Cammarata3 • parte 2di7 – La volpe e l’uva

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediaa1e27dc5ce8d461dd76e5393131ce362medium.jpg

In un certo senso, Vito Cammarata poteva considerarsi più a casa in quel luogo che a Trieste. Muggia è infatti il comune più a Sud del Friuli-Venezia Giulia. E per un uomo dalle origini siciliane, il sapore del Sud, di qualsiasi regione si tratti è sempre un sapore molto forte. Il tentativo di inserire un elemento esperto come Carletto “il lungo” Baccaroso si era rivelato tanto soddisfacente quanto deludente. Certo, per un’altra persona più attenta ai risultati concreti, la questione sarebbe stata analizzata da un’ottica differente; ma il commissario Cammarata non badava soltanto ai risultati concreti, anzi. La sua attenzione veniva catturata da ciò che non era evidente. E di evidente, a Muggia, c’era davvero ben poco.
Soltanto l’uva del vigneto era un fatto concreto. E qualcuno, stando a quanto confermatogli dal Baccaroso, si divertiva a cercare di impallinare chi vi si avvicinava troppo.
«Buongiorno, avrei bisogno di una informazione, può aiutarmi?»
il vecchio arrestò la sua lenta marcia verso la parte alta del paese e gli dedicò un cenno interrogativo con il capo.
«Oh, non si preoccupi. Le porterò via soltanto un momento. Gentilmente può indicarmi come raggiungere la basilica di Muggia vecchia?»
il vecchio sollevò il bastone da terra per puntarlo davanti a sè «qua sopra. Dietro la fila degli olmi.»
«Ah, benissimo. La ringrazio molto» gli sorrise Vito facendogli cenno con la mano aperta «e… mi scusi, un’altra cosa, poi prometto che non la disturbo più. Saprebbe anche indicarmi dove si trova la villa abbandonata dei nobili De Mancipaglia di Cipro? mi hanno detto sia a poca distanza dalla chiesetta di Muggia…»
questa volta il vecchio, rimasto indifferente sino a quel momento, lasciò brillare una luce allarmata dagli occhi, nella penombra di un basco color marrone, immobilizzandosi, come colto da una inaspettata scarica elettrica.
«E voi che volete andare a fare in quella casa malevola?»
«Io? ah beh, non si preoccupi. Vengo dal commissariato di Trieste» rispose Cammarata mostrando le sue credenziali e avvicinandosi all’uomo «mi hanno incaricato di fare dei… rilevamenti. Dobbiamo certificare che la villa sia sicura per il circondario.»
Il vecchio sputò in terra, poi, esile e sottile come una canna di bambù rivestita di vecchi stracci, fissò il commissario con sguardo severo e risoluto «io, sia che lo sappia o che non lo sappia, non vi dirò dove si trova la casa dei nobili disgraziati. Ma, se davvero volete rischiare l’anima vostra, chiedete alla contessa. Crodomira Zavaglia è in fondo alla via, dove avrete lasciato la vostra macchina. Abita dietro l’alto cancello nero. Buongiorno.»
Vito Cammarata osservò in silenzio il vecchio riprendere la salita. Poi si voltò verso la fine della discesa e l’inizio della strada. L’alto cancello nero sembrava chiamarlo con voce muta.

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media95231df3ab0c4552d8719a4d3c597658medium.jpg

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2006-2010. Tutti i diritti riservati.

Annunci

88 risposte a “Cammarata3 • parte 2di7 – La volpe e l’uva

  1. #2
    Stefy71

    Quella che intraprende in questa stagione è certamente una nuova ricerca che lo porterà attraverso un mistero legato ai fili del tempo recente ma che pone le sue basi nel passato, compagna di compleanno.
    Vito Cammarata è un personaggio presente da molto tempo nel blog, ma che non ho sfruttato particolarmente, nonostante sia anche la sua una terza stagione.
    Un sorriso per una serena giornata a te.
    ^_________^

