Cora e l’acqua santa

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediaea6e440c6fea9d19d798b5a90c173318.jpg

Quante altre volte avremo parlato oltre a questa? in tutta sincerità ne ho perso il conto. Gli va dato atto che non me lo ha mai fatto pesare, ha sempre cercato di trattare l’argomento con delicatezza. Come se fossi una bambola di porcellana che è scivolata inavvertitamente dentro una pozzanghera di fango.
Amedeo è fatto così, abituato da una infinità di tempo, da una vita di sacerdote, a lottare contro i mulini a vento. Ha una concezione tutta sua del mondo che lo circonda; esistono il diavolo e l’acqua santa, il male e il bene, non ci sono le mezze misure. C’è soltanto una volontà a monte; dove è carente, sei inevitabilmente attratto verso il basso.
«Hai meditato sulle mie parole, Bianca? se soltanto tu mi dessi un cenno affermativo io potrei farti incontrare queste persone. Fanno parte di un’associazione specializzata per… situazioni come la tua. Io potrei darti tutto il supporto necessario.»
Quando mi chiama per nome, il mio vero nome, mi rendo conto di quanto sia ironica la mia vita; Bianca = candore, Cora = rosso peccato. Mi trattengo a stento dallo scoppiare in una risata incontrollata. Se lo faccio è solo per rispetto verso Amedeo, non tanto per la tonaca e per quello che rappresenta.
In fondo, se c’è qualcosa che ho imparato da lui in questi ultimi tre anni di “attività”, è che non esiste peccato o peccatore, non esistono anime pure. Siamo un insieme di bene e male, nel senso più realistico del termine. Siamo soltanto uomini e donne che cercano di guardare il cielo attraverso un paio di spesse lenti da sole.
Poi, il solito discorso destinato a cadere nel vuoto, ha una fine meno ricorrente delle altre; una telefonata. Il cellulare di Amedeo squilla e le sue gote avvampano nel leggere il numero.
«Sabrina… ehm… ti avrei chiamato io più tardi…»
Ho un motto di tenerezza nei suoi confronti, mi succede sempre quando il mio indomabile Don Chisciotte scende dal cavallo e si mescola in mezzo alla imperfezione dell’umanità.

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediae40a00a1ef14a4f50564fc31ba345860.jpg

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2006-2011. Tutti i diritti riservati.

Annunci

82 risposte a “Cora e l’acqua santa

  1. Acquasanta è una località dell’immediato entroterra del ponente genovese, posta nella valle del torrente omonimo (bacino del Leira) e dista circa 23 km in direzione WNW dal capoluogo di provincia.
    (Wikipedia)

  2. Attento Paxxino! Qualcuno potrebbe pensare che stai scadendo nell'ovvio,  Il prete che fa il predicozzo a Cora e intanto ha anche lui la sua brava trave nell'occhio. Magari sarà anche scontato, ma ci può stare benissimo. Perchè ci può stare?  Perchè mi sembra di capire che fin qui il motivo conduttore della serie  sia l'ipocrisia nelle sue svariate forme. Infatti, dopo il primo post  di presentazione, abbiamo il ragazzo del parcheggio, poi  la ragazzetta che la blandisce ma non le risparmia il commentino feroce. (tu hai già 25 anni…..)  e poi Amedeo col suo  sermoncino sui peccati e sui peccatori. Ebbene, questo mettere le mani avanti, questa sorta di autoassoluzione che mette in atto il pretino,  altro non è che una forma di ipocrisia  astutamente  giustificata dall'abito di Amedeo, quell'abito che gli permette di dire agli altri ciò che essi devono fare:
    <Poichè sono un sacerdote ti dico che quello che stai facendo è male e ti esorto a tornare sulla retta via.>
    Peccato che il diavolo ci metta lo zampino e si scopra il segreto di Amedeo……..

  3. Concordo con Suzie nel leggere nel tuo racconto la "storia dell'ovvio e della miseria umana". Tutti pronti ad erigersi a giudici o fare spavalderie da maschio vissuto. In tutto questo non si capisce ancora quale sia la motivazione che abbia spinto Cora/Bianca ad una vita del genere. Quando la sentiremo parlare di lei?

