quale fosse il legame tra il piano dei protagonisti e la figura storica (inventata) di Gustavo Astiperga. Evidentemente, neppure nei secoli passati, l’umanità non è mai stata al riparo dalla fame di potere e dai disegni di chi stava al potere. I geni però, avevano maggiori possibilità di eludere le menti meschine.
    Un sorriso per una serena giornata a te.
    ^____________^

  8. Il periodo di maggior diffusione delle torri in Europa, però, è stato sicuramente il Medioevo, quando vennero sfruttate, grazie alle loro caratteristiche difensive, anche per esigenze abitative.

    (Fonte: Wikipedia)

  9. ….vedo che ho delle sostenitrici, la cosa mi fa piacere. Ma veniamo a noi, mio ineffabile , raffinato amico, ma tu credi veramente che io abbia paura delle tue minacce? Pensi davvvero che io mi stia struggendo per ciò che sarà? Pensi che mi stia dannando per quello che scriverai prossimamente su questi  schermi?
    Caro il mio alienuccio, io sto qua in prima fila a godermi le tue scoppiettanti minacce. Se non altro hai abbandonato un pò il tuo solito stile fatto  di affermazioni sibilline tipo "si vedrà, forse che sì, forse che no, può darsi,, effettivamente c’è la possibilità che, non vorrei sbilanciarmi ma,  potrebbe anche darsi che in via del tutto eccezionale ecc…."
    Ora il gioco si fa duro e i duri cominciano a ballare ed ecco che siamo passati a toni più decisi del tipo "in verità, in verità vi dico, ora vi faccio vedere io, tenetevi forti, voi non sapete con chi avete a che fare, apocalypse now!"
    Pensi dunque che io e con me tutti gli altri ci acquattiamo come pavide mammolette? Ma se non stiamo aspettando altro! Vero ragazzi?
    Paxxino, la senti la ola? Esdy Esdy Esdy….. e allora dai, sii cattivissimo, canaglia, tremendo, come ti pare ma "facce sogna’"! 
    ^____________^

  10. Commento n. 6

    rileggo e mi sbrodolo di compiacimento……
    <…posso aggiungerti soltanto che scoprirai qualcosa nel prossimo aggiornamento e potrai afferrmare: "è vero, non sapevo quanto!">
    Tu dirai: "embè?" Embè una cippa, per uno che, pressato dalle domande,  al massimo della generosità rivelava cautamente "chi vivrà vedrà", questa tua frase, sia pure ermetica, è quasi come rivelare il segreto di Fatima! Cavolo, mi dici che scopriro qualcosa, e questo è già un grosso indizio,  e addirittura aggiungi <nel prossimo aggiornamento>! No dico, avete capito bene? Nel prossimo aggiornamento! E’ sconvolgente! Allora è vero, lassù qualcuno mi ama……..
    Paxxino, mi sento come Esdy davanti alla torre, ho tolto la pietra…..seguirà il crollo.
    0____________= 

  11. Al cardiopalma questo nuovo capitolo di Esdy! Ero curiosa di conoscere il suo piano e scoprire come avresti utilizzato questo Astiperga: Mi hai accontentata! Ma……. adesso? Esdy se la sarà cavata sotto quel crollo? E i suoi amici? Si lo so….. domande su domande che devono aspettare. La storia è meravigliosa!

  12. Paxxinooooo, dove sei?  Ce l’hai  con me? Alberto, non ci provare nemmeno! Se hai in mente di passare stanotte sopra casa mia con la tua vecchia carretta che tu definisci pomposamente "disco volante", con lo stereo a tutta manetta e i fari abbaglianti a pieno regime per intimidirmi, sappi che ti tengo sotto tiro con la 44 Magnum che mi ha regalato il grande Clint. Ho un ottima mira e ti ridurrò la bagnarola ad una reta da pesca. Ocio, alieno, ocio……
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

