Al&Bo: modello tedescone

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media157e8e2555123ad3eec1256b0952f64f.jpg

«Come ti sei vestito Al?»
«Mi sono messo comodo, Bo.»
«Cioè? dai che fino a dopodomani non ti posso vedere. Raccontami per telefono come ti sei vestito, su…»
«Beh, sopra mi sono messo una t-shirt…»
«Mm… e di che colore, come è fatta questa t-shirt?»
«Sono le solite, quelle bianche che mi metto io in casa. Sai, quelle che hanno la scritta all’altezza del cuore.»
«Ok, ma poi, che cosa ti sei messo?»
«Poi ho un paio di bermuda color verde. Un modello molto corto, stile mutanda, per capirci: sono tutto scosciato.»
«Mm… interessante. E poi? che cosa ti sei messo addosso ancora?»
«Quello che ho sopra te lo ho descritto, anche quello che ho sotto.»
«Mica tutto. Dai, racconta. Dopo la magliettina e i pantaloncini (mutanda) che cosa altro hai messo?»
«Cosa vuoi che abbia indossato ancora?»
«Su su, ti conosco. Sicuramente c’è dell’altro.»
«Per la verità sotto ho messo i calzini bianchi di cotone.»
«Quelli che coprono il tallone.»
«No no, quelli che coprono anche la caviglia e proseguono: li ho tirati bene lungo la gamba, e poi ho le mie ciabatte.»
«Oddio… praticamente ti sei vestito modello tedescone. Quelli che fanno i turisti e che si vedono camminare in estate in centro città!»
«Insomma… proprio come un tedescone no, dai…»
«Si si, te lo dico io: un’immagine raccapricciante!»
«Mica tanto, dai! ho abbassato un po’ il calzino: so anche essere sensuale, eh!»

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediab817502209cd8df2bd2d670afd8be0cf.jpg

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2010. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: sotto controllo

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediabb3d3ec730cd2083d90cf64324042a94.jpg


Gu, la piccola cuginetta di Bo, viene lasciata dai genitori qualche ora dalla cugina più grande. Bo si deve però assentare a sua volta e deve ricorrere all’aiuto di Al per badare alla piccola Gu e al compagno di giochi Ri.
“Meglio se faccio una telefonatina ad Al. Non mi sento troppo tranquilla a saperlo solo con quei due diavoletti…”
«… Al, come procede? te la stai cavando bene?»
«Certamente, è tutto sotto controllo, Bo. Tra poco giochiamo ai cow-boys e agli indiani. Forse riesco persino a stupire Gu.»
«Uhm… lascia perdere. Sai bene come è fatta la mia cuginetta.»
«Beh, ho ancora qualche trucchetto in serbo. Vedremo poi.»
«Al, limitati a darci un occhio. Torno tra venti minuti. Ok?»
«Non preoccuparti. Con me sono dentro una botte di ferro.»
«Mah… anche Ri si sta comportando a modo?»
«Mi da persino più soddisfazioni di Gu. È un bravo bimbo.»
«Uhm… io allora arrivo al negozio e mi rimetto in strada.»
«Perfetto e… [ehi no, Ri! metti giù la scure, e non provare a salire sopra il tavolo dove è andata Gu!]… ora vado, Bo.»
“Richiamo Al, con questo traffico tarderò di mezz’ora come minimo.”
«…Al… come mai hai aspettato tanto a rispondere al cell.?»

«Ciao Bo. Non sono Al, sono Ri.»
«Ri?!? e come mai stai rispondendo tu al telefono di Al?»
«Perchè in questo momento lui non può risponderti.»
«E come mai? che cosa è successo? passamelo subito, Ri…»
«Credo davvero che non sia possibile. È in una fase di gioco abbastanza impegnativa con Gu; lui è legato al palo della tortura e lei gli sta girando intorno con il coltello da cucina.»
«Cosa? che cosa stanno facendo? Ri, passami subito Al! lo sento parlare ma non capisco che cosa dice!»
«Oh, questo posso dirtelo io. Sta urlando qualcosa tipo: “non preoccuparti, Bo. È tutto sotto controllo”.»