    Un abbraccio
    Joh

  4. Bianca e Cora, le contrapposizioni in ogni ambito della vita… Yin e yang, bene e male, e in mezzo tutte le sfumature possibili dell'esistenza. Avrai certamente studiato tutto a tavolino, a cominciare dal nome della protagonista, prima di pubblicare sul blog questa serie di racconti così ben equilibrati.
    Un augurio per una serena settimana… la mia è iniziata con mille contraddizioni…

  5. #3
    Stefy71

    Del resto, come sappiamo bene, sotto la tonaca troviamo pur sempre un uomo. Per quante regole possano esserci in un ordine religioso, in un organo di polizia, in un apparato sanitario, alla fine, è sempre l'uomo a dover presentare il conto, compagna di compleanno.
    Un sorriso per la serata.
    ^_______^

  6. Sebbene la sua posizione geografica sia piuttosto infelice, in quanto situata in una stretta vallata poco soleggiata in inverno e piuttosto umida, già in epoca romana era conosciuta grazie ad una fonte di acqua solforosa.
    (Wikipedia)

  7. #4
    SuzieQ

    Dimentichi però la protagonista dell'ipocrisia, che qui cala la maschera: Cora.
    Lei stessa dichiara, in sostanza, di condurre una doppia vita: Bianca (senza peccato) e Cora (la peccatrice). Da questo punto di vista, quindi, gli altri assurgono solo a mere comparse preparando il terreno per la nostra attrice principale: sono tutti piccoli pezzi di lei; l'amico prete, la ragazza che fa la sua stessa professione, lo sconosciuto qualunque (che potrebbe benissimo rappresentare un cliente qualunque). Quindi è tutto fuorchè scontato, ma soltanto un pezzo di un più grande mosaico dove Cora parla di sè pur parlando d'altri.

  8. #5
    Joh

    Per il tuo quesito di fine commento, ti riporto al… commento precedente, il #13
    Anche se una delle caratteristiche di questa serie è proprio quella di sviscerare a piccole dosi i perchè della protagonista. Ma qualcosa del genere a una "rivelazione" la si potrà leggere nel settimo e ultimo episodio. Naturalmente tenendo fede alla indole caratteriale di Cora.
    Un sorriso a te per la serata.
    ^_____^

  9. Sulla rupe da cui sgorga la fonte fu costruito, su una sponda a ridosso del greto del torrente, un piccolo tempietto pagano, distrutto da antiche alluvioni; al suo posto fu poi ricostruita una piccola cappella cristiana, in cui si conserva una statua della Madonna.
    (Wikipedia)

  10. #6
    violetta306

    Beh, una delle caratteristiche di quanto scrivo è proprio quella di celare significati e doppi significati dietro parole e nomi. L'ironia è che, per quanto possa apparire studiata una cosa del genere talvolta, nella realtà, le cose sembrano preparate "a tavolino" e invece sono soltanto una evoluzione naturale della vita e del destino.
    Un sorriso a te per la serata.
    ^_____^

  11. Santuario di Nostra Signora dell’Acquasanta. La frazione sorta intorno a questa fonte si sviluppò nel tempo grazie alla venerazione della Madonna dell’Acquasanta a cui fu dedicato un santuario che, posto sotto la giurisdizione della Pieve di Palmaro, è da sempre meta di pellegrinaggi delle Confraternite di Mele, Arenzano, Crevari, Voltri, Palmaro e Pra’, tutte facenti parte dell’antica Pieve.
    (Wikipedia)

  12. #8
    SuzieQ

    Sotto certi aspetti può essere molto vero quello che scrivi… e lo leggeremo, magari, anche in una ipotetica futura seconda serie (che già esiste) .
    De Andrè è sempre un bel sentire, e perfettamente in sintonia nello specifico.

  13. Per giungere all’Acquasanta bisogna percorrere un breve tratto della ex SS456 “del Turchino” e quindi inerpicarsi per una strada piuttosto stretta che porta alla frazione. In seguito la strada, poi chiamata delle Giutte, arriva al passo del Turchino.
    (Wikipedia)

