Prologo a Zava

“La tenda della casa lasciata alle loro spalle si mosse permettendo a un paio di occhi verde marino di osservare la volante guadagnare strada e sparire dietro il tornante. Poi la luce della stanza si spense e tutto si mise a tacere.”
Con queste parole, qui sul blog, si concludeva la terza stagione di “Cammarata”. Mentre il commissario sta vivendo altre situazioni che, forse, un giorno saranno svelate, sono rimasti degli interrogativi intorno alla figura di Crodomira Zavaglia. La contessa ha rivelato il suo indiscutibile fascino. Ha utilizzato quel linguaggio, tipico delle femme fatale di un certo cinema noir, ambiguo. Dimostrando di avere si un certo feeling con il protagonista del racconto menzionato. Ma mantenendosi, al tempo stesso, a una impalpabile distanza; se da un lato non esitava a utilizzare le naturali armi di seduzione proprie, dall’altro non esitava a imporre barriere invisibili.
“Muggia stava per mettersi a dormire, al suo risveglio si sarebbe ritrovata con due abitanti in meno.”
Cita una delle parti conclusive dell’ultimo brano di “Cammarata”. Uno dei due abitanti è certamente il marito della contessa, destinato al carcere di Trieste. L’altro, come facile interpretare, è Crodomira Zavaglia stessa. Capita così, per la seconda volta sul mio blog, (la prima è quando Flash incontra il protagonista del mio “Fiori nella Neve”) che due personaggi intraprendano strade diverse. Quale è la destinazione della contessa? E, soprattutto, cosa veramente si nasconde dietro il suo charme? Questa è la storia di un monaco privo di scrupoli. La storia del ragazzo di ferro. La storia di un passato talmente lontano da aver persino dell’incredibile riuscire a concepirlo. È la storia di una indicibile sofferenza degli anni della giovinezza. Ma è anche la storia di un amore immortale e irriducibile. Un amore che dovrà riuscire ad attraversare le barriere del tempo. Prima di farsi anticipare da uno ieri oscuro e terribile, disposto a divorare gli anni pur di ottenere il suo scopo. Questa è la storia di Zava.

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2006-2012. Tutti i diritti riservati.

Annunci

48 risposte a “Prologo a Zava

  1. Mi sono fermata a guardare il tuo nuovo blog,
    entrando nei vari settori …. e devo congratularmi
    con Te e venuto molto bene, malgrado la mia
    avversione di sempre nei confronti di woordpress
    che comunque ribadisco per una che mastica male
    l’inglese… Avevo un account con un altro nick l’ho
    cancellato, ne ho fatto un altro con questo, ma
    per ora non ho assolutamente voglia di svilupparlo….
    Non ci penso neppure!
    Detto questo il tuo spazio è geniale!

    Ciao key che sia un radioso fine settimana, un sorriso!
    Michelle

    • @Ventidiprimavera

      Ti ringrazio per aver navigato nel mio nuovo blog, lo apprezzo. Mi è costato tempo e fatica. Ma sono contento del risultato, ritenendo di aver svolto ormai una buona parte di tutto il lavoro che avevo in mente. Mancano pochi ritocchi. Però il tempo ormai è alleato e non nemico.
      Ogni piattaforma ha i suoi aspetti positivi e quelli negativi; l’importante è trovare quella che maggiormente si avvicina alle nostre esigenze personali.
      Un sorriso per un sereno fine settimana a te.
      ^______^

    • @johakim81j

      Felice che il nuovo blog accolga anche il tuo gradimento.
      Le ulteriori opzioni offerte dalla piattaforma non le ho esplorate molto.
      E, francamente, non mi importano.
      Cercavo un luogo confortevole dove poter scrivere e postare in sicurezza e tranquillità.
      Mi sembra d’averlo trovato.
      Un sorriso per un sereno fine settimana a te.
      ^_____^

    • @monicamarghetti

      Esattamente, Monichella.
      Questo è il ritorno della contessa Crodomira Zavaglia.
      Si tratta di un racconto diviso in più puntate che occuperà tutta la parte iniziale di questo nuovo anno.
      Bacioabbraccio monicoso per te.
      *_____*

