Il Clown e l’invincibile nemico

clown2013_3
«Hai perso, clown. Non devi dispiacerti per questo. È un fatto, e lo devi accettare come tale. Semplicemente: hai perso.»
Lui è sicuro della propria forza, e non posso fargliene una colpa, non pecca di sicurezza. Ha dalla sua l’incontestabile ragione dei numeri; per quanto abbiano provato a superarlo, con la volontà o con l’inganno, non è mai servito a nulla. Lui vince. E non ho mai conosciuto persona in grado di negargli la vittoria. Sicuramente è uno dei nemici insuperabili.
«Potrei intrattenerti con un numero speciale, magari anche con un monologo. Potrei parlarti dell’umanità e di questo mondo. Ho letto e studiato a lungo, sai? finchè alla fine ho compreso che solo nell’ironia si può trovare la chiave per superare l’infinità delle domande. Sono sicuro che, con un po’ di impegno, riuscirei a strapparti qualche piccola risata. Magari anche un accenno di risata; è la mia specialità.»
Resta a fissarmi, quasi a valutare se io stesso credo in quello che affermo. Se io stesso credo veramente nella possibilità di sconfiggerlo. Immagino sia il suo divertimento più grande: trovare nei suoi avversari qualcuno che si ritenga abbastanza in gamba da opporre resistenza e, in un impeto di follia, abbastanza geniale da sperare in una illusoria vittoria.
«Ho attirato la tua attenzione? si? benissimo. Ora ascoltami bene: in realtà non ti invidio, la tua stessa esistenza è terribilmente noiosa, monotona, inutile. Hai il successo in tasca nel momento stesso in cui affronti un avversario. Io invece ho la creatività, la speranza, la competitività, ho la certezza che qualsiasi mia azione mi porterà a uno sbalorditivo risultato. Ecco perchè la mia è sempre, assoluta, amata, coccolata voglia di vita. Anche nella sconfitta più disastrosa è mille volte più saporita della tua vuota vittoria più grande. Addio. Vado a vivere.»
E lo abbandono nel luogo della sua caduta con questo inatteso estemporaneo epitaffio «Addio, ti lascio al tuo destino, crudele capello bianco.»

clown2013_3b

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2006-2013. Tutti i diritti riservati.
Immagini dal web © Copyright aventi diritto: “clown dal cuore infranto” teatrofilodrammatici.eu.

Annunci

57 risposte a “Il Clown e l’invincibile nemico

  1. Image Hosted by ImageShack.us

    ******************************************************************************************************
    ——————————- Lascia un tuo commento al post ——————————-

    Chi scrive, cercando di condividere su un blog le proprie conoscenze, fantasia e passione, lo fa anche per un desiderio di condivisione nei confronti di chi legge. E la migliore risposta da parte di chi legge è un commento al testo. Sono sufficienti un paio di minuti del tuo tempo per dimostrare apprezzamento o critica costruttiva, nei confronti di chi offre a te la propria sensibilità. Grazie.

    ******************************************************************************************************

  2. “ho compreso che solo nell’ironia si può trovare la chiave per superare l’infinità delle domande.”
    E così chi pensa di essere forte, di schiacciare il mondo, chi vede in un nuovo volto non la possibilità di un incontro che arricchisce ma uno scontro che fa morire prima di tutto se stesso, ecco che sarà per sempre un perdente.
    Non tanto agli occhi dell’altro quanto alle domande che gli porrà la propria coscienza. Sempre ottimi spunti di riflessione, grazie compagno di compleanno.

    • @Stefy71

      Il clown con l’ironia ci lavora e ci vive. Conseguentemente a ciò vi è, in ogni suo gesto o frase ironica, una certa riflessione. Nulla è lasciato al caso, specie dove diversamente sembra. L’ironia men che meno è una casualità, ma una attenta costruzione.
      Un sorriso per una felice serata, grazie a te, compagna di compleanno.
      ^____^

    • @in fondo al cuore

      Come per ogni lotta che si rispetti. Che si vince o che si perda, va messa dentro ogni energia. La speranza, la rabbia, la forza, la tristezza, l’allegria.
      Grazie per l’apprezzamento.
      Un sorriso per una serena notte a te.
      ^____^

  3. mi fa sentire la tanta melanconia …….e tristezza………….
    per non dire l’ ironia …ma sia come la vita…ironica e tante volte solo tristezza e buio ..e ci vuole nostra forza per cambiare tutto da capo………..
    ti abbraccio

    • @mairitombako

      La vita è come una barca a vela in un mare in burrasca; non sai mai dove ti possa trascinare il vento.
      Un sorriso per una serena notte a te.
      ^____^

  4. Io invece ho la creatività, la speranza, la competitività, ho la certezza che qualsiasi mia azione mi porterà a uno sbalorditivo risultato…
    quelli che sanno andare oltre, la vita li accarezza…
    Ciao Kay
    buon tutto!