  13. Sì, ci lascia col fiato sospeso, è vero. Ma non è per questo che veniamo qua….O che leggiamo il blog di key, o Paxxino che dir si voglia la suspense è d’obbligo, e il nostro Alieno è un genio in quest’arte. Non dico che non sia sadica la cosa, ma pensiamoci Steven King non fa anche di peggio. E’ bravissimo, il post è stupendo non sappiamo per un po’ come è andata, se si è salvata o no Esdy. Ma queste sono le regole del gioco care amiche e amici.  Io sto con Key. (qualche volta bisogna fare anche l’avvocato del diavolo, o andare controcorrente!)
    Bravo Key bellissimo post!
    Buona Serata.
    🙂
    cri

  14. La tipologia più antica di torre medievale è quella a base circolare, probabilmente ispirata dalle torri inglobate nelle mura delle città romane, che trovò diffusione nel ravennate (soprattutto nei campanili).

    (Fonte: Wikipedia)

  15. #13
    SuzieQ

    Ordunque, in verità hai seguito un ragionamento, del tutto personale, frutto di supposizioni su affermazioni che… non ho, ahinoi, fatto. Ma se non ti struggi; buon per te. Così sarai adeguatamente pronta a quel che verrà.
    ^___________^

  16. #15
    lavigneavril

    Si, abbiamo scoperto quale fosse il collegamento con Gustavo Astiperga e perchè fosse importante nell’economia della trama.
    Per il resto ti ringrazio e… restiamo in attesa di quello che sarà.
    Un sorriso per una serena serata.
    ^________^

  17. #16
    SuzieQ

    Eccomi, eccomi… come potrei mai avercela con la Gianburrasca dei miei commentatori? ci vuole sempre un po’ di pepe… di sale e magari anche di spezie, per cucinare un gustoso piatto di carne!
    8-9

  18. #17
    tunkulkik

    Esatto. Le regole del gioco della suspense sono queste. In fondo, pensateci, potrebbe persino essere molto peggio: potrei aggiornare una sola volta a settimana, oppure ogni due, o peggio ancora dilungare i passi, fino a trenta, cinquanta, o più, naturalmente con le stesse caratteristiche di attesa di questi. Ecco; in quel caso sarei veramente molto più sadico di quanto già io non sia.
    ;-P
    Un sorriso per una solare serata a te.
    ^___________^

  19. Le torri a base circolare erano staticamente più affidabili, ma anche meno facili da costruire per la necessità di tagliare i conci (le pietre), livello dopo livello, con le facce interne inclinate, come quelle degli archi.

    (Fonte: Wikipedia)

  20. Le Torri simbologicamente ergendosi verso l’alto rappresentano il desiderio nonchè la presunzione dell’uomo  di predominare.. ergersi al di sopra..

    Questo passo è molto avvincente,  Esdy che lotta e riesce a raggiungere il cuore pulsante della Torre, ed è molto intrigante e avvincente tutto il discorso che ruota intorno alla "pietra prima"

    ..Esdy  che riesce a raggiungerla… nell’attimo finale.. e la estrae..

    eh .. sì .. sei davvero sadico caro il mio alieno, mi sono sempre astenuta dall’esprimermi in merito al tuo lasciarci " a bocca asciutta".. ma stavolta mi unisco al coro..
    e ti dico "affettuosamente" che sei davvero tremendo.

    p.s. non centra nulla, ma non perchè questo tuo passo e la Torre, mi fanno pensarecome atmosfera.. al libro e al film "Il Castello" di KafKa, 