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media5584c5d98651dc0596f914ed67c76e13.jpg



Autore testi: Keypaxx © Copyright 2010. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: fibra di mais

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media2893c2fc92c0936b98409611f03da0e8.jpg


«Che cosa desidera?»

«Ecco, le spiego: la mia ragazza ha questa… come si chiama… “forma di allergia”. Allora mi ha mandato qui per prenderle questi… prese…tivi che non sono mica di lattice, eh!»
«Questi… cosa?»
«Massì… quelli che ci sono anche fuori, nella vostra macchinetta. Ma lì non ho visto il tipo che serve a me: i… prese…tivi alla… fibra di mais
«Senta, guardi che io non ho mica capito che cosa le serve: può ripetermelo chiaramente a voce alta?»
«Allora, ehm, a me servono i… prese…tivi alla… fibra di mais. Ha capito?»
«Le servono i preservativi alla… fibra di mais?!?»
«Si, si, esatto. Quelli, ma non c’è bisogno che alzi la voce, se ha capito, ehm…»
«Mah, aspetti che chiedo alla dottoressa… prego, prego: si accomodi qui nello stanzino.»
«Buongiorno, dottoressa. A me servirebbero, ehm, per la mia ragazza che è allergica, i…»
«Preservativi alla fibra di mais?!?»
«Ecco, si, mi servirebbero quelli lì che ho detto anche al commesso di prima!»
«Va bene, senta ragazzo mio, al momento esistono solo questi preservativi, non al lattice, che dovrebbero fare al caso vostro. Glieli incarto, serve altro? No? prego, si accomodi da questa porticina che porta all’esterno…».
«Bo, ho preso quella scatola di preservativi che mi hai detto la settimana scorsa: però guarda che non esistono alla fibra di mais. Mi hanno dato questi della Durex; vanno bene lo stesso, no?»
«Al, hai… chiesto in farmacia quelli che io chiamavo alla “fibra di mais”??»
«Esatto, Bo. Poi, quando hai smesso di piegarti in due dal ridere, magari mi spieghi meglio, eh!»

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediac2ec2570dd9f129e287e150e85b5bea9.jpg


Autore testi: Keypaxx © Copyright 2010. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: Costa Rica

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediab414046b7d42336628264286e5ad1ed2.jpg


«Sai Al, stavo pensando che ci vorrebbe proprio una bella vacanzina!»
«Mm… un’ideuzza che si può considerare, Bo. E dove pensavi di andare?»
«Avrei tanti bei posticini per la testa. Però quello che mi stimola è dove siamo stati l’anno scorso, in febbraio.»
«Se non ricordo male siamo stati alle terme…»
«Ricordi bene!»
«… con un appartamento che dava sulla zona parco, con le piante secolari…»
«Uh-uh!»
«…con la vasca e l’idromassaggio, con la piscina di fianco alla villa…»
«Proprio quel posticino, bravo!»
«… con il sentiero di montagna che si snoda lungo la collina di fronte per arrivare fino al mare. Dove, naturalmente, la spiaggia è privata: in definitiva per noi ha rappresentato la nostra Costa Rica.»
«Non è un posto da sogno che vale la pena di rivisitare?»
«Sul fatto che sia un posto da sogno non lo discuto minimamente. Ma appunto perchè ce lo possiamo permettere soltanto nei sogni.»
«Che cosa vorresti dire?»
«Che ho appena controllato il conto in banca: più che andare nella nostra Costa Rica dobbiamo ripiegare in Costa Povera.»

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media1cbcf4366c9a0deb4aee9530f892130b.jpg


Autore testi: Keypaxx © Copyright 2010. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: Hallo… che cosa?