  14. #13
    Questa volta devo proprio dire che mi trovo molto coinvolta in questa disamina sull'ipocrisia più o meno dichiarata. Vado pertanto a commentare, forte del fatto che ho in cuffia Franco Battiato che mi stimola molto piacevolmente l'acume.
    Non sono d'accordo con te su di una cosa. O forse ho interpretato male. Dici che Cora è la protagonista dell'ipocrisia. Perchè? Bianca/Cora non fa mistero di quello che fa, non lo nasconde, non se ne vergogna. Il nome Bianca è solo una coincidenza ironica, anzi vista la situazione Bianca/Cora è quasi un ossimoro, due personalità in antitesi, se posso osare. Però fanno parte tutt'e due della stessa persona, Cora stessa lo dice, non esistono anime pure, siamo un insieme di bene e male. Aggiungo io, noi lottiamo perchè il male non affiori ed il bene abbia il sopravvento, perchè  dopotutto ci vergogniamo della nostra parte negativa. Così facendo non commettiamo forse un atto di ipocrisia? Ci sforziamo di soffocare i nostri bassi istinti, le nostre debolezze e per di più abbiamo la faccia tosta di dire agli altri come devono comportarsi (vedi Amedeo). Oppure ci scandalizziamo come il giovanotto, pur   sapendo che di questo scandalo saremmo  pronti ad approfittare. Questa io la definisco ipocrisia, questo voler a tutti i costi esibire solo la parte migliore di noi,  Non dico che bisogna uscire per strada e sputare in faccia alla gente e facendo lo sgambetto alle vecchiette, ma essere se stessi, nel bene e nel male, mostrasi per quello che si è si può e si deve. Dopotutto chi ha paura di mostrare anche il lato più antipatico non ha stima di se stesso perchè sa che lui, per primo non si accetta.
    Cora invece non si nasconde, anzi direi che quando parla di se stessa sembra quasi fiera. Forse fiera non è la parola giusta, diciamo che sa di aver fatto una scelta difficile ma la vive con coraggio. Sa di essere lei la prima donna sul palcoscenico, gli altri non sono che comparse che approfittano della sua luminosità per brillare a loro volta, anzi, mi viene in mente la parola "shining" (proprio quella del film). Cora ha uno shining, un'aura che la pone al di sopra di tutti gli altri, perchè è consapevole di quello che è e che fa, non se ne vergogna, non lo nasconde, Non trovo affatto che sia ipocrita.
    A meno che nelle puntate future tu non tiri fuori dal cilindro il coniglio, il colpo di scena che riveli una qualche forma larvata di ipocrisia.
    Aspetto pertanto fiduciosa..

  15. #18
    Non ci casco mica, sai? Come ho  detto nel commento precedente, tutt'e due sono parte della stessa persona ed una persona la si accetta in toto, mica la si può affettare come se fosse un prosciutto!
    Il mio era un apprezzamento di carattere estetico, trovo che sia molto più carina ed eccitante così che con tutto quel trucco pesante che la involgarisce. E' vero che il ruolo glielo  impone, ma non è detto. Trovo che un trucco leggermente più delicato la renderebbe più eccitante ed appetibile. Chi ha detto che una prostituta debba per forza essere volgare? Anzi spesso gli uomini si eccitano proprio per il contrasto che c'è tra  l'aspetto "per bene" ed il "mestiere" Hai mai visto quel vecchio film con Catherine Deneuve, "Bella di giorno"? Ebbene lei era di una bellezza raffinata,, con quella carnagione diafana ed il trucco appena accennato che tutti perdevano la testa per lei. Non oso pensare che sarebbe diventata con troppo  trucco addosso…..  

  16. #19
    AH AH AH AH AH  Che t'avevo detto io? Per fortuna che non la ami…….altrimenti ci avresti scritto un libro!    IH IH IH IH IH ……gh gh gh gh gh …….. Cmq sia ti lascio un video del mitico Franco, perfettamente adatto all'argomento tattato.

  17. Desueta pratica religiosa, particolarmente in auge durante l’XI e il XII secolo, che consisteva nel curare disparate malattie facendo assumere per via orale o topica l’acqua utilizzata per lavare il reliquiario di un santo.
    (Wikipedia)

  18. #13
    SuzieQ

    Come sarebbe a dire che Cora non fa mistero di quello che fa?
    anche se non è evidenziato in modo forte in questo brano, è comunque piuttosto logico pensare che una persona "nasconda" una parte di sè quando si divide tra due nomi che stanno, per sua stessa ammissione, agli antipodi.
    Se non fosse ipocrita, o falsa se preferisci, probabilmente utilizzerebbe un solo nome per rivelare al mondo la sua natura di prostituta. Di certo non vive la sua condizione come un difetto, questo è vero, ma se ciò fosse dovuto proprio alla possibilità di potersi riparare dietro uno pseudonimo? se tutta la sua forza fosse dettata solo da una fasulla facciata?
    Amedeo è certo suo amico, prima che essere sacerdote, e non a caso si rivolge a lei chiamandola Bianca. Non trovi?

