Racconto lungo in arrivo

nuovo_racconto_lungo

Come avrai notato ho variato l’impostazione di questo blog cambiandone i contenuti. Rispetto a un tempo, quando nella maggior parte dei post offrivo racconti autoconclusivi e a puntate, oggi propongo anche articoli diversi. Sono scritti, ad ogni modo, sempre collegati alle mie pubblicazioni e che hanno una funzione di approfondimento. Io amo leggere i retroscena che si celano dietro una produzione artistica: vado letteralmente ghiotto per i contenuti extra inseriti nei dvd dei lavori cinematografici, dove attori e registi raccontano aneddoti, spesso divertenti, in cui spiegano per quale motivo una pellicola abbia preso una direzione invece che un’altra. Trovo interessante conoscere le difficoltà e gli elementi d’ispirazione che sono alla base di ogni recitazione e regia. Per cinema e tv, oltre all’attività dietro le quinte offerta sui dvd, possiamo usufruire, grazie ai nuovi canali digitali terrestri, di filmati speciali girati con sempre maggior cura. Situazione analoga è quella teatrale e musicale, dove l’impatto visivo gioca un ruolo fondamentale. Differente è la parte ricoperta dalla scrittura che ha, invece, numerose mancanze da questo punto di vista. Se la commedia, il disco o il film sono tratti da un libro, forse allo scrittore, se famoso, è destinata una parte di intervento marginale. Altrimenti l’autore resta nell’ombra. Sotto certi aspetti questo è abbastanza comprensibile: la scrittura è attività solitaria, riflessiva, chi lavora con la penna difficilmente ama le luci della ribalta. Così raramente il pubblico può accedere ai meccanismi che portano alla stesura di un libro. Nel mio piccolo, non sono certo l’unico ma uno dei pochi, provo ad aprire le porte della “cucina”. Tento di mostrare perché scelgo un ingrediente invece di un altro. Sul finire del 2014 ho ripreso un mio racconto breve: l’errante cavaliere. L’intenzione era quella di offrirlo ai miei lettori più affezionati, che ne facevano richiesta, in segno di riconoscenza per il supporto ricevuto. Vuoi per affetto, vuoi per abbracciare una nuova sfida, mentre ero impegnato nella stesura di un nuovo romanzo, ho trovato lo stimolo per costruire un progetto attorno a quel racconto. Come accade spesso, le idee prendono direzioni inaspettate: il fantasy classico de l’errante cavaliere, omaggio ai miei amati Terry Brooks e Robert Ervin Howard, è diventato un racconto più vicino alle mie corde. Chi mi legge è consapevole della vena romantica e paranormal che avvolge i miei scritti. Non sarà quindi una sorpresa inaspettata la piega presa da questo lavoro. Si tratta comunque di una pubblicazione importante, perché esplora, probabilmente per la prima volta a fondo, un genere in bilico tra urban fantasy, sacralità e paranormal romance. Il racconto, ambientato in uno dei luoghi più suggestivi e affascinanti del mondo, uscirà in formato esclusivamente digitale, con un titolo e contenuti nuovi, rispetto all’originale. L’uscita è prossima ma non ancora fissata, al termine della fase di editing tuttora in corso. Spero che la sua lettura possa essere apprezzata quanto a me è piaciuto scriverlo.
😉

Autore testi: Keypaxx © Copyright per questo testo dal 2015. Tutti i diritti riservati.
Immagini dal web © Copyright aventi diritto: “senza titolo” 12alle12.it

Annunci

40 risposte a “Racconto lungo in arrivo


  1. ****************************************************************************************************
    ———————————-Alberto Camerra Autore ———————————
    Sei su Facebook?
    Scopri la mia nuova Pagina Autore e clicca “Mi piace questa Pagina” per unirti come fan.
    La trovi QUI
    Potrò aggiornarti sulle ultime novità con testi, immagini e video!
    Inoltre, se ancora non l’hai fatto, iscriviti alla newsletter per ricevere i nuovi omaggi!
    😉
    ****************************************************************************************************

  2. Amo anche io i retroscena, sapere cosa succede dietro le quinte, cosa ha ispirato un regista o uno scrittore…. E allora grazie di questo post e in bocca al lupo per la tua ascesa come scrittore, compagno di compleanno 🙂