  2. #3
    Johakim

    Cammarata è un personaggio particolare. Deve dividersi tra una notevole natura umana e un dovere rigoroso che lo investe. Spesso non è facile coniugare entrambe le cose con successo, è una lotta con se stesso talvolta aspra e molto combattuta.
    Un sorriso per una serena giornata a te.
    ^_________^

  3. #4
    MGD

    In un giallo a puntate occorre saper mantenere anche una certa pazienza
    🙂
    Tutti i nodi arriveranno al pettine, ma per il momento stiamo ancora attorcigliando i capelli.
    Un sorriso per una serena giornata a te.
    ^________^

  4. #9
    barchedicarta

    Trieste è una di quelle città che mi riprometto di visitare, un giorno. Per il momento debbo però accontentarmi di raccontarla nelle gesta dei miei personaggi che la vivranno con l'intensità necessaria a trasmettere i loro pensieri e sfumaure.
    Un sorriso per la giornata.
    ^________^

  5. #10
    Francescafutura

    Felice che sia stato di tuo gradimento. Per qualche lettura in più posso sempre consigliare, come ho già fatto tra i commenti, di sfogliare il tag "cammarata" in fondo a questo stesso post; da lì si può accedere alla prima e seconda stagione del personaggio.
    Inoltre, per risalire alla sua vera prima apparizione, posso consigliarti anche di sfogliare il tag "i racconti di keypaxx"; ne "l'uomo che parlava al vento" troviamo l'esordio di Cammarata.
    Un sorriso per una serena giornata a te.
    ^_________^

  6. Il territorio comunale muggesano si allunga sul versante settentrionale dell’omonimo promontorio, quasi di fronte alla città di Trieste, da cui è separato dalle acque del Vallone di Muggia.
    (Wikipedia)

  7. Ciao Key
    Scusa la mia latitanza di questo ultimo periodo. Devo rifarmi…dammi il tempo di tornare ai soliti ritmi.
    Se vuoi sapere il motivo di questa assenza…vai nel blog di sorgentediluce.
    C'è qualcosa che mi riguarda
    Un abbraccio

  8. Misteriosa la figura della contessa….. Chissà come sarà e quali segreti nasconde?
    Hai descritto molto bene anche il vecchio del paese, mi ha ricordato tanti anziani che camminano curvi tra le vie del centro e tante sono le storie che hanno da raccontare.
    Si, questa stagione di Cammarata si sta preannunciando mooolto interessante e la voglia di leggerla è parecchia!
    Buon fine settimana.

  9. Sul colle Muggia Vecchia è stato realizzato il Parco archeologico di Muggia Vecchia (Castrum Muglae), che ospita una chiesa dedicata a Maria Assunta, unico edificio rimasto in piedi, e le tracce archeologiche dell’abitato medioevale.
    (Wikipedia)

  10. #25
    Vagabonda2

    In tutta onestà non comprendo il dubbio sulla tua capacità di arrivare alla fine del racconto. Cosa intendi scrivere, troppo lungo per prestarvi attenzione?
    Io, per esempio, ho molta difficoltà nel leggere libri che superano le seicento pagine, e ne salverei pochi di questa categoria. In testa "La spada di Shannara" di Terry Brooks; pur non amando il fantasy lo trovo un libro eccezionale.
    Riguardo la tua domanda è possibile; sono un grande estimatore di Montalbano (un po' meno di Camilleri) e non nascondo di essere stato influenzato da quel meraviglioso personaggio.
    Un sorriso per una serena giornata a te.
    ^_____^

  11. #28
    Johakim

    Ahimè, la neve la apprezzo solo in vacanza. Per il resto mi crea problemi non indifferenti a muovermi, durante i periodi in cui dovrei farlo per forza.
    Un sorriso per un sereno fine settimana a te.
    ^_________^

  12. #29
    lavigneavril

    Ti ringrazio per aver commentato a tema e aver dato delle precise indicazioni sulle tue impressioni di scrittura. Sono queste le cose che ripagano al meglio chi scrive ed offre la sua penna digitale.
    Nelle prossime cinque parti si svilupperà al meglio la figura della contessa, con nuovi misteri e nuove rivelazioni sulla sua natura.
    Un sorriso a te per un sereno fine settimana.
    ^____________^