  21. La torre se è per questo, ha molte simbologie: Freud avrebbe detto che era un simbolo fallico, attinente a tutti i simboli fallici che dall’antichità ci pervengono, i Lingham, i menhir, mentre i dolmen sono simboli femminili come puo’ essere una grotta, la grotta di Platone, ad esempio rappresenta proprio l’utero in cui è in formazione l’uomo. L’uomo poi ha delle rappresentazioni, ma questo solo grazie alle categorie  aristoteliche.Questo detto molto in fretta, estringato. Se si fa un giochetto molto smplice ci  si accorgerà che Freud, per quanto sia spiacevole, divide tutti gli oggetti in maschile, o fallici e femminili, o uterini… Ok, è stato l’inizio di una grande strada…. ma secondo me la strada era già aperta con la filosofia, e con altri particolari che non comprendono la libido umana, bensì le memorie ancestrali o gli Archetipi, e qui Jun g è grandissimo…. Scusate l’estrema sintesi o l’aver ridotto scuole di pensiero ai minimi termini è così …..
    Scusa Key ma quando si tratta di simbologia ci vado a nozze, ma ovviamente non mi posso dilungare….!
    Serena serata.
    🙂
    cri

  22. Non ho fatto altro che avere crisi esistenziali per la paura di finire in un ufficio a fare qualcosa che in realtà non sentivo di fare, con la paura di stare male, di sentirmi in gabbia, di non trovare il mio posto…ma poi ho visto un barlume di speranza…ora preghiamo, perchè voglio che vada, voglio essere scelta!

    un bacione Key, e perdonami l’assenza! :*

  23. se tu non fossi così come sei, pensi che sarei qui a fare casino? No, me ne andrei nel blog di Amelia Vattelapesca, a leggere i suoi post pieni di strafalcioni, o addirittura me ne andrei su feisbuc per contattare i vips e se ancora non mi andasse bene, mi farei un social network su misura per me dove  aprirei un bllog di rottura (di palle) dal titolo "il blog di Suor Invereconda da Monza", sottotitolo "le avventure della sorela minore della celebre Monaca del  Manzoni
    Ma siccome tu ci sei preferisco venire a fare la ballbreaker qui. Perciò non ti preoccupare, perchè ci vuole altro per impressionarmi.  Dici che non posso assolutamente immaginare a che cosa ti riferisci, può darsi, come può darsi anche che io non ci tenga poi tanto ad immaginarlo; e poi tu che ne sai fino dove può arrivare la mia immaginazione? 0_______=

  24. Leggendo questo passo
    mi si è disegnato un sorriso sornione
    sul viso.
    Ho pensato al tuo ed ho sentito
    che la bellezza di Esdy sta proprio
    non tanto in ciò che traspare di Lei
    ma in quanto invece conserva gelosamente
    dentro di sé.

    Quel qualcosa di unico e non visibile
    che può farla diventare l’eroina di un libro
    o la sua stessa rovina.
    Quel qualcosa che di Lei
    è
    e si chiama Imprevedibilità
    non percezione reale del Sé.

    E’ un gioco astuto e di gran forza mentale
    che difficilmente può essere espugnato
    dall’Uomo con gli occhi gialli
    forse perchè nemmeno Esdy
    ha piena coscienza delle sue potenzialità
    ecco perchè in questo frangente
    sente di essere meno forte di Friel.

    Almeno questo è quello che percepisco
    come anche che la fine della storia
    non sarà nè banale nè scontata
    perchè niente in Esdy è scontato
    seppur possa sembrare "interpretabile".

    Ora Lei ha paura
    ma nonostante questo
    agisce velocissimamente
    nel gesto di togliere la prima pietra
    senza preoccuparsi
    che le potrebbe arrivare una fucilata
    dritta nel petto.

    Quel gesto sarà una
    reazione a catena.
    La caduta della Torre
    potrebbe sembrare la fine del libro
    con l’abbattimento del male.
    Ma può il male essere sconfito
    solo da una pietra?
    Davide uccise Golia così…
    Ma qui c’è ben altra storia
    poichè il male è nascosto
    in modo più "fine".
    Niente dev’essere dato per scontato
    perchè anche la banalità più assoluta
    può nascondere mille sorprese.

