Cora e il virus

cora2013_2
Non si dovrebbe vedere altra gente quando si combatte il virus dell’influenza. L’aspetto che ne consegue è sempre quello di una persona sbattuta, specie quando hai la febbre che ti aiuta a star peggio. La possibilità di avere un aspetto appena decoroso è molto scarsa e se non sei brillante gli altri lo avvertono, per quanto trucco tu possa usare per nascondere tutto. Così è sempre meglio cercare di evitare il contatto, specie quando si svolge un mestiere temporaneo come il mio. Mi reputo una lavoratrice a “tempo determinato”, come lo sono tante, e prima o poi sarò io a concludere questo contratto con me stessa. Sono io a scegliere se accettare o meno un lavoro; ma ci sono certi clienti talmente ottusi da non voler sentire ragioni. E spesso capita che siano anche i clienti più facoltosi tra tutti.
«Sono contento ti sia piaciuto il regalo, Cora.»
«Si, sei stato molto caro. Ti ringrazio. Ma ora sarebbe meglio tu andassi. Come ti ho detto al telefono non mi sento molto bene.»
«Beh, per fortuna. Altrimenti oggi chi poteva tenerti testa?»
Purtroppo Dario è tanto facoltosto quanto ottuso. Fortunatamente gli altri due clienti altrettanto testardi sono fuori città fino alla settimana prossima. Mentre si riveste fischiettando allegramente, lo congedo con un sorriso di convenienza. Oggi era il primo giorno in cui la febbre è calata, ma si vede lontanto un miglio la mia lotta con l’influenza. Quello che mi aspetta è una bella coperta imbottita e del latte caldo con dentro tre dita di cognac. Se le informazioni dei notiziari sono corrette, e se conosco bene il mio fisico, ne avrò per almeno altri due giorni. Ed è poco dopo questo tempo che ricevo una nuova telefonata da uno sconfortato Dario.
«Forse avevi ragione… coff, coff… a non volermi vedere, Cora. Sono pieno come un uovo… coff, coff… quaranta di febbre…».
No, decisamente: non si dovrebbe vedere altra gente quando si combatte il virus dell’influenza, penso sorridendo a fior di labbra.

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2006-2013. Tutti i diritti riservati.
Nella ideale parte di Cora ho scelto dal 2011 Jennifer Love Hewitt.

Annunci

82 risposte a “Cora e il virus


  1. ******************************************************************************************************
    ————————————- I miei titoli in EBOOK! ————————————-

    La novità è già nota – da pochi giorni – a chi è iscritto alla newsletter di albertocamerra.com (e se non sei ancora iscritto/a cosa aspetti? :wink:) e a chi mi segue sui vari social network: entrambi i titoli usciti in brossura per l’editore Photocity Edizioni (ex Boopen) sono da adesso disponibili integralmente in formato elettronico grazie ad un contratto con Narcissus.me; leader della distribuzione nazionale e internazionale degli eBooks.
    Questo comporta:
    1. La possibilità di leggere entrambi i volumi su un eReader o su qualsiasi altro supporto elettronico oggi in commercio (dal pc, al telefonino, al tablet).
    2. L’acquisto ad un prezzo incredibilmente vantaggioso mai visto – nè possibile – per il formato cartaceo.
    3. La disponibilità immediata della lettura grazie ad un comodo download.
    L’occasione è ghiotta e propizia!
    Dammi una mano a divulgare i titoli!
    Regalateli o regalali a qualche famigliare/parente/amico/collega!
    La lista degli store in cui gli eBooks sono disponibili – Amazon, Apple, Feltrinelli, inMondadori ecc. – è QUI.
    🙂
    ******************************************************************************************************

  2. Image Hosted by ImageShack.us

    L’Africa ha l’Aids − L’America del Sud ha la droga − l’Islam ha il terrorismo − il Terzo mondo ha il debito. Gli unici successi occidentali sono i virus elettronici e il crack della borsa.

    (Jean Baudrillard)

    • Solo per informarti che il virus dell’AIDS non è solo di proprietà, purtroppo, dell’Africa. E’ un male che affligge la popolazione mondiale e malgrado le terapie efficaci per contenere la progressione della malattia, si sta espandendo ancora sempre di più. I casi in Europa e soprattutto in Oriente stanno notevolmente aumentando (in Europa soprattutto perchè le nuove generazioni hanno meno paura del contagio e quindi tendono a non utilizzare più sistemi di protezione efficaci).

      Non so cosa sia meglio… se detenere il record del crack della borsa o quello di casi di infezione….