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media58226769a23c1f3173b83f850300923b.jpg


«Siamo d’accordo Al. Ti lascio in compagnia della mia cuginetta Gu. Per cortesia vedi di comportarti a modo; ha solo nove anni ed i genitori verranno a riprenderla tra un paio d’ore.»
«D’accordissimo Bo. Finisco di provare il costume per domani sera, così la piccolina si divertirà un po’.»
«Io vado di là a preparare il ragù per la pasta. Che non ti metti a fare il verso del fantasma lamentoso con la catena al piede, eh!»
«No no, quest’anno cambio travestimento (eh, eh, eh…)…»
«Ciao Al… che cosa stai facendo?»
«Ciao Gu, mi sto preparando per la festa di domani sera: Halloween!»
«Hallo… che cosa?»
«Halloween; è una festa in maschera, come carnevale, che si tiene la notte del 31 ottobre, non la conosci?»
«Ah si… quella. Ma ti piacciono quella cavolate lì?»
«Ma non è una cavolata, è un momento per distrarsi e apparire  nei panni mostruosi delle creature della notte!»
«Oh si, ho capito. Però a me sembra sempre una cavolata. E tu come ti travestiresti?»
«Non lo vedi? sono già travestito. Aspetta che apro il mantello!
Vedi? un mantello rosso come il sangue, le unghie lunghe e curve, le occhiaie scure sotto gli occhi e la faccia pallida, ed un completo tutto nero. Poi il tocco finale: questi bei dentoni canini aguzzi; grrrrrr…. Chi sono?»

«Chi sei? oh si, ho capito. Bo, Bo… vieni a vedere; c’è Al che si è travestito da Vampirla!»

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediae3d78cb84cda4c233c92dfa7d0eb21a9.jpg

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2010. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: ti richiamo tra dieci minuti

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media0bf4a5838ae57eff957462e73f525803.jpg


«Eccoti. Ti ho fatto giusto una telefonatina prima di tornare a casa.»
«Nel senso che hai poco tempo per stare al telefono Bo?»
«Devo finire di fare la spesa. Mi manca la pancetta coppata al supermercato e di passare a prendere il pane anche se stamattina mi sono alzata prestissimo per uscire di casa.»
«Talmente presto che credevo fossi andata a fare la fornaia.»
«Ah-ha: spiritosone!»
«Senti, io dovrei finire di sistemare le mie scatole di tonno. Se davvero mi chiami tra poco mi organizzo e ti aspetto.»
«Sisi, ti richiamo tra dieci minuti! A dopo. Bacin bacione.»
…………………………………………….
“Uhmm.. saranno anche dieci minuti ma qui mi pare che l’orologio mio non abbia la stessa misura del tempo di quello di Bo. Oltre alle scatole di tonno mi conviene sistemare anche quelle di sgombro, ne ho giusto due scatoloni pieni.”

…………………………………………….
“Trenta minuti e non mi chiama… dopo aver sistemato le scatolette delle cibarie che cosa sistemo? vado all’ikea? la pancetta coppata ormai l’avrà pure presa, a quest’ora non c’è fila dentro i supermercati. A meno che non abbiano accoppato il maiale sul momento e stia aspettando che lo taglino a fette, dovrebbe essere già andata a prendere il pane… uhmm…”

…………………………………………….
“Un’ora e non mi chiama. Ora la messaggio!”
…………………….
«Beh? che cos’hai da fissare quel telefonino, sorellina?»
«È che dovevo chiamare Al da un pezzo ma mi sono dimenticata di farlo, Su. Leggi che cosa mi ha scritto in sms..»
“Bo, avevo capito che il pane passavi a prenderlo, non a impastarlo.”

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media6a8828d97918fe3eb40d139298ceaf4b.jpg

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2010. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: …adesso che a letto siamo

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media5dce2a5774e7e297cce9267cadd65f16.jpg