    Complimenti
    Attendo col fiato sospeso
    il prossimo capitolo

    Ps
    Avvincente la descrizione della Torre da abbattere
    che mi ha riportato al ricordo
    di una zingara che anni fa mi lesse i tarocchi.
    Che buffo magari non ha attinenza
    ma mi piace l’idea di raccontare
    questo anedotto
    dove arrivata a leggere tutte quasi tutte le mie carte
    nel mezzo di due buonissime
    uscì proprio la fatidica Torre che simboleggiava
    il crollo imminente di una situazione
    che si basava sulle mie capacità intellettuali e materiali.
    Ho avuto paura…
    ma al contempo mi sentivo fiduciosa.

    La scelta era tra l’applicazione lo studio
    e la pazienza di attendere
    la realizzazione del mio sogno
    o la Presunzione di voler sembrare "più grande"
    senza le dovute competenze
    pur di arrivare ambiziosamente al mio scopo.

    Ho deciso per l’attesa di tempi più maturi
    laddove
    L’amore
    lo studio e la volontà per ciò in cui credevo
     hanno fatto si che
    con il tempo appunto
    tutto accadesse.

    Buon sole:))

  25. Un capitolo di Esdy che si legge tutto d’un fiato, ti incolla al monitor e si gusta parola per parola. Come sempre si legge sul tuo blog. La missione è completata, anche se con fatica Esdy è riuscita a concludere il piano. La suspense è altissima… davvero bello.
    Ciao Annabella.

  26. La tipologia della torre venne del tutto abbandonata in epoca rinascimentale, ma talvolta ne vennero inglobate le suggestioni in edifici rimaneggiati, come nelle ville agresti, che iniziarono ad essere popolari proprio in quel periodo, dove talvolta si inglobava nel nuovo edificio una vecchia torretta fortificata.

    (Fonte: Wikipedia)

  27. #28
    albafucens

    La torre, simbolicamente, racchiude diversi significati. È legata, nel mio caso, all’evolversi della trama e ad un utilizzo piuttosto fantasioso. La pietra prima è l’elemento nuovo, l’elemento cardine, che Gustavo Astiperga sfrutta per riparare, in parte, a un’opera il cui fine non riscontra la sua approvazione. L’aiuto, insomma, proviene dal passato, nel caso di Esdy
    Grazie per trovare un’atmosfera simile a quella evidenziata da Kafka, che però non ho sfruttato nell’ideazione della mia trama.
    Un sorriso per una solare giornata a te.
    ^___________^

  28. Un vero e proprio revival delle torri come elemento ornamentale in alcune tipologie edilizie si ebbe durante l’Ottocento, quando la moda romantica del ritorno al passato fece sì che si tornassero ad usare anche in architettura stili propri di epoche precedenti.

    (Fonte: Wikipedia)

  29. #29
    tunkulkik

    Molto interessante leggere le tue osservazioni in merito a questa simbologia. Naturalmente sono delle sintesi, ma davvero utili per addentrarsi in un argomento ampio e spesso ostico come quello trattato dalla psicologia moderna. Gli studiosi, come affermi tu, hanno spesso preso spunto dai grandi del passato come Platone o come i simboli, ancora oggi occulti, di alcuni manufatti.
    Io stesso invento una figura come quella di Astiperga per dare origine a studi legati alla psicocinesi e affini.
    Un sorriso per una solare giornata a te.
    ^__________^

  30. Le torri costiere sono strutture fortificate situate lungo i litorali. Nei secoli passati, svolgevano funzioni di avvistamento, difesa ed offesa, al fine di prevenire e/o contrastare possibili invasioni dal mare, molte delle quali venivano condotte dai Saraceni.

