Civilmente selvaggia

ragazzina_e_lupo

La storia dei nativi americani è nota, bene o male. L’epoca in cui i cattivi erano rappresentati da indigeni a petto nudo, dalle pitture sgargianti sul viso, armati di arco e frecce su cavalcature portate dai coloni europei, è superata da un pezzo. Le generazioni passate sono state ingannate da numerose pellicole, in cui l’eroe di turno era raffigurato da un cowboy rude, ma giustificato dalle circostanze, che ricorreva a fucile e pistola per salvarsi da furie rosse con piume tra i capelli. Per decenni, il generale Custer è stato dipinto come un impavido difensore senza macchia e solo in seguito qualcuno ha avuto l’intraprendenza di mettere in dubbio le sue gesta. In anni recenti, anche i film han cominciato a mostrare una realtà diversa, riguardo i cacciatori di scalpi – usanza ereditata, guarda caso, dai civilissimi inglesi, che spingevano gli amerindi a scalpare i loro nemici -. Questo è quanto accadeva ieri ed è risaputo: il genocidio delle razze rimane sopra i libri di storia. Che dire però delle sue conseguenze? Pellicole, spettacoli, libri contribuiscono ad evidenziare cosa è stato fatto ai nativi americani, concentrandosi sulle enormi colpe di una società autodefinitasi civile, ma è sufficiente raccontare cosa è stato per ripulire le coscienze?
Luna senza Inverno
è nato in un contesto attuale, muovendosi tra gli amerindi di oggi. Quelli rinchiusi dentro le riserve, ma anche quelli che le hanno lasciate sperando di trovare un futuro diverso, rispetto ai limiti imposti. Tra tutte le tribù ancora esistenti, quella maggiormente legata alle tradizioni, tanto da diffondere nelle scuole la propria lingua nativa, c’è quella degli Hopi. Il popolo pacifico, come ama autodefinirsi, conta una nutrita comunità indipendente all’interno della riserva Navajo nel nord-est dell’Arizona, vicino alla Contea di Coconino. Tami, la protagonista del romanzo, è una giovanissima meticcia: Hopi da parte di padre e americana da parte di madre. La ragazza si dimostra subito complessa da gestire: considerata una mezza selvaggia, indecisa sul retaggio da seguire, in un territorio difficile come quello dell’afosa Yuma. La città è al confine con il Messico ed è tra i posti più soleggiati e caldi della terra. Tami ha vissuto un’infanzia complicata, tra singhiozzi trattenuti e lacrime sopra il cuscino. È cresciuta tentando di dimostrare sempre qualcosa, in un mondo sordo alle sue richieste. Ha trovato un’amicizia imprevista, un amore contrastato e uno spasimante irriducibile. La giovane, ribelle e di fronte a una maturazione sofferta, non è solo un pretesto per affrontare la tematica controversa dei nativi americani dei nostri giorni. È quanto ogni uomo e donna, presto o tardi, deve toccare: un desiderio di libertà così forte da fare male.

Autore testi: Keypaxx © Copyright per questo testo dal 2014. Tutti i diritti riservati.
Immagini dal web © Copyright aventi diritto: “Ragazzina e lupo.” wolveswolves.tumblr.com.

64 risposte a “Civilmente selvaggia


  1. ****************************************************************************************************
    ————————————- Leggi il nuovo romanzo ————————————-

    Aiutami a divulgarlo.
    La versione eBook è già disponibile a soli 3,99 euro.
    Lo trovi su Amazon: QUI.
    su Apple: QUI.
    su Kobo: QUI.
    su Ultima Books: QUI.
    … su ibs, la Feltrinelli, Bookrepublic, BiblonStore e i maggiori stores on line.
    Disponibile per tutti i lettori: Kindle, Kobo, Sony, iPad ecc.
    Da pochi giorni è anche disponibile, su ordinazione, la brossura. La trovi QUI.
    Attendo i tuoi commenti sullo store di acquisto! Grazie!
    😉
    ****************************************************************************************************

  2. Sembra una storia molto avvincente, rapporti contrastanti con se stessi ed il mondo… Sarà ancora un meritato successo compagno di compleanno.