  13. #30
    acqua80

    Si, questa è una serie tinta di giallo che dovrebbe dare delle discrete soddisfazioni a chi ama il genere. Perlomeno è quanto spero.
    I racconti a puntate, invece, non sono amati da tutti. Ma li ritengo necessari nella economia di un blog che, dopo tutto, nasce come diario consequenziale del quotidiano e, quindi, una vera e popria struttura "a puntate" di vita.
    Un sorriso a te per una serena giornata.
    ^_________^

  14. I resti del borgo medioevale sono stati rimessi in luce dalle indagini archeologiche: un tratto di strada su cui si aprivano diverse distinte case, su un lato della strada appoggiate alle mura di cinta, un’abitazione che conserva resti del piano superiore, accessibile da una scala esterna in muratura e presumibilmente sede dell’officina di un fabbro al piano terra.
    (Wikipedia)

  15. #39
    MGD

    Stamani ho messo mano alla pala ed ho liberato buona parte della strada accanto a casa ma, dopo una splendida mattinata di sole, il tempo pare essersi messo ancora a fare le bizze.
    Un sorriso per un sereno fine settimana a te.
    ^________^

  16. #40
    sognatricenata

    Felice di notare che, dopo trentanove commenti, qualcuno abbia colto la sfumatura sul nome della contessa. Mi occorreva qualcosa di singolare e inusuale, penso di aver raggiunto lo scopo.
    Per recuperare "Cammarata" ti è sufficiente navigare nell'apposito tag a fine post.
    Un sorriso per il fine settimana.
    ^________^

  17. Gli scavi archeologici hanno rimesso in luce anche tracce di frequentazione nell’VIII secolo a.C., ovvero una cava da cui vennero scavate lastre di arenaria, successivamente sistemata con murature di contenimento.
    (Wikipedia)

  18. Intendevo dire (hai ragione, non ho spiegato il motivo ) che poichè viene pubblicato a puntate potrei perdere un po' il filo e non avere la costanza di leggerle tutte. Diciamo che è un mio difetto, ultimamente faccio fatica a terminare le letture iniziate, sul comodino ho un pacco di roba da leggere.
    Montalbano piace anche a me anche se non ho mai letto i libri ma ho visto i telefilm (esistono donne a cui non piace Montalbano?)
    E per finire, non ho mai letto un libro di 600 pagine, quello fantasy che hai citato ce l'ho a casa ma non so neppure di che cosa parli!
    Ti auguro una buona domenica, V.

  19. Sono incuriosita da "la volpe e l'uva" conosco la storia di Esopo e mi chiedo quale sia l'attinenza con il racconto . Ma forse questo è il bello, la curiosità di scoprirlo piano piano leggendo.
    Ho letto ora entrambi i capitoli, non nego di aver pensato anch'io ad un'influenza di Camilleri con il suo comissario Montalbano.
    Che bello, una nuova storia ed un nuovo personaggio che ha suscitato subito il mio interesse e curiosità. Bella anche la descrizione del paesaggio e pittoresca quella dei personaggi apparsi fino a questo momento.Sempre bravo ed originale, sicuramente ispirato.

  20. Beh, forse in ognuno di noi coesiste una "parte" di Vito… siamo ligi all'aspetto [o opinione] che gli altri hanno di noi…
    ma al contempo desideriamo vivere il bimbo che in ognuno di noi scalcia e ride…
    La storia della volpe e dell'uva non è una casualità… o mi sbaglio?
    Serenità e l'augurio di una buona settimana
    :-)claudine

  21. Il Castello di Muggia, che si affaccia sul porto, è di proprietà dello scultore Villi Bossi e di sua moglie Gabriella, e viene aperto al pubblico in particolari occasioni, specie per iniziative culturali e musicali.
    (Wikipedia)