    (Fonte: Wikipedia)

  31. #32
    SuzieQ

    Certo che ti ci vedrei davvero bene nei panni di Suor Inveroconda da Monza…
    o____O
    Occhio che, quando hanno offerto una parte simile alla Canalis, si è dovuta mettere desnuda. Poi però ha raccattato Clooney.
    Non oso immaginare dove possa giungere la tua immaginazione, preferisco sbucciare una patata alla volta per fare il minestrone.
    Un sorriso per una solare giornata da ballbreaker gianburrascoso.
    ^___________^

  32. #33
    yeiazel

    Sulle tue prime parole si cela una grande verità che ancora… non puoi conoscere: e probabilmente questo è il mio sorriso sornione, ora.
    Hai ragione quando parli di scontro mentale, sugli equilibri che sembrano dichiarare qualcosa, salvo poi essere smentiti in corsa, cammin facendo. Ma questo è un po’ lo stile con cui ho scritto "Esdy"; il capovolgimento continuo delle situazioni, il movimento perpetuo.
    La caduta della torre rappresenta il termine di una fase della stagione, la fase però dello scopo palese. Quel che resta dietro le quinte è, forse, più importante di quello che, sinora, è stato svelato.
    Bello anche l’aneddoto che scrivi riguardo la zingara; esistono molti modi di affrontare il fato avverso, e ognuno dei quali va preso a seconda delle nostre caratteristiche ed esperienze. A volte, l’attesa, è uno dei più redditizi e appaganti.
    Un sorriso per una serena e solare giornata a te.
    ^_____________^

  33. #35
    annabellaparma

    La missione è compiuta. Quel che resta ora è tutto da vedere.
    Lieto di leggere che anche questo passo sia stato di tuo gradimento.
    Un sorriso per una serena giornata.
    ^_________^

  34.  Nooooooo! E ora? Mi aspettavo quasi che per Esdy fosse finita…però tutto mi aspettavo ma non che la torre crollasse! Ci lasci sul più bello! 🙂

    Un bacio e un buon fine settimana carissimo! ^___^

  35. Mi piace  percepire
    il mistero di qualcosa
    ma non svelarlo
    …così il tuo sorriso 
    ora è il mio:D

    (Giochiamo a scacchi?
    Adoro gli scacchi:D
    anche il biliardo eh?
    ho sempre una palla n° 8 da giocare;)
    o si vince o si perde
    Esdy gioca a scacchi?
    E a biliardo?
    sorrido:D
    perchè a volte penso di avere
    una sorella gemella nella tua testa:D

    A parte gli scherzi…

    Mi soffermo sul movimento perpetuo
    Circolarità di movimento
    che mi fa pensare
    che gira gira
    si ritorna sempre al punto di Partenza… 

    Un sorriso donato
    è un sorriso restituito;)

  36. sembra quasi di avere letto il finale…….ma il finale non è! sono una gatta ma so contare…..e leggo 14 su 18

    mi piace molto sia il post e sia l’immagine che metti all’inizio, intrigante il mistero nascosto dietro questa "pietra prima". certo che astiperga un bel genione era, di quelli con la lampada dentro la testolina!

  37. ……mi piace anche quando esdy si sprona ad andare avanti nonostante tutto, sa bene che cosa le accadra, eppure prosegue nel suo intento di fare crollare la "torre dei problemi".

    da quanto ho capito la causa di tutto parte dalla torre…. la torre e il mezzo e lo stumento, speriamo di vedere punita anche la mano dietro il mezzo!

  38. #51
    ceinwyn

    No, non è ancora finita. Mancano quattro passi alla conclusione di questa quarta stagione e, l’ultimo dei quali, è un passo doppio. Da qui alla conclusione si risolveranno altre questioni rimate in sospeso… e altre nuove faranno la loro comparsa. Concordo però sul fatto che questo potrebbe benissimo essere un finale.
    Un bacio per un sereno fine settimana anche a te.
    ^________^

  39. #52
    yeiazel

    Purtroppo me la cavo egregiamente solo a dama, a risiko, o con le bocce…
    :-/
    ma sono certo che Esdy, invece, ha delle potenzialità anche con i giochi che citi tu. E forse qualche "palla numero 8" nascosta nella manica.
    🙂
    Interessante la tua supposizione conclusiva, non posso sbilanciarmi (nonostante la tua abilità a cercare di aggirare la serratura), ma riguardo al moto perpetuo, indubbiamente, la circolarità del movimento conduce verso quella direzione.
    Un sorriso rinnovato a te per una serena serata.
    ^_____________^