      Joh

  3. @ste

    Le parole di Jean Baudrillard, come avviene per tutte le citazioni che inserisco tra i commenti e che restano secondarie al mio scritto, sono a puro titolo di conoscenza.
    Non significa che siano da me approvate o condivise; lungi da me tal pensiero.
    Sono spesso estrapolate da un contesto ben più ampio e significativo; a volte han la funzione di puro sarcasmo, a volte di verità occulte.
    Tuttavia, al di là di quella che può essere la sua diffusione oggi, non va scordata la sua presumibile origine – e credo Baudrillard a questa si riferisca – negli anni ’30 e proprio in Africa.
    Un sorriso per la giornata.
    ^___^

    • Mi hai chiamata per nome… volevi sgridarmi?? ahahahhahahaha
      Il mio non era un appunto polemico ma semplice “deformazione professionale”. Io ci lavoro purtroppo in quel contesto e, quando posso, mi preme rimarcare quanto il virus dell’HIV sia ancora una piaga mondiale.
      A parte questo… ogni tuo personaggio ha un posto speciale nel mio cuore, così come il suo autore.
      Un abbraccio
      Joh e Ste assieme ;o)

    • @johakim81

      Sei tu che ti sei firmata per nome; prima “ste” ed ora “johakim81”.
      Dopo la chiocciolina ricopio sempre il link con cui compare chi scrive.
      😉
      Senza dubbio si tratta di una piaga mondiale e, temo, destinata a non essere debellata a breve; sia per una carenza tecnica e sia per una carenza dal punto di vista della prevenzione. Del resto la storia umana insegna che sconfitta una piaga ne giunge presto una nuova, purtroppo.
      Ti ringrazio per le belle parole che sempre dedichi a me e al mio scrivere.
      Un sorriso per una serena notte.
      ^_____^

  4. La ragazza coglie la realtà ma non si lascia travolgere da essa, gestisce la sua femminilità diventata una corazza dentro la quale costruisce le sue giornate e le sue fantasie. Si muove tranquillamente come fosse su un palcoscenico di teatro senza quinte e recita la sua parte con la necessità di cambiare spesso abito o scenario.
    Il palcoscenico scelto da Cora è la vita di tutti i giorni dove non esiste cosa che cada dal cielo, tutto è sapientemente costruito per gli ottusi e facoltosi clienti che prelevano dal suo corpo soltanto polvere che si accumula sopra tanta altra polvere …la vera causa del virus di Dario così ignaro e febbricitante da credere davvero al contagio dell’influenza.

    Bel racconto Key, complimenti. 😉

    • @carla

      Cora gestisce il proprio ruolo in maniera professionale. Come potrebbe fare per qualsiasi altro tipo di lavoro – cosa comunque per nulla scontata -, forse si sarebbe realizzata benissimo come manager; dopotutto lo è di se stessa. La tua approfondita e graditissima osservazione ne intuisce il quadro complessivo con efficacia.
      Grazie per il tuo apprezzamento.
      Un sorriso per una serena giornata.
      ^______^

  5. in fondo molte (e forse anche molti) di noi siamo sotto sotto un poco geishe … chi mettendo a disposizione il corpo, chi la mente, chi gli affetti, comunque sempre con disponibilità morbida e pronta …

    potremmo far evolvere la geishità in qualcosa di più ironico e soddisfacente, essere più Cora e “sorridere a fior di labbra” decisamente meglio!

    🙂 un sorriso key, con Cora pregusto un’estate luminosa …

    • @sisempre

      Sono aspetti estremi dell’altruismo – la capacità di concedersi all’altro in maniera passiva da risultare persino gradevole -, che sono patrimonio genetico di ognuno di noi. Tanto quanto, per opposto, l’egoismo.
      Di certo riuscire a vivere le situazioni con l’ironia necessaria – aspetto che hai colto nella serie e che si svilupperà ancora di più -, sarebbe opportuno e salutare.
      Un sorriso per una serena giornata.
      ^______^

  6. Una pausa di riflessione per l’influenza, il corpo che forse chiede pace per quanto lei sappia gestire il suo corpo e la sua mente non sempre le due cose vanno a braccetto. Forse è una scelta razionalmente consapevole quella che ha fatto ma che sta combattendo ancora con il suo inconscio. Potrebbe essere una chiave di lettura 🙂

    • @Stefy71

      Hai puntualizzato un aspetto non trascurabile, compagna di compleanno. Per quanto una persona sia in grado di sapersi gestire psicologicamente, altrettanto non è garantito per il suo corpo. Specialmente in un ruolo come quello di Cora dove il fisico gioca una parte predominante,
      Un sorriso per una serena giornata.
      ^____^

    • @arielisolabella

      Un caloroso benvenuta a te tra le pagine del mio blog.
      Poi, comunque, lasciami la ricetta per l’influenza da scontare solo ogni 15 anni…
      😉
      Un sorriso per una serena giornata.
      ^____^

    • Facile ..un cane da portare fuori con ogni tempo ed ora la maglietta della salute tutto L anno una spremuta D arancia a colazione ed ogni giorno …sesso allegro e piacevole.salute assicurata! 🙂