  19. L’uso dell’Acqua Santa fa parte della medicina teologica ed è considerato, nell’ambito cristiano, un metodo farmacologico, tanto da conservare tale acqua in piccole fiale da usare nel momento del bisogno.
    (Wikipedia)

  20. #23
    SuzieQ

    Beh, il trucco è importante (anche quando non è un… barbatrucco). Ci sono persone che riescono a gestirlo impreziosendo i tratti del viso, ed altre che finiscono per rendersi soltanto volgari. Non è però solo questione di volumi, ma anche di gusto.

  21. #24
    SuzieQ

    Aspetta il sesto episodio della serie. Poi ne riparliamo per affermare se la "amo".
    Comunque sette episodi non sono poi così pochi. Certo, non è la serie più prolifica che ho pubblicato, ma di poco. Se pensiamo che, mediamente, Flash ha otto episodi a stagione e il Clown nove, per esempio.
    Tuttavia, da un po' di tempo, ho una mezza idea di indire una sorta di referendum per capire quali sono davvero le mie serie più amate e quelle meno amate da chi legge. Magari troverò delle sorprese inattese.
    Un libro? uhm… e chi può dirlo?
    Proprio ora ho in sottofondo la Fortezza Bastiani

  22. #26
    franca12

    Si, talvolta, troppo spesso per la verità, si dimentica che dietro una tonaca o una divisa c'è pur sempre soltanto un uomo; con la sua miriade di difetti.
    E nessuno può mettere l'uomo al riparo da se stesso.
    Un sorriso per la serata a te.
    ^______^

  23. Sovente l’Acqua Santa si otteneva immergendo volutamente la reliquia nell’acqua che veniva bevuta dall’infermo, o con la quale venivano bagnate alcune parti del corpo, e pare desse buoni risultati per le malattie degli occhi.
    (Wikipedia)

  24. #28
    lunacresente

    Il telefono è un gran seccatore. Ci prende alla sprovvista quando meno ce lo aspettiamo. Ma, proprio per questo, ci può sottrarre a situazioni un po' pesanti.
    Un sorriso a te per un sereno fine settimana.
    ^______^

  25. #29
    Joh

    Per il nuovo episodio se ne parlerà la settimana ventura. Ormai, comunque, abbiamo superato il giro di boa. Non ci resta che affrontare l'imminente fine settimana, tra gli ultimi di questa coda estiva.
    Un sorriso per un sereno fine settimana.
    ^______^

  26. Altra particolare Acqua Santa è l’Acqua di San Vincenzo Ferrer, riferita ad un frate domenicano (1350-1419 ca.) ritenuto un grande guaritore, il quale formulò una speciale benedizione dell’acqua, che assumeva caratteristiche terapeutiche.
    (Wikipedia)

  27. #32
     Insisto,  Cora non è altro che un nome daa battaglia, o un nome d'arte, se così vogliamo dire. Pensa solo ai cantanti e attori, anch'essi hanno due nomi. Se poi magari va a finire che si  finisce  per chiamarli col nome d'arte ci può stare. Vuoi un altro esempio? Tu aei Alberto Camerra ma sei anche  Keypaxx, come tutti noi qua dentro dunque abbiamo un nome ed un nick.
    Amedeo sa benissimo che Cora su prostituisce quindi  dov'è l'ipocrisia?
    Diciamo anche che il nome Bianca se l'è trovato adosso , non se l'è scelto.
    0____________=

  28. vestita di rosso……e dopo a parlare con il parroco,mi è venuto in mente,
    il diavolo e l'acqua santa…..

    Il colore rosso mi piace in inverno per dare luce al grigio che c'è.

    mi piace il racconto…bravo come al solito.

    grazie dei commenti  che mi hai lasciato durate la mia assenza.
    ciaooooo :-))

  29. In generale l’Acqua benedetta è potenzialmente una sostanza terapeutica e la pratica della benedizione dell’acqua è presente in tutte le religioni, sia in Occidente che in Oriente.
    (Wikipedia)

  30. #46
    SuzieQ

    Ma l'esempio che fai tu, pur valido sulla carta e come concetto, non lo è nel caso specifico di Cora. Lei infatti si nasconde dietro uno pseudonimo per praticare qualcosa che non potrebbe, evidentemente, fare come Bianca. Al contrario, ognuno di noi, senza il suo nickname, potrebbe invece benissimo condurre un blog. E non avrebbe alcun motivo per nascondersi da questo. Semmai, il paragone, sarebbe calzante con personaggi dalla doppia identità che si celano dietro una maschera: come i villains dei super-eroi.
    In sostanza, una cosa è un nome per scelta (ma non del tutto indispensabile), una cosa è un nome per necessità.