  22. #49
    Vagabonda2

    Che differenza passa tra leggere dei post che trattano della vita privata, di musica, di cinema ecc. con post che trattano di racconti a puntate? nessuna.
    Perchè il filo del discorso lo puoi perdere anche leggendo una ricetta di cucina. Se la ricetta di cucina è però preparata da un bravo chef hai la tendenza a leggertene anche delle altre, forse persino un libro intero.
    Un sorriso per una serena giornata a te.
    ^_____^

  23. #51
    alessandra62

    La ragione del titolo sarà chiara man mano che si proseguirà nella lettura, dovrai quindi avere un briciolo di pazienza finchè il quadro generale ti sarà più evidente. È comunque una serie, questa, dalla lunghezza limitata; si tratta soltanto di sette piccoli capitoli.
    Ti ringrazio comunque per l'apprezzamento che rivolgi a quanto sinora letto e spero sappia conquistare il tuo interesse anche nei prossimi capitoli.
    Un sorriso per una serena giornata a te.
    ^_________^

  24. #50
    giuli1

    Si, con un po' di pazienza arriveranno anche le prossime cinque parti di questo racconto, che rappresenta la terza stagione di Cammarata.
    Un sorriso a te per un sereno inizio di settimana.
    ^_________^

  25. #53
    laudine2007

    No, il titolo non è casuale. Ne sapremo di più, sulla volpe e sull'uva, con il proseguimento del racconto. Vito Cammarata è un personaggio particolare, e anche di non facile gestione; infatti, a distanza di parecchio tempo, essendo uno dei primi che ho fatto esordire, è giunto "soltanto" alla sua terza stagione.
    Un sorriso per un sereno inizio di settimana a te.
    ^_________^

  26. bella questa parte descrittiva,mi piace l'accostamento del sud anche al nord e cammarata sicuramente proverà una grande nostalgia.
    il tuo giallo mi prende sempre di più e non vedo l'ora di vedere gli sviluppi, di scoprirne di più sulla contessa e sul mistero che sembra avvolgere tutto

  27. #67
    catwomandark

    È un racconto che dovrebbe dare delle buone soddisfazioni a chi ricerca, nella lettura, dei contorni di giallo. Mi auguro che tu possa trovare e ritrovare gli elementi che ti danno maggior piacere.
    Un sorriso per una serena giornata.
    ^________^

  28. #68
    ilblogdicris

    Si, la pioggia persiste anche dalle mie parti. Del resto, qui al nord, il tempo non è stato promesso per nulla buono.
    Spero continuerai a leggere questo racconto a puntate e che ti possa piacere.
    Un sorriso per la giornata.
    ^____^

  29. #69
    Erika2

    Cammarata è un personaggio che dovrebbe colpire chi ha vissuto i sapori della terra del sud. È un "trapiantato" al nord per motivi di lavoro… e, chissà, forse anche per altri che scopriremo solo nella lettura.
    Un sorriso per la giornata.
    ^______^

  30. #83
    mimosa49

    Direi che i tuoi appunti rimarcano le mie intenzioni sui vari personaggi. La figura dell'anziano mi è stata utile per dare alla storia una marcia ancora più misteriosa. Mentre il nome della contessa è appunto particolare e curioso, tanto da rimanere impresso nella memoria.
    🙂

  31. #85
    confessiogoliae

    Si, credo che gesti e parole vadan di comune passo nel raccontare una storia. Hanno grande importanza i gesti, la cui descrizione è importante e basilare in assenza di parole. Hanno grande importanza le parole, la cui espressione è basilare in assenza di mimica.
    Un caro saluto a te.
    🙂

  32. Le voci di paese, gli intrighi, i misteri e la gente che si fa i fatti suoi pur immischiandosi negli affari di tutti.
    Odio vivere in un piccolo paese 😉
    Piano piano, attraverso personaggi apparentemente secondari e di lieve spessore si delineano dei contorni inaspettati del racconto.

  33. #87
    soulsmirror

    Non è facile vivere nei piccoli paesi, specie per le caratteristiche che tu stessa riscontri. Sebbene negli stessi paesi possiamo trovare anche molti aspetti positivi, come il valore delle tradizioni e della storia. Quelle piccole grandi cose che in una città non possiamo sperare di trovare.
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...