  40. #55
    catwomandark

    Bella definizione "la torre dei problemi". In effetti, la missione di Esdy e del piccolo gruppo che l’accompagnava era dettata proprio dall’esistenza di questa torre. La stessa che ha condizionato la sua infanzia e, presumibilmente, quella di molti altri ragazzini.
    Un sorriso per la tua serata.
    ^_________^

  41. Ho letto questo capitolo con attenzione e, come è noto a chi ti segue con continuità, il tuo scrivere è di ottima qualità, arricchito dalle immagini sempre suggestive e, oserei dire, oscure. L’immagine regala un approccio immediato che bypassa la razionalità. Diventa emozione non pensante, cosa che sanno bene i "creativi pubblicitari" e coloro che, semplicemente hanno  sensibilità ed amore per questa forma espressiva. Le foto sono in sintonia col tema trattato e le tue capacità, ricordando anche la delicatezza con cui illustri le vicende di Al e Bo, o le promozioni del tuo libro "Fiore nella neve" ne sono riscontri certi, per gli amici.
    .
    La torre che crolla è l’evento finale di questo capitolo. Non sono esperta di simbolismi, benchè, data la mia più che ventennale passione per gli arcani dei tarocchi, non possa ignorare la forza della Maison Dieu, la XVI carta, che ricorda la Torre di Babele e che impressiona sempre chi fruisce di questa visione.
    La tua prosa, Key, è incalzante ed appassiona, lascia in attesa  chi segue le vicende di Esdy.

    Apprezzo il lavoro di ricerca wikipendiano che, in questo clima di superficialità che colpisce molti blog, mi parla così:" Caspita però Key quanto è bravo e profondo, non si limita a dare voce alla narrazione, ma va decisamente oltre, dando dosi di approfondimento e ci si diverte, ne sono certa, perchè mostra passione in tutto quello che propone".

    Mi sono scialata di gusto con le tue sortite su A. Fabrizi, che era un artista di cui ogni tanto vado a cercare certe cose su you tube. Per i romani, è un pezzo di questa citta che non esce dal cuore neanche a calci nel sedere.

    Ti abbraccio, Key. Sei braverrimo, lo sai.
    Anonima

  42. Dimenticavo una cosa, caro KEYPAXXXXXXXXXXXXX:
    Si potrebbe avere l’anello come da foto montato in oro bianco e smeraldi?
    Per la caratura , fai pure tu,ma almeno 3,5.

    Ed ora il mio saluto

    ^_______________________^

    p.s. Adesso voglio la sufficienza perchè se mi rimandi a Settembre ti riempio di scempiaggini.
    CHIARO?
    D’ACOORDO?

  43. e dopo la tua affermazione sul "tutto che puo accadere", sono ben all’erta con le orecchie dritte. non ne dubitavo……ma adesso sono ancora piu curiosa: la curiosita mica e solo femmina, e anche gatta! miaooo….

  44. #65
    xdanisx

    Molta carne al fuoco, direi. E carne gradevole.
    Scrivo quello che diverte me, per primo; il fine sarebbe quello di divertire anche gli altri, coloro che hanno la bontà di leggermi. A volte i post hanno carattere drammatico, a volte più solare; dipende dalla linea con cui nasce una singola serie.
    Nel caso di "Esdy", la predominanza è quella di un tono più drammatico, a tratti cupo, ma senza mai scordare la profonda umanità che pervade ogni personaggio.
    Le immagini, pur estrapolate dalla rete e, a volte, rielaborate graficamente, sono frutto di un discreto impegno di ricerca.
    Le interazioni con Wikipedia (e, per la verità, non soltanto con questa enciclopedia on line) sono ulteriore impegno per tentare di offrire un prodotto il più completo possibile e variegato.
    Molto vero quello che pensi: "Key non si limita a dare voce alla narrazione, ma va oltre e ci si diverte". Perchè se, alla base, non ci fosse un sano spirito di divertimento, la noia e l’inutilità sarebbero la prime cose a comparirmi davanti.