  3. L’ho già messo nella lista dei desideri su IBS, sembra molto coinvolgente e interessante. Sicuramente una storia bellissima, come lo è stata quella scritta nel tuo primo libro Fiori nella Neve che ho letto tutto d’un fiato perché non riuscivo proprio a staccarmi dalla storia.
    Un caro saluto e buona domenica.
    Pat ^___^

    • @Patrizia M.

      Spero potrai scrivermi presto cosa ne pensi, quando si troverà tra le tue mani.
      😉
      Per Fiori nella Neve ti ringrazio e attendo il tuo prezioso aiuto di condivisione e commento su IBS.
      L’augurio per una serena domenica a te.
      ^_____^

  4. Che foto bellissima hai messo in questo articolo… sai già cosa penso del libro, ho condiviso ancora e spero possa avere molto successo 🙂
    un carissimo saluto e a presto!!

    • @Vivy

      Per avere successo occorrerebbe moltiplicare le persone come te, che generosamente lo hanno acquistato e si adoperano per fare la loro parte. Consapevoli di quanto sia arduo affermarsi con un romanzo per chi, come me, non ha alle spalle i media o un colosso editoriale.
      Ma sono certo che il tuo entusiasmo trascinante avrà un ottimo seguito.
      😉
      Mi fa piacere che la fotografia da me scelta sia di tuo gradimento: la trovo dolce e naturale, fresca e selvaggia al tempo stesso.
      Felice fine settimana a te.
      ^_____^

  5. Ciao! ho seguito i vari link, dopo aver letto il tuo libro e sono arrivata fino a qui. adesso, appena il mio ragazzo mi aiuta ti lascio la recensione del libro sul sito dove lo ho comprato…….ma volevo passare subito a dirti che è stupendo!!!!!!! mi sono sentita tanto vicina a tami e agli indiani (che non conoscevo…. son rimasta incantata!!)
    consiglio il tuo romanzo a tutti!!!!
    merita davvero tanto!!!!!
    Ciao
    Elena.

    • @Elena

      Ti ringrazio per aver cercato questo blog nel mare della rete e ti offro un benvenuta tra queste pagine!
      🙂
      Sono lieto che il libro sia stato di tuo gradimento e della tua affinità con la protagonista Tami. Sarò felice di leggere la tua recensione, quando avrai l’opportunità di pubblicarla.
      L’augurio per un sereno inizio di settimana.
      ^_____^

  6. Al di là del tuo libro, che cercherò di leggere, penso che noi “civili” dovremmo chiedere tante volte scusa al popolo dei nativi americani.
    Un saluto e buona serata,
    Marirò

    • @ili6

      Quella dei nativi americani è una storia drammatica e non a lieto fine. Il problema, oggi, non è tanto quello che gli abbiamo fatto subire noi europei – e successivi nuovi americani -, ma cosa stiamo facendo per rimediare al passato: nulla. La cronaca della vita nelle riserve, le condizioni socio-economiche dei nativi, ne sono la triste conferma.
      L’augurio per una serena giornata.
      ^____^

  7. Concordo con ili6, infinite scuse al Popolo delle riserve americane, Popolo che insegna all’uomo bianco come amare la vita
    ciao Key, un saluto notturno per una serena notte

    • @luisa

      Sfortunatamente, il popolo bianco, è in gran parte sordo a questi insegnamenti preziosi. La speranza è affidata alle nuove generazioni, affinché possano comprendere e correggere l’infausta rotta intrapresa dalla nostra civiltà.
      L’augurio di serenità per la giornata.
      ^___^

  8. Passo per un saluto, prima di scappare via qualche giorno (forse più di qualcuno :-)) in ferie. Sarò in Romania, altra terra di “diversi”.
    Porterò con me anche il ricordo di “Luna senza inverno”.
    Buon luglio!!

