Al&Bo: mica ci credo molto

alebo2013_2
«Giornata molto piena oggi, mi sono divertita un mondo!»
«Si… piena ma pesantina, Bo. Hai sonno?»
«Tanto. Appena metto la testa sul cuscino dormirò come una ghira.»
«Tu pensi? dici che non ti alzerai neppure per andare in bagno?»
«Con il sonno che ho dopo una giornata passata sulla neve, ci puoi scommettere. Dormirò di filata sino a domattina.»
«Sarebbe la prima volta, se non ti alzi neppure per quello…»
«Vedrai; stanotte ci facciamo una dormita memorabile, Al.»
«Mi basterebbe farmi un sonnetto dalla una alle sette.»
«Dormi poco; prendi esempio da me.»
«Si, però tu parli tanto nel sonno.»
«Me lo dici spesso, ma mica ci credo molto, veh!»
«………………… Bo, stai dormendo?»
«Ronf… muble, muble… ronf… ho freddo.»
«Ok, aspetta… tiro su la coperta…»
«Ronf… muble, muble… ronf… ho sete.»
«Vado a prenderti un bicchiere di acqua……………….. ecco…»
«Ronf… muble, muble… ma fai un po’ di nanne!»
«Ora ci riprovo, in fondo sono solo le quattro. Se sono fortunato un altro pisolo me lo faccio, dopotutto in bagno ci sei stata.»
«Ronf… muble, muble… fai un po’ di nanne, avanti!»
«Appunto…»
«Ronf… muble, muble… stai facendo le nanne? … ronf…»
«Ci stavo provando, Bo.»

«Oooohhhh… insomma; fai le nanne… adesso… ronf… cattivo!»
«Certo… appena cali un attimino il russamento, un altro sonnellino dovrei riuscire a farmelo pure…»

«Ronf… muble, muble… se non vuoi fare le nanne… ronf… muble, muble… vai a mangiare… vai…»

Al & Bo sono diventati un libro:
le avventure inedite della divertente coppia
continuano ora su carta!

alebo_cupido

Cupido non sbaglia mai la mira!

Ma… una prima volta esiste sempre!

Proteggiti il posteriore!

QUI > AL & BO – LA COSTOLA DI ADAMA < QUI
il mio NUOVO libro: acquistalo 🙂

(*tempi medi di arrivo dall’ordine all’editore 3 – 4 giorni lavorativi)

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2006-2013. Tutti i diritti riservati.

Annunci

68 risposte a “Al&Bo: mica ci credo molto

    • @Stefy71

      Sono in effetti ben radicati nel tessuto del blog e, da non moltissimo, anche nella mia storia editoriale cartacea, compagna di compleanno.
      Un sorriso per il tuo fine settimana.
      ^____^

  1. Image Hosted by ImageShack.us

    Nella preistoria, il letto consisteva in nient’altro che un mucchio di foglie o paglia approssimativamente accumulate in vicinanza di una fonte di calore; in casi particolarmente disagiati, poteva essere utilizzata a quello scopo anche la nuda terra.
    (Wikipedia)

  2. Image Hosted by ImageShack.us

    Ma l’evoluzione culturale, mossasi attraverso la Mesopotamia, l’Egitto e la Grecia, produsse in seguito giacigli formati da tessuti ripieni di una sostanza morbida, come ad esempio la lana, per le persone di stirpe nobiliare.
    (Wikipedia)

  3. Buongiono Kay, il sonno, come poche cose nella vita, è sacro
    Cercare di dormire insieme a tale persona fa venire una voglia irrefrenabile di …
    Complimenti

    Un abbraccio di buon fine settimana
    Sentimental

    • @sentimental

      Dicono che, in alcune filosofie orientali, con la giusta concentrazione e preparazione di corpo e mente, sia sufficiente dormire meno di tre ore per notte, e risvegliarsi comunque ristorati come dopo un grande sonno.
      Un sorriso a te per la nuova settimana.
      ^____^

    • @marilicia

      Quello di Al & Bo è un libro particolare. Ma che ha il potere, come tu stessa mi confermi, di risollevare e alleggerire la mente. Credo siano delle qualità comunque da considerare.
      Un sorriso per una serena nuova settimana a te.
      ^___^

  4. Image Hosted by ImageShack.us

    Nodo nevralgico del progresso nel campo dei letti fu poi, all’epoca di Roma, il triclinium, molto più simile ai mobili moderni ma non progettato esclusivamente per dormire.
    (Wikipedia)

    • @infranotturna

      Non saprei dirti. Non è il caso di infilarsi nella camera di quei due per stabilire chi davvero russi e chi no.
      🙂
      Un sorriso per la nuova settimana a te.
      ^___^