    La punta estrema di quello che faccio, e che ho fatto, rimane Fiori nella Neve; un libro che gli amici virtuali (e non) hanno avuto la delicatezza e l’entusiasmo di acquistare.

    Un sorriso a te per una solare serata.
    ^_____________^

  45. #66
    xdanisx

    Non saprei dirti a quanto ammonta la caratura dell’anello; purtroppo non mi intendo molto di pietre terrestri e le prendo direttamente dallo spazio. Se ti accontenti di un vetrino colorato, sono sicuro di riuscire a prendere pietre anche molto più grosse e luminose.
    ;-P
    Ecco, se io fossi maestro, sicuramente potrei anche darti un ottimo voto… e di certo avere un portafoglio decisamente più dignitoso del mio.
    ;-P
    Una serena serata sorridente, sperando di non dover attendere il prossimo settembre per rivederti.
    ^___________^

  46. …   e con questo crollo aumenta in me uno stato d’ansia ed angoscia…anche perchè ci lasci di nuovo con il fiato sospeso…sei kattivo lo sai vero?
    ….come sai che soffro in questo periodo ho guai ovunque pc compreso…ma spero di tornare presto!
    un bacione
    monicamarghetti 

  47. #81
    monicamarghetti

    Ormai qui si impara a nuotare in apnea, trattenere il fiato è basilare per quel tipo di nuoto. In fondo anche Esdy stessa si è tuffata, nel passo precedente, ha inspirato a pieni polmoni e… pluff…
    Spero sistemerai presto i tuoi guai generali e con il pc, così da tornare serenamente con il tuo cappellino giallo compreso.
    Bacioabbraccio monicoso per la serata.
    *_______*

  48. Siiiii…anche stavolta ce l’ha fatta!…l’uomo dagli occhi gialli, la grotta in apnea, karate con più uomini…è una forza della natura la Esdy,  ora l’adrenalina e la serotonina combattono in me …il seguito lo leggerò di mattina Key.
      Buonanotte Muaaah !

  49. #83
    lunacresente

    La disperazione e la tenacia spingono le persone a sembrare delle autentiche furie, a volte. In grado di affrontare situazioni che sembrano perse in partenza.
    L’adrenalina, sotto quest’ottica, è un elemento che influisce molto.
    Spero potrai leggere in orari a te più consoni e gradire sempre la lettura.
    Un sorriso per una serena domenica.
    ^__________^

  50. Caro Key
    ho sempre nella manica
    la mia particolare predisposizione
    allo studio non solo dei personaggi
    ma in generale di chicchesia.

    Così è normale per me
    cercare anche attraverso le tue piccole
    rivelazioni,nonché indizi
    lasciati qui e là
    cercare di entrare sempre più in sintonia
    con il pensiero di chi crea.

    Non ho la presunzione di sapere
    ma mi porgo con la sensibilità
    di chi non si ferma al "ciò che vede"
    che è la peculiarità
    di chi non vede niente
    e pensa di sapere sempre tutto.

    Ho chiesto se Esdy sapesse giocare a scacchi
    o a biliardo proprio per questo
    perchè ha doti sopraffini ben celate direi;)
    e che anche giocare a dama o a bocce
    richiedono(rido*)

    Per il resto sento che quella circolarità
    mi piace…
    e segnerà parecchio i prossimi passi…
    sorprendendo tutti noi
    per la tua abilità di descrizione minuziosa ed immediata.