    • @So.Se

      Mi onora sapere che Tami e Luna senza Inverno siano tuoi compagni di viaggio: spero possano renderti ancora più serene le giornate che stai per vivere.
      L’augurio per un gradevolissimo periodo di ferie.
      ^______^

  9. Ciao! Mi scuserai se al commento da me rispondo qui…tuttavia visto che parli di desiderio di libertá (e il mio blog nasce da quello) forse la sede non è sbagliata.
    Ti ringrazio di quanto hai scritto perché condivido il concetto di condivisione, capita però che le parole vengano strumentalizzate e quando accade fa male.
    ps: come te anche altri mi hanno fatto notare che i commenti non sono disabilitati….eppure ho seguito le istruzioni…in ogni caso dal prossimo post non sarà più necessario! 🙂
    Grazie ancora e scusami se ho approfittato del tuo spazio!

    • @labloggastorie

      Di solito non amo le risposte fuori dal proprio contesto (esempio: chiedi una cosa in un blog e ti viene risposto su un altro blog); sia per la difficoltà di risalire alla fonte e sia perché gli altri lettori ne sono all’oscuro.
      Però ti sei rivelata persona educata e hai comunque preso in esame almeno una parte di quanto ho scritto su questo post: quindi non hai necessità alcuna di scusarti.
      🙂
      Spero tu possa venire a capo della problematica inerente i commenti del tuo blog e spero mi farai conoscere qui le tue riflessioni su quanto scrivo, da graditissima ospite per i prossimi post.
      L’augurio per una serena giornata.
      ^____^

  10. Devo ammettere che mi hai incuriosita a dovere… ho letto diversi post su questo libro, solo ora mi decido a commentare… ed ammetto (mea culpa) che prima di questo passaggio non conoscevo nessuno dei tuoi libri (posso darti del tu?)… dovrò rimediare…. buon week end!

    • @stefania

      Il problema della rete è proprio questo: è talmente vasta da rendere semplice perdersi nel suo mare di proposte. Quindi non hai nessun “mea culpa” da citare, ci mancherebbe: magari sono io a non promuovermi in modo sufficiente.
      😉
      L’importante è conoscersi e, sì, naturalmente: il “tu” è d’obbligo.
      🙂
      Spero di averti come graditissima commentatrice e di conoscere i tuoi pareri sui miei libri.
      Un caloroso benvenuta a te e l’augurio per un sereno fine settimana.
      ^____^

  11. Come hai scritto da me: finalmente hanno pubblicato il commento! 😀
    E ora indovina cosa sto leggendo??? … Fiori nella neve ^_____^
    Hai ragione, avere successo non è certo semplice, e mi piacerebbe conoscere molte più persone per avere “una qualche influenza” e aiutarti a far conoscere il tuo libro… comunque, mi pare di aver letto di te, che credi nei sogni e non ci rinunci, mi aveva colpito molto la tua affermazione perchè secondo me è una marcia in più. Hai già pubblicato dei libri e questo è già un successo ai miei occhi! E Luna senza Inverno secondo il mio piccolo modesto parere di lettrice, poteva essere pubblicato da un grande editore… e chissà, io spero che possa succederti e quindi avere un super successo. Anche io credo nella realizzazione dei sogni! e credendo ciecamente in Dio, mi piace molto questa scrittura: “Affida al Signore le tue opere, e i tuoi progetti avranno successo.” Proverbi 16:3 😉
    Un carissimo saluto e a presto!! 😀