    • @luisa

      Andare oltre è possibile e doveroso. Non si debbono mai accettare le sconfitte, per quanto numerose possano essere. Eppure, specie dalle sconfitte, si impara a rialzarsi ancora e meglio di prima.
      Un sorriso per una serena notte a te.
      ^____^

    • @johakim81

      Il Clown è nato e cresciuto nel blog. È comprensibile provare affetto per un personaggio che, periodicamente, torna a farci visita. È come un amico che vive in un’altra città e vediamo ogni tanto. Ma quando arriva è sempre motivo di particolare festeggiamento. In fondo è parte della sua stessa natura; ogni palloncino colorato rapisce lo sguardo, mentre si perde lassù, dietro gli angoli di un cielo terso.
      Un sorriso per una serena notte a te.
      ^____^

  5. Trovo che in questo brano, il messaggio finale sia quello di trovare la forza, il lato positivo di ogni cosa e allora – questa volta – anche io faccio una citazione (che è un poco anche la mia filosofia di vita e che molto non condividono) – “Ogni tragedia rivela l’aspetto di una fiaba:” J. K. Stefansson in Inferno e paradiso. Che la settimana ti sia splendida 😀

    • @raggioluminoso

      Le fiabe sono molto importanti. Con i loro significati donano preziosi consigli di vita. Dalle fiabe si traggono spunti e riflessioni per affrontare le situazioni più diverse. Perchè è lo stimolo alla riflessione a permetterlo.
      La loro utilità è, quindi, altissima.
      Un sorriso per un sereno inizio di settimana a te.
      ^____^

    • @sentimental

      Il nemico è talvolta riflesso sulla superficie dello specchio.
      È terribile quando accade. Per abbatterlo devi abbattere te stesso. O soltanto il tuo pallido riflesso.
      Un sorriso per una serena notte a te.
      ^____^

  6. Ho sempre pensato che dietro al volto dipinto di un clown ci sia una sofferenza e
    un desiderio di essere diverso da quella maschera costretta a far sorridere. Mi chiedo poi, chi è che fa sorridere il clown? Forse noi, che lo guardiamo con una maschera spesso perfida, che ci nascondiamo dietro a falsi sorrisi e arie di superiorità.
    Buonanotte Key *_*

    • @Saray

      Nel tag di questa serie, se scorri, troverai diversi sviluppi ai quesiti che, giustamente, poni.
      In verità ognuno interpreta un ruolo, ogni giorno, e nessuno è molto diverso da un clown. Lo fai perchè sei costretto ad affrontare un lavoro che non ami ma che devi accettare, lo fai perchè ricevi notizie che non apprezzi ma devi saperle assorbire per non andare contro al comune senso della cosiddetta civiltà.
      Un sorriso per una serena notte a te.
      ^____^

  7. Image Hosted by ImageShack.us

    Coprire il capo non viene considerato una possibile concausa alla caduta dei capelli anzi , sarebbe opportuno proteggere il cuoio capelluto dal sole soprattutto nel periodo estivo.

    (dermes.it)

  8. il primo capello bianco è inevitabile e irripetibile. Altri ce ne saranno ma non avranno mai la stessa mportanza: perciò va giustamente omaggiato, ricordato, venerato.
    Baci

    • @infranotturna

      Mi fa piacere leggere la tua interpretazione. Molto vicina, per altro, a quanto compare in evidenza del testo. In fondo si snoda tutto attraverso quel singolare capello bianco che fa bella mostra di sè soltanto nella chiusa.
      Un sorriso per una serena giornata.
      ^____^

  9. Image Hosted by ImageShack.us

    Il gel, come tutti i prodotti cosmetici per capelli come lacca, shampoo, balsamo ecc., non è una causa della caduta dei capelli poiché esso non penetra nel follicolo ostruendolo.

    (dermes.it)

  10. Senza ironia sarebbe faticoso arrivare a sera! eppure diffido dei clown, la maschera che portano dipinta in faccia cela i loro sentimenti, istintivamente ho sempre pensato che siano persone molto tristi e malinconiche e che cerchino d’ingannare il pubblico con quel sorriso, che nasconde fatica e impegno. lo stesso impegno che fa incanutire?
    Monologo davvero intreressante, inusuale, dal finale a sorpresa. Complimenti!

    • @blanca mackenzie

      Quello del clown è un ruolo preciso, stabilito a tavolino. Che poi possa essere gradito o meno è del tutto opinabile.
      Io più che diffidare da chi porta una maschera sono semmai orientato a diffidare da chi la nasconde.
      😉
      La caratteristica della serie è questa; esternare sorpresa e inusualità, proprio come è insito in chi deve inventarsi dei numeri per soddisfare un pubblico entusiasta e un pubblico poco coinvolto. Lo spettacolo non può permettersi di fare delle scelte.
      Un sorriso per una serena giornata a te.
      ^_____^

    • @Donatella

      L’umorismo è utile per affrontare qualsiasi situazione, seria o gravosa. Basti pensare alle prime parole del nuovo Pontefice. Di sicuro non è in grado di risolvere nulla, da solo; ma mette nella predisposizione migliore per arrivare a farlo.
      Un sorriso per una serena giornata a te.
      ^____^

  11. Image Hosted by ImageShack.us

    La comparsa prematura dei capelli bianchi è spesso associata a fattori genetici, allo stress, al fumo di sigarette ed a una dieta scorretta. La causa principale della comparsa prematura dei capelli bianchi comunque è genetica.

    (inerboristeria.com)

  12. L’ironia e l’autoironia sono un’ottima chiave di lettura di questa nostra vita così piena di tristezze, in fondo ad ogni dramma c’è un po’ di commedia.
    Un sorriso e buona giornata a te ^____^

  13. Peccato Paxxino! Voglio dire che è un vero peccato che non si possa rebloggare, come ho fatto per l’altro post. Così lo avrei avuto sempre sotto gli occhi.
    Prezioso, divertente, ben costruito, si lascia leggere con calma e solo alla fine rivela il suo sberleffo….
    Te lo ripeto, peccato non poterlo ribloggare.
    Vorrà dire che mi sbaferò la Sacher che ti avrei portato se…… 😛

  14. Ironia e tristezza, ciò che normalmente contraddistingue un clown oppure come viene etichettato un clown. Bello, inizialmente pensavo che il clown parlasse con una persona, invece era un suo capello. Mi è piaciuto tantissimo.
    Aririciaooooo ^___^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...