Dietro le quinte di Caprice e lo stregone

Cosa succede dietro le quinte di un romanzo? Scoprire cosa accade nella realizzazione di un film, ai nostri giorni, è abbastanza facile: con le produzioni milionarie, che coinvolgono spesso notevoli investimenti e attori di primo piano, soddisfare la propria curiosità è alla portata di tutti. Ai lavori cinematografici sono dedicati speciali, interviste ai protagonisti, focus su sceneggiatori e fotografi, primi piani alle scenografie e costumi, approfondimenti sulle location in cui le sequenze sono state girate. Personalmente, amo addentrarmi nelle indiscrezioni e nei retroscena che coinvolgono la realizzazione di una pellicola. I contenuti speciali dei DVD, solitamente molto sostanziosi, sono per me un’autentica leccornia da vedere e rivedere. Perché non accade la stessa cosa nei confronti di un libro? Eppure, in molti casi, è soltanto grazie a un romanzo che nasce un film straordinario. Senza una base di scrittura, molti lavori cinematografici non sarebbero mai nati e il cinema, splendida creatura per immagini, presenterebbe, in alcuni frangenti, opere prive di anima.
Preferisco non stilare un elenco, mi limito a due soli titoli: La leggenda del pianista sull’oceano, capolavoro tratto da Novecento di Alessandro Baricco; Dracula di Bram Stoker, meraviglia visionaria girata da Francis Ford Coppola grazie al classico scritto dall’omonimo autore.

Sono opere diversissime tra loro, che in comune hanno appunto un senso di gratitudine impagabile nei confronti dei rispettivi romanzi. Quando ho letto il Dracula di Stoker, almeno fino a metà volume, sono rimasto letteralmente a bocca aperta: mi chiedevo com’era possibile che un testo simile, con un tale appeal ipnotico, fosse uscito a fine Ottocento.
Le storie sentimentali e maledette mi hanno, da sempre, avvinghiato quanto i rami di un’edera. Caprice, l’albina di Pontorson, paese che dispiega una stretta e lunga strada fino all’Abbazia di Mont Saint-Michel, è una strega nata sulle pagine di Caprice e il cavaliere e che, da tempo, desideravo richiamare sopra la mia tastiera. Ho rimandato a lungo, quel momento, dopo il primo lungo racconto che la vede protagonista, insieme con il cavaliere, addestratore di falchi, Jean Paul. Ho perso il conto delle volte che ho cestinato la trama iniziale: se avessi conservato tutte le diverse versioni, avrei potuto progettare almeno una mezza dozzina di libri. Ogni volta che ero convinto di aver ideato la sinossi migliore per un romanzo dedicato a Caprice, puntualmente la scartavo. L’albina non era mai contenta: sembrava osservare il lavoro, da dietro le mie spalle, e storcere il naso. Rischiava di trasformarsi in una maledizione, come quella narrata da Bram Stoker. O, più probabilmente con il senno di poi, era il giusto percorso che la strega di Pontorson desiderava per se stessa. Caprice mi ha contagiato con la sua insoddisfazione: niente era abbastanza valido, nulla era sufficientemente coerente. Voleva di più. Voleva il meglio.
Inconsciamente, ho percorso la strada che a suo tempo intraprese Terry Brooks con il suo secondo romanzo, un lavoro sofferto, cestinato e riprogettato sino all’ossessione: oggi, a distanza di quarant’anni, critica e lettori considerano quel libro, Le pietre magiche di Shannara, il migliore in assoluto.
Sia chiaro, non lo affermo io, nei confronti di Caprice e lo stregone. La responsabilità ricade sulla testa della mia editor, scrupolosa e puntigliosa in ogni singola frase: “sei cresciuto tantissimo, dai libri precedenti. Si sente un’attenzione particolare, una ricerca di precisione e una pulizia nella scrittura. Caprice è una giovane donna che seduce attraverso il fascino dell’animo e la tenerezza del modo di essere.”
Da non crederci. La streghetta dietro le mie spalle sogghignava compiaciuta.

! Aiuta un autore emergente !
! Prosegui la lettura di Caprice e lo stregone !


Trovi l’eBook in tutti gli store digitali. Ecco i principali:
Amazon Kindle Store >> QUI
Kobo inMondadori >> QUI
Apple iTunes >> QUI
Google Play >> QUI
Trovi il libro cartaceo presso 4.500 librerie convenzionate e in tutti gli store digitali.

Grazie! 🙂

Autore testi: Keypaxx © Copyright per questo testo dal 2018. Tutti i diritti riservati.
Immagini © Copyright aventi diritto: “Amanda Seyfried aka Caprice” elaborazione grafica

Annunci

12 risposte a “Dietro le quinte di Caprice e lo stregone


  1. ****************************************************************************************************
    ———————————- Caprice e lo stregone -———————————
    Immergiti nella lettura di un racconto ambientato in uno dei luoghi più carismatici della Normandia. Lasciati avvolgere dalla saga di Caprice. Affronta il lato oscuro della magia, il segreto di Victor Leduc e il mistero di Mezzanotte. Scopri un amore capace di bruciare ogni maleficio…
    Tutto questo e molto di più nel mio nuovo paranormal romance / urban fantasy!
    Dal 1° febbraio in prevendita sugli store online!
    ****************************************************************************************************

  2. Che tu sia cresciuto tanto, e ormai da tanto tempo, lo si nota a chi ti segue. Felice ed orgogliosa per te, per i tuoi successi. Un abbraccio compagno di compleanno 🙂

  3. “C’era un’antica storia che accompagnava la leggenda delle rose e Caprice l’aveva ascoltata molte volte, dalla madre. Non si stancava mai di farsela ripetere.”
    (Caprice e lo stregone)

    • @ili6

      Ti ringrazio! Ti auguro una buona lettura e spero che mi farai conoscere le tue impressioni!
      🙂
      L’augurio per un sereno fine settimana anche a te.
      ^______^

  4. “In quella leggenda, l’albina di Pontorson ritrovava una parte di se stessa. Le piaceva considerarsi il risultato della spuma dell’oceano che aveva creato la rosa Alba.”
    (Caprice e lo stregone)

    • @audrey

      La fatica c’è, tanta, come quando una passione ci travolge e desideriamo creare solo il meglio. Per fortuna, lo sforzo è anche ripagato dalle persone, poche ma buone, che passano su queste pagine.
      🙂
      L’augurio per una serena settimana a te.
      ^_____^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.