    • @Vivy

      Ti stai candidando quale mia fan accanita, leggendo anche Fiori nella Neve: grazie!
      🙂
      Non devi sminuire la tua importanza quale divulgatrice delle mie opere: alla fine non conta il numero di passaparola (comunque importante) ma l’entusiasmo di coloro che lo fanno. E il tuo entusiasmo, di sicuro, ha pochi concorrenti.
      😉
      Per quanto riguarda la tua osservazione sui grandi editori, e l’apprezzamento a Luna senza Inverno, beh, la realtà è piuttosto semplice: se non sei già un personaggio affermato, se non hai conoscenze e raccomandazioni, se non hai un grosso colpo di fortuna nell’essere scelto da qualche redazione importante, il solo modo per essere considerato da un grande editore è quello di dimostrargli di avere dei numeri, e saran poi loro a cercarti. Per numeri si intendono, come minimo, le 8-10.000 copie vendute di un’opera indipendente. Stando a questo traguardo, ho ancora centinaia di chilometri da coprire, a piedi.
      Però hai ragione: continuo a crederci. La scrittura religiosa che mi ricordi è splendida e merita tutta la simpatia e speranza possibile.
      L’augurio per un solare fine settimana a te.
      ^_____^

  12. Eccomi qui, come promesso 🙂
    Avendo già frequentato il mio blog tu sai che amo leggere, perciò sono molto lieta di conoscere nuovi autori e nuove storie.
    Questo tuo libro ha già un titolo che mi attira molto, poi i letto anche il post con la recensione della tua editor e sono ancora più incuriosita.
    So poco della storia dei nativi americani, tranne qualcosa vista tanti anni fa in Balla coi lupi e poi in telefilm come La signora del West. Un motivo in più per leggere questo tuo romanzo, quindi 🙂
    Lo scaricherò da Amazon, dato che ho il Kindle. Ho molti libri in lista di aytesa ma non farò passare troppo tempo. Poi ti farò sapere che ne penso, se ti fa piacere.
    Intanto buona domenica! Ciao!

    • @maris

      Un caloroso benvenuta a te tra le pagine del mio blog!
      Sì, il libro tratta di nativi americani e di tutto il mondo che li circonda. È ambientato ai giorni nostri (quindi non all’epoca di Balla coi lupi e La signora del West che citi); ma si collega alla storia degli amerindi proprio per la tribù protagonista, gli Hopi, che da sempre sono tra i più convinti e scrupolosi sostenitori delle tradizioni e della cultura nativa.
      Sono molto felice di aver stimolato il tuo interesse e spero potrai farmi sapere cosa ne pensi del mio lavoro.
      L’augurio per una serena giornata.
      ^_____^

  13. Ciao! Ho lasciato un commento un paio di giorni fa ma non lo vedo 😦
    Comunque, da lettrice accanita come sono non potevo resistere alla tentazione di scoprire un nuovo autore e poi la storia narrata mi affascina, per cui ho acquistato “Luna senza inverno” su Amazon, dato che ho il Kindle.
    Appena lo leggerò ti farò senz’altro sapere che ne penso.
    Intanto in bocca al lupo per tutto!
    Ciao:)

  14. ciao Alberto … per noi e convenzionale comprare da amazon … ma il tuo libro luna senza inverno non è disponibile… mi poi fare sapere quando si pò ancora aquistare attraverso amazon… grazie Pif

    • @Rebecca Antolini

      Credo tu ti riferisca alla brossura (in quanto l’eBook, su Amazon, è regolarmente disponibile).
      Non so bene come funzioni l’acquisto della brossura su Amazon, ma credo sia sufficiente, come avviene anche per IBS.it, effettuare l’ordine. In quanto l’acquisto del libro può avvenire solo su ordinazione, difficilmente sarà disponibile subito.
      Sempre per quanto riguarda IBS.it sono necessarie, di solito, circa tre settimane. E penso sia la medesima attesa anche per Amazon.
      Il link per fare l’ordine, della brossura, su Amazon è QUESTO.
      Mentre il link per fare l’ordine su IBS.it è QUESTO.
      Spero di esserti stato d’aiuto.
      Fammi sapere.
      L’augurio per una serena giornata.
      ^___^