«Mmmm.. è stata una lunga giornata.»
«Vero Bo, per fortuna che è finita. Avevo un gran bisogno di venire a letto.»
«Eh già. E adesso, che a letto siamo…»
«Sai che oggi abbiamo scordato di comprare le scatolette di tonno? Tra poco ho finito le scorte. È la prima cosa che dobbiamo fare domattina, ho bisogno delle mie scorte di tonno.»
«Uhmm.. la faremo, Al. La faremo…»
«Che ne pensi se spostiamo anche la scrivania? Sulla destra della camera lascia passare una luce troppo smorta. Io la metterei sulla sinistra, vicina alla porta.»
«Va bene, va bene. Ma guarda che io non sono mica stanca!»
«No?»
«No Al.»
«Hai sempre delle formidabili capacità di recupero te.»
«Perchè? Non mi vorrai mica dire che invece tu sei stanco?»
«Stanco io? Uh, il tempo di riprendermi un attimo. È che quella lunga camminata che ci siamo fatti per arrivare qua mozza il fiato.»
«Ho camminato anche io, Al.»
«Vero. E fumi anche: non ho mai capito come fai ad avere quei polmoni.»
«Umpfffffff…»
«Auwnnnnnn…»
«Beh? non starai mica sbadigliando? vorresti dirmi che hai pure sonno? ma se hai dormito otto ore di fila, l’altra notte!»
«È la primavera, Bo. Quando cambia la stagione mi viene sempre voglia di dormire. Sono sensibile ai cambiamenti climatici. Il passaggio tra caldo e freddo è impegnativo.»
«Non ci posso credere. Vuoi metterti davvero a dormire di già?»
«Cosa c’è, Bo? mi sembri leggermente nervosa, stasera…»
«E me lo chiedi? siamo qui a letto e… sono già le dieci e mezza!»
«Giusto: e devo ancora lavarmi i denti!»

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media8c06b1814afa7c7e5814582286df8417.jpg

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2006-2010. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: estratto conto

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media999f8034e361566c42368a108d54c07c.jpg


«Ti è arrivata la posta?»
«Si Al. È arrivato anche l’estratto conto della banca.»
«L’estratto conto? Allora ci deve essere dentro anche il conto dell’albergo e delle vacanze di agosto.»
«Credo di si. Aspetta che te lo passo..»
«Uhmmm.. ok, vediamo di darci un’occhiata.»
«…….»

«Al? Hai detto qualcosa?»
«…….»
«Hai una faccia leggermente pallidina, persino più del solito. Ma ti senti bene?»
«Bo… dove abbiamo detto che andiamo l’anno prossimo in vacanza?»
«In Toscana. Parlavamo di andare da quelle parti.»
«In Toscana, eh?! A parer mio è meglio se andiamo in Lombardia.»
«Lombardia?!? Ad agosto? E perchè?»
«Esatto. Magari ci troviamo un posticino in centro.»
«Intendi dire in centro città? E quale?»
«Milano non sarebbe malvagia in quel periodo.»
«Eh? Ma a Milano non c’è niente in agosto. È praticamente vuota! Che cosa ci andremmo a fare?»
«Qualcosa da fare la troviamo sempre.»
«E che cosa? Facciamo le passeggiate in centro? Al: in agosto a Milano i negozi sono chiusi! Non potrò fare shopping
«Appunto.»

https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media35e9dda24201c3350ccc1b1b12cc32de.jpg

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2006-2010. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: ti costerà 50 euri

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media96f676b5848e494546696c547d0c1f62.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.


Al e Bo passano alla fattoria di Ga. Il frate del paese li ha incaricati di fare provviste per la festa del quartiere. Il fattore attende con impazienza che decidano come dividersi i compiti.
Nessuno dei due sembra intenzionato a entrare nel capanno e passare davanti a tutti gli animali della fattoria.
«Chi viene con me a prendere i salami che ho preparato in fondo al capanno?»
«I salami che dobbiamo comprare li porterai tu a Fra’ Ud, vero Al?»
«Eravamo d’accordo che ci passassi tu Bo. Questo favorino richiede moneta sonante.»
«Moneta sonante? e quanto vorresti farmelo costare sentiamo?»
«Ti costerà 50 euri, come minimo.»
«5 e non se ne parla più…lei è caro.»
«45 e tagliamo la testa al toro.»
«Hai deciso per caso di sfidarmi?»
«Non ho deciso proprio nulla. Io dal frate non ci vado che mi mette sotto a pelare patate!»
«Hai qualcosa contro le patate adesso?»
«Non ho niente contro le patate. Ma preferisco mangiarle che pelarle.»
«Allora 10 e tagliamo la cresta al gallo.»
«40 e ci mettiamo sopra tre ghiande del suino.»
«Nemmeno per sogno: 15 e in omaggio l’erba del coniglio.»
«35 e arrotondiamo con mezzo pollo arrosto.»
«Chiudiamo a 20 e ci mettiamo sopra le penne della gallina.»
«Chiudiamo a 30 e peliamo la criniera al cavallo.»
«Ahò ragazzuoli, prima che mi fate scappare tutti gli animali della fattoria ve li portate via o no ‘sti salami?»