  3. “Le mie storie arrivano di corsa e mi mordono alle gambe. Io rispondo buttandomi a scrivere qualsiasi cosa che succede durante il morso. Quando finisco, l’idea molla la presa e scappa via.”
    (RAY BRADBURY)

    • @claudiaquaglia55

      Il backstage, la “zona dietro il palcoscenico”, di chi scrive è molto piccola e intima. Non ci sono camerini per il trucco, macchine da presa o addetti stampa che corrono ovunque. Ma, forse, è proprio questo minuscolo spazio a stimolare maggiormente la curiosità.
      L’augurio per una serena giornata a te.
      ^___^

  4. Anche a Fabio piacciono moltissimo i “dietro le quinte” dei film, ci sta le ore a volte a guardare i dvd con i contenuti extra… Entrare nella tua “cucina” è un onore, e sono contenta di poterti seguire e di questa novità!
    Buonissimissima giornata e a presto!

    • @Viviana Re Fraschini

      Vero. Oggi i contenuti extra dei film sono così abbondanti da riempire dei dvd a parte e i cofanetti sono formati da un doppio disco. Quando mi è possibile cerco proprio di procurarmi il cofanetto, invece del disco singolo. Per fortuna, molte volte anche nei singoli dvd inseriscono diversi contenuti interessanti.
      Felice che la novità sia di tuo gradimento.
      L’augurio per una radiosa giornata.
      ^____^

  5. Interessante questa tua particolare curiosità ed interesse. la maggioranza delle persone per tantissimi motivi validi e non, si chiedono raramente cosa sta dietro o cosa a contribuito a quel determinato lavoro, o reazione o altro.
    Purtroppo nella vita di oggi non ha alcuna importanza il prossimo, usufruiamo e ci interessiamo soltanto di quello che ci potrebbe servire e non sempre magari attendiamo che qualcuno faccia per noi.Il dialogo non esiste come s’intende l dialogo e purtroppo siamo sempre più soli e quindi ci uniamo a quello che oggi viene definito il branco. Forse sono fuori argomento…scusa. Buona fine settimana.

    • @edvige

      Beh, sicuramente siamo circondati da ipocriti. Sapessi quante persone mi promettono di comprare un mio titolo o un altro e, puntualmente, svaniscono o trovano mille contrattempi.
      Oppure non commentano i post in cui presento il frutto delle mie fatiche (come se non me ne accorgessi…), senza sapere che sono quei post a dare un significato a questo blog e non il contrario.
      Far parte di un branco non mi è mai piaciuto e ne ho pagato spesso lo scotto (lo pago anche oggi). Purtroppo molte persone non si rendono conto che il dialogo in rete sia identico a quello che si può avere passeggiando per la strada. Se fuori di qui qualcuno ti saluta, tu rispondi sempre. Se qualcuno ti saluta qui, non sempre rispondi.
      L’augurio per una buona serata a te.
      ^____^

  6. “I racconti sono come le pallottole di un cecchino. Rapidi e sconvolgenti. In un racconto io posso trasformare il bene in male e il male in peggio e, cosa ancora più divertente, quelli veramente buoni in veramente cattivi.”
    (JEFFERY DEAVER)

    • @marilicia

      Ti ringrazio per l’attestato di fiducia e spero che il nuovo racconto possa piacerti, quando uscirà in eBook.
      L’augurio per un sereno inizio di settimana.
      ^____^

  7. visto che il tuo blog l’ho appena scoperto, sarà sicuramente la continuazione e la fascinazione dei tuoi scritti la prosecuzione di questo viaggio di esplorazione. Tra l’altro le tematiche descritte sono sempre state nelle mie corde e gli orizzonti che si apriranno saranno sicuramente interessanti.
    Intanto andrò a leggere quello che hai già scritto…

    • @il barman del club

      Ti auguro allora una piacevole lettura: spero di leggere le tue impressioni in calce ai racconti del blog.
      Per quanto riguarda l’annuncio del racconto lungo, presente qui sopra, si tratta di una pubblicazione editoriale che non comparirà sul blog: a parte qualche breve stralcio e argomento correlato. Sarà reperibile presso tutti gli store on line. Orientativamente verso il mese prossimo di marzo.
      Una buona serata a te.
      ^__^

    • @Saray

      Dovrebbe essere pubblicato online entro il mese di Marzo, al più tardi Aprile. Si tratta comunque, come ho scritto, di un racconto in digitale e non di un libro su carta.
      Serena giornata a te.
      ^___^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...