    • noi siamo iscritti a amazon e li per il momento il tuo libro non è disponibile… e mio marito non vuole aprire altri account… allora devo avere pazienza prima o poi sia anche disponibile a amazon

    • @Rebecca Antolini

      Non era mia intenzione spingerti all’acquisto su IBS.it invece che su Amazon.
      😉
      Ho scritto in base alla mia esperienza personale: il libro non è disponibile in nessuno store (Amazon, IBS, La Feltrinelli ecc.).
      Occorre fare l’ordinazione e attendere i tempi necessari (di solito sulle tre settimane).
      Ecco perché Amazon, come qualsiasi altro, non ti indicherà mai la disponibilità (a meno che non sia stato ordinato da altri).
      Penso però, come ho scritto pur non conoscendo quel canale, funzioni per tutti allo stesso modo: basta mandare avanti l’ordinazione e te lo fanno avere.
      Felice serata a te.
      ^_____^

    • @lilasmile

      La frase che citi, quella finale, è collegata alle tematiche del mio romanzo.
      Felice che sia di tuo gradimento.
      Un caloroso benvenuta a te tra le pagine del mio blog.
      ^____^

  15. Ciao! Ho finito di leggere il tuo libro e presto ne parlerò sul mio blog .)
    Mi è piaciuto, il tuo stile è scorrevole e la storia è piuttosto affascinante, ti faccio i miei complimenti! L’ambientazione anche ti è ben riuscita.
    Proprio volendo cercare qualche notazione da fare, perchè a me piace “recensire” dettagliatamente ciò che leggo, forse una cosa che non mi ha soddisfatto pienamente è che alla fine del libro ho avuto l’impressione che mancasse un pezzo di storia….non so come spiegarmi bene…è come se fosse un pò incompleto. O meglio: forse l’impressione che ho avuto è stata dettata dal fatto che è un pò come se nel finale tu avessi accelerato un pò le cose, rispetto al resto della storia narrata fino ad allora, racchiudendo in poche pagine un discorso che avrei preferito fosse più approfondito.
    Ma è solo la mia impressione, naturalmente, e come tale è opinabilissima!
    Te l’ho voluta esprimere proprio perchè mi piace confrontarmi e discutere delle mie letture…figurati poi se posso farlo direttamente con l’autore! E’ un privilegio che sono contenta davvero di avere 🙂
    Un abbraccio, in bocca al lupo per tutto! E a risentrici, con vero piacere 🙂

    • @maris

      Hai fatto benissimo a scrivermi le tue dettagliate osservazioni sul mio nuovo romanzo. Certo; la rete permette un confronto maggiore e un filo diretto, con gli autori. Pensa, fino a qualche anno fa, io stesso non avrei mai creduto di riuscire a “parlare” con alcuni dei miei sceneggiatori preferiti ritenendoli quasi irraggiungibili, lassù, nel limbo delle meraviglie.
      Per quanto riguarda il giudizio che esprimi su Luna senza Inverno:
      sono lieto che il libro sia stato di tuo gradimento e per i punti positivi che, a tuo gusto, hai individuato nel testo. Riguardo la tua impressione la possiamo invece valutare in due modi diversi. Il primo che la tua è una sensazione personale, dove hai riscontrato degli elementi non sviluppati in maniera soddisfacente – e nel caso specifico non posso esprimermi, poiché resti piuttosto sul generale -. Il secondo modo che individuo è quello relativo al mio stile e alle intenzioni; cerco sempre, nella maggior parte dei miei scritti, di lasciare uno spiraglio, più o meno aperto, più o meno grande, per permettere al lettore di evolvere la storia nella sua immaginazione e per consentire a me, magari in un ipotetico futuro, di riprenderla in mano.
      Spero di aver soddisfatto i tuoi quesiti, altrimenti sono qui.
      😉
      Resto in attesa, quando vorrai, di leggere il feedback sul tuo blog.
      L’augurio per un solare fine settimana a te.
      ^_____^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.