    • @mimosa49

      Se leggi bene, Cammarata è citato soltanto per la responsabilità di aver presentato questo nuovo personaggio femminile.
      Il commissario non comparirà in questa nuova serie.
      Del resto il titolo stesso è “Zava”, non “Cammarata”.
      Terrò comunque presente la tua preferenza e non è escluso che, in un prossimo futuro, anche il poliziotto di Trieste possa tornare a farci visita.
      Un sorriso per un sereno fine settimana.
      ^____^

    • @lellamonella

      “Zava” arriverà a tenerci compagnia con una lunga avventura.
      Di quelle che da un po’ di tempo non comparivano sul blog.
      Spero potrà piacere e coinvolgere.
      Naturalmente conterò molto sulle vostre osservazioni dopo la lettura.
      Un sorriso per un sereno fine settimana a te.
      ^____^

  2. Finalmente! Vedo che siamo in due ad apprezzare Donna Crodomira.
    Bella la ragazza della foto….. il fantasma di Cora ha fatto una visita?
    Ciao Monì, dai, scalda il motore, ti aspettiamo…….

    • @suzieq11

      Come mia abitudine, per la maggior parte dei personaggi protagonisti delle storie pubblicate sul blog, associo un riferimento visivo alla caratterizzazione delle descrizioni riportate sullo schermo.
      Nel caso specifico ho affidato la parte a un’attrice particolarmente affascinante. Con un carisma che si amalgama perfettamente alla misteriosa contessa.
      Il nome dell’attrice, per il momento, chiaramente non lo rivelo… :mrgreen:

  3. Bello, mi sembra molto bello il nuovo blog.
    Verrò con calma a curiosare, certa di scoprire cose pregevoli. Si nota subito l’accuratezza che hai messo per rendere magnifico questo spazio.
    Buona domenica Key, con un immenso sorriso.

    • @Marilicia

      Diciamo che ho cercato semplicemente di riprodurre quanto già avevo fatto su splinder. Certo, questa nuova piattaforma ha diverse funzionalità in più ed è molto avanzata con la gestione dei blog.
      Unendo i due fattori sono arrivato a un risultato, credo, gradevole.
      Un sorriso a te per la nuova settimana.
      ^____^

    • @luisa

      Sei gentile e dedichi ai miei scritti parole davvero apprezzabili.
      Spero possano continuare a “prenderti” e sedurti a partire proprio da “Zava”.
      Un sorriso per la nuova settimana a te.
      ^_____^

  4. Il ritorno della contessa Crodomira Zavaglia. Che bello! Io come sai ho optato per un’altra piattaforma. La tua nuova casa la trovo molto accogliente. Un saluto.

    • @Stefy71

      Ti ho già seguita sulla nuova piattaforma, compagna di compleanno. E spero potrai trovare in essa la dimensione che cercavi per proseguire con soddisfazione il tuo blog.
      “Zava” è tornata. Ma sarà una contessa diversa, per certi aspetti, rispetto a quella conosciuta su “Cammarata”.
      Un sorriso a te per una gradevole serata.
      ^______^

    • @fantasia972

      Non devi preoccuparti per una possibile entrata a racconto già iniziato. Di norma, quando comincio una nuova “stagione”, i collegamenti con la precedente sono contenuti.
      O comunque descritti in maniera da non disorientare il lettore.
      Nel caso specifico di “Zava” le cose sono persino diverse; il personaggio non avrà particolari agganci con quanto scritto a suo tempo.
      Il racconto sarà anzi completamente slegato da “Cammarata”, e quindi godibile singolarmente.
      Se però avrai comunque bisogno di delucidazioni, come sempre, sono qui.
      Un sorriso per la nuova settimana.
      ^________^

  5. Egregio, abbia pietà, mi dica dove ha trovato il nome Crodomira, che fa coppia con Zavaglia, cognome che evoca stranamente scenari inquietanti, forse perchè nel dialetto nostro di Bologna “zavaglia” è sinonimo di donna disordinata e di facili costumi……Ma tu sei così bravo che sono sicura saprai restituire dignità ad un cognome così……così…..così COSI’ insomma.