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media926694a49ad1354ab572f85eb7527ee0.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.

Autore testi: Keypaxx © Copyright 2009. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: giostra

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media8f663dd5342fbaf410194b3adf80e634.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.

«Sei contento?»
«Hmm-mm.»
«Era da tanto che volevo salirci su questa giostra. Da quando ero bimba hanno aggiunto un sacco di attrazioni che non avrei mai pensato di vedere. Però questa qui è proprio favolosa. Vero Al?»
«Hmm-mm.»
«E guardaaaaaaa non solo ci hanno fatto fare un giro lunghissimo, ma adesso si sta preparando per fare anche il secondo! Ci credi?»
«Hmm-mm.»
«Che bello! non vedo l’ora di rifare la curva a U. Che poi andiamo talmente forte da non avere il bisogno di tenere i berretti con le mani; ci restano incollati alla testa. Eheheheh…»
«Dimmi la verità: ti saresti mai aspettato di trovare una giostra del genere? che ci fa fare tutto il percorso sulle rotaie stile montagne russe e poi ce lo fa rifare in retromarcia? E’ una cosa strabiglianstupendosa!»
«Hmm-mm.»
«I bambini si stanno divertendo un mondo! hai visto quella bimba con i boccoli biondi come ti guardava? hai fatto delle facce che la hanno incuriosita parecchio. Secondo me gli stai davvero simpatico. Sei pronto a fare il secondo giro?»
«Hmm-mm.»
«Beh, hai perso l’uso della parola, Al?»
«Santa Rosalia: qui sopra ci ho rimesso la colazione, il pranzo e la cenaaaaaa!»

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media76c4b3067aebad6ffc5b3c4561e7957a.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.



Autore testi: Keypaxx © Copyright 2009. Tutti i diritti riservati.

Al&Bo: la patatona

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/mediac1900a86eba5b2f0ecbb41747a783641.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.


«Ho sistemato le posate Fra’ Ud. Le sedie mancanti le possiamo prendere dalla cantina.»
«Bene, bene Bo. Adesso dedichiamoci alla minestra. Portiamo qui le patate.»
«Si Fra’ Ud. Anche se un un chiletto per quel pentolone da cinquanta litri mi sembra un po’ pochino.»
«Un chiletto?!? Ho incaricato Al di pelarne venti chili! Che cosa ha fatto finora?»
«Scendiamo a vedere.»
…………….
«Eccoti… ma non hai ancora terminato?»
«Certo che si. Ho le ultime tre da affettare.»
«E dove le hai messe?»
«Sono lì, alla tua destra.»
«Qui a destra ci saranno si e no altri due chili di patate. Dove sono finiti gli altri diciassette chili?»
«Sono passati per le mie mani e li ho affettati tutti!»
«Al… mi fai vedere come hai pelato quelle patate?»
«Come faccio con questa: prendo la patatona, taglio via tre-quattro centimetri sopra, tre-quattro centimetri sotto e ai lati, per far sparire bene la buccia, ci giro intorno con il coltello e arrotondo scartando i pezzi in eccesso…»
«Non ci posso credere…»
«Zac, zac, zac, zac, zac: et voilà! Ci siamo liberati di quell’orrida patatona ingombrante ed abbiamo al suo posto una tondeggiante e graziosa patatina!»

The image “https://keypaxx.files.wordpress.com/2011/12/media5adae5972343166380aecf16fc768c84.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.



Autore testi: Keypaxx © Copyright 2009. Tutti i diritti riservati.