  31. #48
    mimosa49

    Uno dei concetti dell'episodio è proprio questo; vedere come, chi dovrebbe stare al di sopra delle parti non riesce a farlo, e chi invece è per pregiudizio dall'altra parte della barricata riesce a dare una lezione di stile.
    Un sorriso per un sereno fine settimana a te.
    ^______^

  32. Nel titolo sembra quasi che Cora prenda il posto del diavolo: Il diavolo e l'acqua santa, appunto.
    Ma qui c'è da chiedersi chi sia davvero il "diavolo"? O dove si nasconda.
    Il tuo racconto non ci presenta bene e male, ma ci presenta come il peccato in realtà possa essere dentro allo stesso modo in posti impensati!
    Bello! Aspetto il prossimo!

  33. Complimenti per le note sull'acquasanta, ancora molto usata. La mia parrocchia la distribuisce alle famiglie per la benedizione di Pasqua fatta in famiglia. (Quando mio padre iniziava a leggere e poi ci riempiva di acqua, scappava da ridere a tutti)
    Buona settimana, Key. Un bacio.

  34. Mi scuso per i miei periodi di assenza, ho letto il post, e  mi è piaciuto, anche se effettivamente tutto è ambiguità in questo mondo….. Cora ha scelto il rosso e il prete ha scelto il bianco, con tutti i suoi conflitti, le sue dinamiche etc.
    Comunque bel post!!!!
    Ti auguro una  serena settimana!
    ^______^
    cri 

  35. #51
    Allora diciamo che Cora ha scelto questo nome per svolgere la sua "attività" perchè le sembrava più  adatto. Diciamo  che, più che di  ipocrisia, si  tratta di  un pregiudizio diffuso secondo il quale il nome che ci viene dato influisce sulla nostra personalità e sulle scelte che facciamo. Es.: io mi chiamo Violetta e non potrò mai arruolarmi nei marines perchè con un nome simile non sarei credibile. Vuol dire che d'ora in avanti mi farò chiamare Genoveffa, è più grintoso.
    Cora dunque si fa chiamare Cora perchè è più peccaminoso, mentre Bianca è decisamente un nome da suorina. Ma chi l'ha detto? Trovo sia più eccitante proprio perrchè evoca la purezza e il candore, mentre invece. sotto sotto……Cora invece è scontato, si sa già che cosa hai davanti.
    Sì, il blog lo potresti condurre anche col tuo nome, ma lo fanno in pochi, perchè?

  36. #69
    SuzieQ

    Cora invece è scontato, si sa già che cosa hai davanti.
    Appunto. E chi ti dice che non desiderasse proprio un nome identificativo a scanso di equivoci. Ti sei mai chiesta perchè le prostitute, generalmente, girano con stivali dai tacchi e colori improbabili, ad esempio? Oppure perchè utilizzano un trucco piuttosto pesante per il viso?
    Io ho già un blog con il mio nome, per cui il quesito non si pone. Perchè non lo fanno gli altri? beh, potresti cominciare con il dire perchè non lo fai tu…

  37. #72

    Di regola la prostituta sceglie un lok aggressivo e vistoso perchè deve  attirare l'attenzione dei maschi, sui perchè c'è da fare un discorso lungo, troppo per un commento. Ma non è la regola, c'è anche chi si veste in maniera normale,  proprio perchè è conscia del contrasto che ne può nascere. Perchè l'abito non fa il monaco e nemmeno la puttana. Come in tutti i mestieri,  e come diceva De Andrè, c'è chi lo fa per noia e chi per passione. Chi lo fa per passione c'è l'ha dentro, ci nasce, quale che sia il metiere ci mette l'anima e anche se, vedi il caso della prostituta,  per lei è  solo un lavoro, lo fa conserietà e scrupolo. Chi invece lo fa per noia è e resterà un mestierante qualunque.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...