  5. Image Hosted by ImageShack.us

    Nel corso del Medioevo, mentre per le casate reali del Nord Europa nascevano il guanciale ed il letto a baldacchino, esclusivamente riempiti di piume d’oca, i ceti inferiori ed in particolare i pastori cominciarono ad utilizzare il suddetto materasso di lana.
    (Wikipedia)

    • @suzieq11

      Con i tempi che corrono il posteriore va protetto a priori.
      Poi, se vi beccate una mezza dozzina di frecce oltre al resto, non lamentatevi.
      Cosa vuoi che ne sappia quanto beve Bo… a parer mio si inietta il caffè direttamente in vena. Di sicuro è una mezza squala…
      😆

  6. Image Hosted by ImageShack.us

    Quando, dopo la scoperta dell’America, si cominciarono a coltivare le piante di mais, le foglie di tale vegetale sostituirono in vari casi la paglia dei materassi, producendo così un oggetto più comodo ma anche più rumoroso del precedente, a causa dello schiacciamento delle dure fibre che compongono le foglie.
    (Wikipedia)

  7. Ciao Keypaxx, scusami per la prolungata assenza e per il commento che mi è difficile lasciare sul tuo post; sono alquanto deluso e incazzato. Ho appena finito di leggere cose oscene che hanno la pretesa di riabilitare il periodo mussoliniano e fascista.
    Gentaglia priva di conoscenza storica e delle mortificazioni che quel dannato periodo ha imposto alla gente. Se costoro avessero perso dei parenti perchè non fascisti…va beh, ti saluto e ti chiedo scusa di nuovo a te ed ai tuoi lettori.

    • @daoist

      Amico taoista, è sufficiente ascoltare la radio già di primo mattino, con le notizie fresche di giornata e il riassunto di quelle della giornata precedente, per farsi passare qualsiasi tipo di voglia. Io non me la sento di darla vinta a chi, quotidianamente, ci avvelena tirando le fila dall’alto.
      Leggiti il pezzo; vedrai che un mezzo sorriso riuscirai ad averlo.
      😉

  8. Ciao Key
    Vedendo la foto dei Vianello, mi viene in groppo alla gola. Forse perché sto vivendo, in questi giorni, il rinnovo del mio lutto? O forse perché continuo ad essere in lutto tutto ll tempo…
    Un abbraccio

    • @49mimosa

      Vedi il commento sopra che ho rivolto all’amico taoista. Sono tempi cupi, ma dobbiamo viverli. Di sicuro rimarranno nella storia, oltre che per le proprie, purtroppo, personali disgrazie.
      Un sorriso per la serata.
      ^___^

  9. Image Hosted by ImageShack.us

    Nel corso dei secoli, il letto delle classi superiori divenne alla portata dei ceti medio-bassi, diffondendosi così in tutte le abitazioni; l’ultimo gradino dell’evoluzione fu raggiunto nel Novecento, nel momento in cui i materiali sintetici si sostituirono a quelli naturali da sempre adoperati dall’uomo per garantirsi un buon riposo.
    (Wikipedia)

    • @giannasandra

      La pazienza è sicuramente una delle qualità di Al.
      Ma di certo anche Bo dovrà mettercela dove serve.
      Benvenuta tra le pagine del mio blog.
      Un sorriso per una lieta serata.
      ^___^

  10. Image Hosted by ImageShack.us

    Lo scaldaletto o scaldino era uno strumento, un braciere, che serviva per scaldare il letto e le coperte prima di coricarsi. Consiste in un contenitore di metallo, solitamente ferro o rame, che veniva riempito di braci prese dal focolare o dal caminetto.
    (Wikipedia)

    • @Saray

      La caratteristica di questa simpatica coppia è proprio quella che hai percepito.
      La loro simpatia la troverai, ancora più spiccata e vicina, nel libro.
      Un sorriso per la serata.
      ^___^

  11. Ciao,
    ho terminato di leggere il Tuo “Fiori nella neve”.
    Un buon libro, dalla trama molto coinvolgente. Ottima creatività!

    Libro che naturalmente consiglio a chiunque non l’avesse ancora letto.

    Ho sempre amato molto i “bucaneve”… E i Gatti! ;0)
    Sorriso, Al. Ciao.*

    • @Donatella

      Beh, l’occasione per farvi compagnia, prima di addormentarvi, è ancora più ghiotta leggendo insieme alcuni passi del libro. Vi addormenterete con un sereno sorriso sulle labbra.
      ^____^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...