    Ti auguro un buon fine domenica
    ed un inizio sereno di settimana.
    Ciao…:)

  51. #87
    yeiazel

    Qui in rete la peculiarià di fermarsi a vedere le apparenze (e talvolta neppure quelle), è merce abbastanza diffusa (ma lo è anche nella "vita esterna").
    Proprio questo "fermarsi alle apparenze" è fonte di sottili dispiaceri.
    Mi sono spesso chiesto per quale motivo continuare, perchè non prendere, semplicemente, il mio disco volante e svanire nello spazio oscuro; in fondo è nella indole del personaggio da cui ho preso spunto (Prot), e sarebbe soltanto coerente con il pensiero "alieno". Dopotutto, ricevere commenti che dimostrano una totale assenza di lettura dei miei post o, peggio, di intellettuali che si riempono la bocca con i classici della letteratura e neppure si sognano di leggere il mio libro ritenendolo, probabilmente, non all’altezza della loro illustre e colta persona, farebbe cascare le braccia a chiunque, dopo un po’.
    Quindi perchè andare avanti?
    per lo stesso motivo per cui si prosegue nella "vita esterna", perchè esiste sempre qualcuno che non si ferma alle apparenze, che legge, che riflette, che va… oltre.
    Un sorriso a te per un solare nuovo inizio di settimana.
    ^___________^

  52. Ecco vedi…ora ho letto le tue parole
    sia nelle virgole che nei punti
    che non solo mi confortano
    ma in linea di massima
    mi fanno sentire meno sola
    almeno qui dentro.

    Concordo perfettamente su tutto
    e non cambierei una sola parola
    di quanto da te detto
    con una aggiunta:
    se mai ti dovesse venire voglia
    di scappare via passa anche dalle mie parti
    che t’accompagno nel viaggio volentieri.

    Tante volte mi capita di sentirmi aliena
    ma va bene così…si va bene proprio così;))

    Ti ringrazio invece
    per l’attenzione che hai posto nel leggermi
    andando anche oltre il detto…
    E’ qualcosa che apprezzo moltissimo
    in tutte le persone che sanno davvero
    "guardare"…col cuore…
    Grazie davvero…

    Un abbraccio in attesa del nuovo passo
    e a breve ci sentiremo per altro…
    lasciami passare il mese:D

     

  53. Non so se sei stato veloce piu’ del solito tu a postare o se presa da diverse cose sono io piu’ lenta ad arrivare alla lettura del tuo racconto.
    In ogni caso, adesso mi sono letta con attenzione i tre brani che hai postato e li ho letti tutti d’un fiato tanto mi ha preso l’incedere narrativo.
    Devo dire che la chiusura di questo ,che potrebbe lasciare intendere già una fine, in realtà credo che sia come una sorta di nuovo trampolino per il passo successivo in cui Esdy di sicuro indomita proseguirà nel suo percorso.
    Sempre bello leggerti, ti auguro una piacevole e buona settimana 🙂

  54. #93
    Johakim

    Purtroppo, ogni tanto succede che splinder faccia le bizze. L’importante è persistere… a distanza di un po’ di tempo: alla fine ci si riesce.
    Un sorriso per un solare inizio di settimana a te.
    ^________^

  55. #94
    yeiazel

    Si, in effetti a volte dimentico di non essere l’unico "alieno" nell’universo.
    ;-P
    Non hai nulla di che ringraziare; l’attenzione è uno scambio reciproco, un pegno, assolutamente volontario e gradevole, del dare e dell’avere.
    Un sorriso a te per una solare serata.
    ^_____________^

  56. #95
    fayum

    Lieto di rivederti e che tu abbia potuto leggere con attenzione gli ultimi passi.
    Esdy ora è arrivata ad un punto cruciale: la missione è, apparentemente, compiuta. Ma resta da vedere se questo servirà e a quale prezzo ha ottenuto l’importante risultato.
    Un sorriso per una serena serata a te.
    ^____________^

  57. #99
    xdanisx

    In effetti, nessuno guadagna meno di un disoccupato.
    E c’è davvero da pensarci bene.
    La musica è sempre un argomento assolutamente… universale.
    Un sorriso per una solare giornata.
    ^____________^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...