    • @suzieq11

      Davvero? non sapevo che dalle vostre parti il cognome della mia contessa evocasse scenari simili.
      Mi dichiaro assolutamente innocente come un putto.
      Lungi da me l’idea di accomunare “Zava” a “Cora”; sono agli antipodi.
      Per quanto riguarda il restituire quindi una ipotetica dignità, non c’è problema; pensavi di conoscere un po’ Crodomira Zavaglia?
      niente di più sbagliato.
      Preparati al contrario di tutto.
      :mrgreen:

  6. Ciao Key, è per merito tuo se ho trasferito tutto qui su wpress, infatti leggendo il precedente post ho deciso di avvalermi della compenza di Marco…avevo già trasferito tutto in un’altra piattaforma, ma credo che mi fermerò volentieri qui anche se dovrò fare un corso intensivo dei termini informatici inglesi, cosa che ho sempre trascurato di fare, ormai il mio inglese è decisamente inadeguato sono ferma a 50 anni fa…eh,eh,eh.
    Sono contenta che tu abbia deciso di parlare ancora della bella e tenebrosa contessa, infatti ero rimasta un po’ a bocca asciutta, ma tu caro alien sai come tenere il lettore in sospeso…
    felice settimana anche a te

    • @frantzisca

      Felice di esserti stato in qualche modo di ispirazione.
      Rispetto le scelte e le piattaforme altrui. Ma se dobbiamo, oggettivamente confrontarle, non c’è storia; WordPress e Blogger sopra tutte.
      Per quanto riguarda la lingua inglese non temere; probabilmente la mastico anche meno di quanto dichiari tu.
      Eppure mi sembra di aver raggiunto un risultato dignitoso.
      😉
      Più di qualcuno, in effetti, non era rimasto soddisfatto del congedo, all’epoca, della contessa Zavaglia. Spero con questa serie di sciogliere molti nodi e di restituire una certa soddisfazione di lettura.
      Anche se, come ho anticipato, si tratterà di un personaggio molto più profondo rispetto a quello conosciuto. E quindi ben diverso.
      Un sorriso per una radiosa serata a te.
      ^______^

  7. Mi hai certamente incuriosito! Una storia di un’amore immortale e irriducibile che attraversa le barriere del tempo. Interessante… speriamo di riuscire ad immedesimarsi, sarebbe bello! Almeno fantasticarci o credere sia possibile…

    • @Violetta

      Si, le affermazioni che fanno da prologo al racconto imminente han i loro perchè. Occorrerà però veder dispiegare, con pazienza, tutta la trama prima di vederle realizzate interamente. Non so se sarà possibile una completa immedesimazione con la protagonista del racconto. Di sicuro però, i personaggi che descrivo partono da basi profondamente umane. In qualsiasi situazione, naturale o innaturale, essi vadano a trovarsi.
      Un sorriso per una lieta serata a te.
      ^_____^

    • @dalmiogiardino

      Se vuoi leggere l’esordio di questo personaggio ti basta seguire i link che sono riportati dentro il post. È facile; basta cliccare sulla parola relativa (Cammarata) di colore verde.
      Bene; ho scoperto un senso dialettale diverso.
      Un sorriso a te per il fine settimana.
      ^____^

    • @fantasia972

      Sarebbe bello che inventassero le giornate di trentasei ore; ne userei almeno un paio per scrivere ogni giorno.
      Un sorriso a te per una lieta serata.
      ^_____^

  8. Eppure “il tutto” ci accomuna…
    ogni particolare, ogni svolta, ogni considerazione…
    ed è per questo che si scrive. A volte è difficile riuscire a distaccare (nel vero senso della parola) i protagonisti dei nostri racconti… c’è sempre un qualcosa di intrinseco, di ineffabile, che ci induce a cercare in qualche modo dei legami [o nodi] che permettano la congiunzione.
    Il fatto non è da motivare, ma è piuttosto da compiacere nella non casualità che ci spinge a farlo. Ammetto che non è facile, ma sempre vale la pena di tentare!
    Un abbraccio
    :-)claudine

    • @Giovannoni Claudine

      I personaggi han vita propria. Sono lì che aspettano soltanto di essere descritti. In alcuni casi la loro vita riesce piena e soddisfacente, in altri claudicante e oscura. L’importante è riuscire a metter le mani dentro la creta che li plasma; quell’immenso affresco libero e ricolmo che è la fantasia pura.
      Un sorriso per la tua serata.
      ^_____^

    • @danis

      Se tutti avessero le lacune che dichiari tu credo non ci sarebbero più difficoltà di comprensione nei testi.
      😉
      Grazie comunque per la fiducia che mi offri.
      Naturalmente sarei ben felice se ti soffermassi a seguirne lo sviluppo.
      Un sorriso anche per te.
      ^_____^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...