Cambiare le cose

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediad1901ee8232f77550438a674469bdacf.jpg

Distruggere fa parte del processo creativo,
perciò bruciare i soldi è una provocazione.
Vogliono vedere che cosa succede a sfasciare il mondo,
vogliono cambiare le cose.

Testi, foto, video: Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti.

Annunci

25 risposte a “Cambiare le cose

  1. Dalle ceneri spesso può nascere la vita. Il denaro è stato ed è tutt'ora ciò che ci sta distruggendo ma purtroppo non vedo alternative valide. Dovremmo cambiare il modo di pensare, di porci rispetto all'altro, comprendere che tutti siamo parte di questo mondo. Ma è demagogia, utopia, visione.
    Se avessimo consapevolezza di questo, una volta "passati a miglior vita", comprendendo che di preziosio abbiamo solo quello…. forse apriremmo le mani ad un futuro migliore.

    Joh

  2. talvolta distruggere è un impulso irrefrenabile, un tentativo di alleggerirsi da troppa zavorra, una voglia di ripartire da zero, abbandonando un passato che ci tiene prigionieri
    … ciao key, grazie dei tuoi passaggi,e perdona la mia incostanza

  3. Mi pare che  nella società ci sia un forte dibattito  sui modelli comportamentali delle nuove generazioni in conseguenza alle loro aspettative future; ma direi anche e soprattutto in rapporto coi modelli dell'organizzazione dell'economia ecc. 
    Penso che bisognerebbe fermasi un po tutti e riflettere sui necessari cambiamenti. Tuttavia penso che le forme di luddismo non servano e tantomeno abbiano mai cambiato niente in meglio; se distruggere significa adoperarsi tutti per rimettere le cose al giusto posto e riempirli di nuovi contenuti sociali in prospettiva di un cambio generazionale delle classi dirigenti, allora penso che ne varrà la pena.

  4. Mi viene in mente un passo della Bibbia che ci ricorda che "c'è un tempo per demolire e uno per costruire (Qoelet)"…tutto è vita…ma che ci sia anche un senso nella distruzione, che non sia fine a se stessa…che sia veramente cambiamento…

    Serena notte ^_^
    lella

  5. Torni ad una tua "aliena" e molto raffinata storia.
    Distruggere quello che materialmente ci si presenta, potrebbe mettere a nudo il nostro intimo essere? Nell'attesa di riflettere su cose che ora trovo di difficile comprensione, ti abbraccio, Key.
    Bacio ^____^

  6. A mio riguardo, non avendo avuto nulla di materiale nella vita di bambina,
    oggi non distruggerei nulla di quello che ho conquistato con tanta fatica.

    Ieri pomeriggio, nella Università di psicologia dove mia figlia opera come dottoranda di ricerca, c'è stato un incontro di professori per capire il comportamento di uno di loro. Non ancora ho l'esito.

    Buon fine settimana

  7. Se la distruzione avviene per attuare una nuova rinascita va bene, cacello ciò che non va, ricomincio da capo. E sono certa che se ognuno di noi migliorasse se stesso il mondo sarebbe migliore a sua volta.

  8. Cambiare le cose e non farsi cambiare dalle cose. Però distruggere con la violenza non fa parte della mia indole, anche se a volte potrebbe essere l'unica soluzione possibile per voltare veramente pagina…
    Buon fine settimana e buone festività.

  9. Il quesito è molto complesso per venire trattato con un semplice commento, almeno per me…
    visto dal punto di vista dell'artista distruggere un quadro una statuina o altro perchè non ci soddisfa e abbiamo già in mente la creazione di un'altra opera è forse accettabile…
    bruciare i soldi per provocazione? Perchè solo i soldi e non sacchi di farina, pane, derrate alimentari, capi griffati, strumenti tecnologici,  etc.etc.
    ma forse i ragazzi hanno scelto di bruciare i soldi perchè di proprietà di un avaro, non per niente erano nascosti nel materasso, quindi inutili alla società, i soldi fermi non sono produttivi per nessuno.

    Ti auguro una buona domenica, e grazie per i tuoi graditi passaggi.

    frantzisca (in overdose di lavoro)

  10. <Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma> diceva Lavoisier.
    Che cosa si può aggiungere? Siamo ad un punto tale che una trasformazione s'impone, pur con tutti i "ma" e i "se" del caso. Possiamo vedere questo processo come una nuova nascita, il parto è laborioso ma il "prodotto" sarà sempre meglio che crogiolarsi in questa sterile fase di stallo.

  11. Molto complesso e riflessivo…
    Mah.. Non sono convinta che distruggere
    sia la cosa giusta…..
    Credo che il successo di qualsiasi cosa
    sia ottenuto concentrando le energie
    sull'obiettivo in discussione….

    Un sorriso Key e dolcissima notte
    Michelle

  12. gran bel film!!!
    la filosofia del viaggio nel tempo e gli universi tangenti, argomenti che mi affascinano!
    Distruggere per creare qualcosa di nuovo, annientare un mondo in cui non ci si rispecchia e purtroppo ricorrere alla violenza con la speranza di ripartire da zero sembra sia l'unico mezzo! 
    Ottimo spunto di riflessione;)))
    una felice domenica, scrittore mio preferito**

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...