    • @arielisolabella

      Ecco dove sono carente! mi manca il cane!
      sono gli svantaggi di avere soltanto delle gatte che girano per casa…
      Provvederò quanto prima.
      😉
      Un sorriso per una serena notte a te.
      ^____^

    • @franca

      Ne sono felice. Quando pubblico un personaggio sul blog non posso sapere la reazione di chi legge. Scoprirla positiva è per me importante.
      Un sorriso per una serena giornata,
      ^____^

  7. ci siamo granelli di sabbia…siamo unici …e soli..ma si occorrono tutte le granelli per fare l’oceano..ognuno ha bisogno l altro…questa e la nostra forza e speranza di affrontiamo tutto che succede…
    ti abbraccio

    • @sysjena

      Un caloroso benvenuta a te tra le pagine del mio blog.
      Il denaro conferisce un potere effimero; dura soltanto finchè gira nelle tasche. E, talvolta, nemmeno allora. La vendetta “calda” è senza dubbio consumata anche da una buona dose di febbre.
      🙂
      Un sorriso per una serena notte.
      ^___^

    • @luisa

      Speriamo che il virus estivo possa portare soltanto leggerezza e un po’ di serenità. E magari anche abbronzatura a chi la desidera.
      Un sorriso per una felice notte a te.
      ^___^

  8. A Dario gli sta bene! Minimo no? E poi qualcuno diceva, che nessuno di noi può dirsi innocente, tutti abbiamo passato all’altro almeno un raffreddore, eheheeh
    Sarò poco sul blog per i prossimi due mesi, le vacanze incombono…non posso lamentarmi. Buona estate Key e un abbraccio 🙂

    • @Saray

      Verissimo. Da questo punto di vista proprio nessuno è innocente. Non resta che armarsi di santa pazienza ed affrontare influenze e raffreddori con una buona scorta di aspirina.
      Un sorriso per una serena notte a te.
      ^___^

  9. Forse avevi ragione… è no Dario senza il forse… si sa che l’influenza è contagiosa…. mal voluto non è mai troppo… mi piace anche questo Key… buon sabato sera con un sorriso luminoso ^__^

    • @giannasandra

      Certi uomini non comprendono la voce della ragione. O magari consciamente non se ne guardano convinti di esserne superiori.
      Un sorriso per una serena notte a te.
      ^____^

  10. Bhe…almeno Cora si preoccupava dell’innocuo virus dell’influenza…figurarsi se avesse dovuto affrontare un altro ben più temibile!!
    Buon pomeriggio

    • @49mimosa

      Credo che la protezione da parte di Cora, di fronte ad altre diverse malattie, sia ben più efficace. Altrimenti il suo mestiere avrebbe vita ben più breve di quanto lei stessa potrebbe mai desiderare.
      Un sorriso per una serena giornata a te.
      ^____^

  11. Cora è proprio una seria professionista, oltre alla sua salute tiene in considerazione anche quella dei suoi “beni. Poi se l’uomo non sente ragioni, certo non è colpa di Cora

    Bel personaggio, Cora, alla prossima
    Lieta sera
    Senty

    • @sentimental

      In effetti la “professionalità” è sempre soggettiva. Abbiamo persone che svolgono la propria mansione in società in modo scrupoloso e serio, altre che svolgono lo stesso ruolo in maniera molto più distratta e poco affidabile. Naturalmente, a seconda dell’impiego scelto, i danni provocati a terzi possono essere più o meno profondi. Nel caso di Cora, senza dubbio, la prevenzione ha importanza primaria.
      Un sorriso per una serena giornata.
      ^____^

  12. Ben gli sta a quell’antipatico di Dario! Possibile che la povera Cora non possa curare in pace nemmeno un’influenza?
    Io per Cora ho un debole: è un personaggio che mi piace molto e sono felice che, come per magia, l’hai fatta riapparire.
    Ciao Key.
    Un sorriso.
    Marilicia.

    • @marilicia

      Raccolgo anche la tua preferenza per Cora. Con mia sorpresa pare che questo personaggio abbia attecchito nei gusti di chi legge in misura più ampia di quanto ritenessi. Bene.
      Un sorriso per una serena giornata.
      ^____^

  13. Ho avuto una gatta per quasi vent anni Brigida ma resto una Canara sono i miei animali a tener mi giovane ed in forma….sai spesso penso che non gli do abbastanza in cambio di tutto il benessere psichico e fisico che mi regalano..in effetti ogni uomo parte svantaggiato nel confronto! 😀 ! Chissà’ Cora cosa ne pensa….

    • @arielisolabella

      Non ho ancora indagato se Cora possegga o meno qualche animale domestico. Di certo sarebbe spunto per storie interessanti, specie in prospettiva di un mestiere, il suo, piuttosto particolare da gestire.
      Un sorriso per una serena giornata.
      ^____^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.